Passa ai contenuti principali

George Andrew Romero

Vedete questo simpatico signore con gli occhiali?
Ecco, lui è il papà degli zombie, George Romero ha praticamente preso la figura degli zombie, e la reinventata plasmandola con un percorso cinematografico caparbio e costante, e con un cinema narrativo che non ha eguali nella storia del cinema.
Per me è il più grande regista horror di sempre, a parte John Carpenter, la cui pagina arriverà prestissimo.

My Story With G.A. Romero

Tutto ebbe inizio con il blog ora inattivo - ma è sempre stato un punto di riferimento per me nonostante tutto - di Robydick, e le recensioni di Lucia Patrizi, grande estimatrice di questo regista, mi convinsi a guardare i suoi film e a recensirli.
Spinta da una curiosità grandissima, cominciai prima a guardare saltuariamente qualche film, di cui mi innamorai perdutamente - immaginate quando l'anno scorso scoprii della sua morte la tristezza era infinita - poi feci la rassegna, ed entrò nella rosa dei miei registi preferiti.
Quindi potevo non dedicare una pagina proprio a lui?
Non esiste, George merita più di una pagina, merita interi special, libri, approfondimenti e tanto altro ancora, perché è un grande c'è poco da fare.
Film preferito in assoluto per la sottoscritta?
Dawn of the Dead, che a pari merito con Shining, merita il primo posto, eh si, non riesco a dare il secondo posto a shining, nella mia classifica di horror preferiti, classifica, che prima o poi un giorno vedrà la luce tra i lettori della fabbrica.
Da horrorofila quale sono, e lo sono tanto da dedicare una rubrica settimanale nel mio blog alle recensioni horror, potevo non dedicare uno spazio a Romero?
Ringrazio Lucia Patrizi per aver recensito i suoi film da Robydick e avermi fatto venire la curiosità.
Spero di trovare un tributo e inserisco persino la filmografia che potete trovare completa alla fabbrica.







Filmografia
La Notte dei Morti Viventi (1968) 96 minuti
There's Always Vanilla - Prossimamente
La Stagione della Strega (1972) 89 minuti 104 minuti DVD
La Città Verrà distrutta all'alba (1973) 103 minuti
Wampyr Martin (1977) 95 minuti
Zombie - Dawn of the Dead (1978) varie durate
Knightriders - I Cavalieri (1981) 145 minuti
CreepShow (1982) 120 minuti
Day of the Dead - Il Giorno degli Zombie (1985) 104 minuti
Monkey Shines - Esperimento del Terrore (1988) 90 minuti
Due Occhi Diabolici (1990) 115 minuti
La Metà Oscura (1993) 122 minuti
Bruiser - La Vendetta Non ha Volto (2000) 99 minuti
La Terra dei Morti Viventi (2005) 93 minuti vers standard 97 minuti director's cult
Diary of the Dead - Le Cronache dei Morti Viventi (2007) 95 minuti
Survival of The Dead - L'isola dei sopravvissuti (2009) 90 minuti


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.