Passa ai contenuti principali

David Lynch

Con David Lynch, si apre un pezzo della mia storia di cinefila.
Tutto comincia con Lynch, con Twin Peaks e anche col suo cinema, che per me è sempre stato un evento programmato e imperdibile ogni qualvolta usciva un suo film.

My Story With David Lynch
Come ho detto prima tutto cominciò con Twin Peaks, serie tv che ha rivoluzionato il modo di fare telefilm nel mondo.
Da subito mi rendetti conto che dovevo vedere questo telefilm, cascasse il mondo era una cosa che volevo vedere, all'inizio non so cosa mi attirava, l'unica cosa che sapevo è che dovevo vederlo.
Settimana dopo settimana - ero ancora una ragazzina allora, andavo a scuola e avevo sedici anni - mi accorsi che Twin Peaks, non era un semplice telefilm, lo seguivo e avevo la netta certezza che l'autore di questo telefilm lo dovevo approfondire.
Cominciò così l'amore per il cinema, che mi ha portato alla conoscenza di altri autori che piano piano vi racconterò.
Continuando con Lynch, nel '91, non vidi Twin Peaks, tutto quanto ma mi piaceva un sacco.
Tutto cominciò seriamente nell'estate del 1994, era già un anno che avevo il videoregistratore e dentro di me sapevo che dovevo continuare il discorso e la conoscenza di colui che reputo uno dei maggiori registi della storia del cinema.
Ebbene, non ci potete credere, quell'estate fecero Twin Peaks, anche se non l'hanno fatto tutto, poco importa perchè ho cominciato a registrare e vedere i suoi film.
Primo film visto Fuoco cammina con me, una folgorazione, e cominciarono le ricerche su questo regista piuttosto strano - che cazzata hahaha - che volente o nolente è entrato nella mia vita senza lasciarla mai più.
Secondo film visto Velluto Blu, anche qui un altra consapevolezza che mi trovavo di fronte uno dei più grandi cineasti di sempre, anche se la pellicola era lineare, poco importa, perchè con Cuore Selvaggio, che ho visto infinite volte ho avuto la consapevolezza che Lynch sarebbe stato che lo si voglia ammettere o no, uno dei capisaldi della mia vita di cinefila.
Poi sono arrivati gli altri film, Dune, che per anni è stato il mio film di David Lynch preferito, perchè ho capito l'estrema profondità, ora l'ho nettamente rivalutato, pur riconoscendone i tantissimi pregi di un opera ben lontana dal suo stile, ma comunque da collezionare.
Poi quel capolavoro assoluto chiamato The Elephant Man, anche questo film visto infinite volte, ora è tra i film della mia vita, fino a Strade Perdute, un vero delirio cinematografico degno del miglior Hitchcock e Bunuel messi insieme, poi sono arrivati Mulholland Drive e il solare Una Storia Vera, che mi ha fatto conoscere il suo lato più solare.
Le tematiche di Lynch sono piuttosto complesse, Lynch è innanzitutto un surrealista, è visionario, è complicato, i suoi ultimi film, sono per i più indecifrabili, ma sono pezzi di storia del cinema, c'è poco da fare.
Le tematiche come ho preannunciato prima sono vivisezionare il lato oscuro delle piccole cittadine di provincia, le ossessioni psichiche dell'uomo, cercare il lato oscuro delle metropoli, come la trilogia su Los Angeles e tanto altro ancora.
E' un universo sfaccettato che ha in INLAND EMPIRE, suo ultimo film il suo canto del cigno.
Sapete che, una volta preso internet ho potuto visionare la sua completa filmografia e conoscerlo come si deve? Esatto, a parte INLAND EMPIRE, l'unico film che ancora non avevo visto era Eraserhead, che poi ho visto.
Oggi conosco il cinema di Lynch a memoria, potrei persino scrivere dei libri su di lui, chissà magari me li pubblicherebbero.
Alla fabbrica, ci sono recensiti quasi tutti i suoi film, presto completerò la filmografia, dopo un altra visione.
Potrei scrivere le recensioni a memoria, ma certamente il rivedere alcuni dei capisaldi della mia vita è per me un grande piacere.
Come sempre alcuni filmati delle premiazioni a Cannes, ovviamente - l'oscar a Lynch non l'hanno dato mannaggia la miseria tzèè - poi il tributo di youtube e la sua filmografia.









Filmografia

Eraserhead (1977) Durata 89 minuti
The Elephant Man  (1980) Durata 123 minuti
Dune  (1984) Durata 137 minuti 
Velluto Blu (1986) Durata 120 minuti
Cuore Selvaggio (1990) Durata 124 minuti
Twin Peaks - Fuoco Cammina con Me (1992) Durata 130 minuti
Strade Perdute (1997) Durata 135 minuti
Una Storia Vera (1999)  Durata 112 minuti
Mulholland Drive (2001) Durata 146 minuti
INLAND EMPIRE  (2006) Durata 180 minuti 





Commenti

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Minority Report

Che succede quando Spielberg incontra Philip k Dick?
Un incontro che definirei di puro intrattenimento coniato da una storia che avvince dall'inizio alla fine, un incontro magico che ha dato vita a un grande film: Minority Report.
Qui il protagonista è Tom Cruise che lavora per la prima volta con Spielberg, e interpreta il ruolo di un agente precrimine, che grazie ai precog, persone che potremmo definire veggenti, hanno il modo di prevedere i futuri crimini e di evitarli.
Tutto sembra andare per il verso giusto, la precrimine ha quasi annullato gli omicidi ed è un dipartimento perfetto...ma è davvero così?
A cominciare a mettere la pulce nell'orecchio di questa organizzazione è una visione di una precog, la donna la più dotata, e prima ancora un agente dell'fbi che vuole vederci chiaro, e che crede che la precrimine non sia così infallibile, sicuramente ha delle pecche.
Quando Agatha, fa vedere a John - Cruise - l'eco di un omicidio lui ne parla con il suo capo, ma ins…

Ciclo Horror Stories - A Quiet Place

Maggio non poteva cominciare che con un horror, visto che di martedì di solito tocca al cinema horror essere protagonista con il famigerato ciclo Horror Stories, ho scelto questa volta un film particolare, in cui non ci sono spargimenti di sangue, ma solo un atmosfera inquietante che non ti molla dall'inizio alla fine.