Passa ai contenuti principali

Picciridda - con i piedi nella sabbia

 
Ci sono film che quando li guardi capisci che ti piaceranno un mondo, altri film invece capisci che saranno film della vita, e film che vanno dritto al cuore, ecco Picciridda appartiene alla terza categoria.
film tratto dalla opera prima della scrittrice siciliana Catena Fiorello, racconta una storia arida e cupa, è la storia di una bambina che a causa dell'emigrazione dei genitori in Francia, resta con la nonna Maria, donna burbera, che nasconde un terribile segreto.
Maria non ha più rapporti con la sorella e non si sa il motivo per cui le due sorelle hanno rotto i loro rapporti, non vuole assolutamente che la piccola Lucia si avvicini ne a lei ne al marito, tra marachelle tipiche delle bambine, la nonna cerca in tutti i modi di prendersi cura di lei, fino al giorno in cui accade qualcosa di terribile alla piccola.
Non dico altro per non rovinarvi la sorpresa, ma vi assicuro che il finale sarà di quelli che vi spezzeranno il cuore.
Picciridda è un film che colpisce al cuore, e che fa commuovere, ma è anche un film che parla di dignità delle donne, di redenzione, di vendetta e anche di perdono.
Erano anni che l'Italia non sfornava film del genere, e il fatto di essere un opera prima lascia lo spettatore sorpreso positivamente.
Il romanzo cercherò di acquistarlo, perché si sa, la carta stampata offre molti più spunti della pellicola, e sono sicura che mi piacerà più del film, che ho trovato sorprendente.
Un opera amara, difficile da buttare giù, ma capace di restare impresso nella memoria dello spettatore.
Consigliatissimo.




Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!