mercoledì 8 giugno 2016

Eva Braun

Per recensire questo film non ci metterò molto, anzi userò poche e semplici parole...non mi è piaciuto.
Freddo, ritratto di un uomo che rende schiavi del sesso persone che vogliono realizzare sogni, ma ogni scena sembra tirata  e ritirata per le lunghe.
Il regista crede di essere Pasolini, ma sbaglia di grosso, perchè non ha nè la sua provocazione, nè la sua denuncia, forse tenta di trasmettere al pubblico un certo bunga bunga, sull'uomo ricco e perverso che per realizzare sogni degli altri vuole soddisfare i suoi appetiti.
Insomma, se non glielo o gliela dai, non puoi realizzare nulla.
Noioso fino all'estrema potenza, le scene di sesso sembrano una corunucopia di fotografie rarefatte e gratuite, come se il regista vorrebbe rendere patinato il tutto.
Non c'è provocazione, non c'è denuncia, solo un riccone dai gusti sessuali particolari che passa il tempo a soddisfare i suoi appetiti.
E per vedere questo film uno deve sprecare il suo tempo? Giammai.
Voto: 3


Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto alla Fabbrica dei sogni, I Commenti sono moderati, sei libero di esprimere il tuo parere che deve essere consono all'argomento del post e del blog, tieni presente però il rispetto per chi gestisce il blog e per chi ha un parere opposto al tuo.
Il proprietario del blog si prende la libertà di cancellare e censurare ciò che si allontana dallo scambio civile di pareri...siate felici, è solo un film!!! :)