Passa ai contenuti principali

George Andrew Romero

Vedete questo simpatico signore con gli occhiali?
Ecco, lui è il papà degli zombie, George Romero ha praticamente preso la figura degli zombie, e la reinventata plasmandola con un percorso cinematografico caparbio e costante, e con un cinema narrativo che non ha eguali nella storia del cinema.
Per me è il più grande regista horror di sempre, a parte John Carpenter, la cui pagina arriverà prestissimo.

My Story With G.A. Romero

Tutto ebbe inizio con il blog ora inattivo - ma è sempre stato un punto di riferimento per me nonostante tutto - di Robydick, e le recensioni di Lucia Patrizi, grande estimatrice di questo regista, mi convinsi a guardare i suoi film e a recensirli.
Spinta da una curiosità grandissima, cominciai prima a guardare saltuariamente qualche film, di cui mi innamorai perdutamente - immaginate quando l'anno scorso scoprii della sua morte la tristezza era infinita - poi feci la rassegna, ed entrò nella rosa dei miei registi preferiti.
Quindi potevo non dedicare una pagina proprio a lui?
Non esiste, George merita più di una pagina, merita interi special, libri, approfondimenti e tanto altro ancora, perché è un grande c'è poco da fare.
Film preferito in assoluto per la sottoscritta?
Dawn of the Dead, che a pari merito con Shining, merita il primo posto, eh si, non riesco a dare il secondo posto a shining, nella mia classifica di horror preferiti, classifica, che prima o poi un giorno vedrà la luce tra i lettori della fabbrica.
Da horrorofila quale sono, e lo sono tanto da dedicare una rubrica settimanale nel mio blog alle recensioni horror, potevo non dedicare uno spazio a Romero?
Ringrazio Lucia Patrizi per aver recensito i suoi film da Robydick e avermi fatto venire la curiosità.
Spero di trovare un tributo e inserisco persino la filmografia che potete trovare completa alla fabbrica.







Filmografia
La Notte dei Morti Viventi (1968) 96 minuti
There's Always Vanilla - Prossimamente
La Stagione della Strega (1972) 89 minuti 104 minuti DVD
La Città Verrà distrutta all'alba (1973) 103 minuti
Wampyr Martin (1977) 95 minuti
Zombie - Dawn of the Dead (1978) varie durate
Knightriders - I Cavalieri (1981) 145 minuti
CreepShow (1982) 120 minuti
Day of the Dead - Il Giorno degli Zombie (1985) 104 minuti
Monkey Shines - Esperimento del Terrore (1988) 90 minuti
Due Occhi Diabolici (1990) 115 minuti
La Metà Oscura (1993) 122 minuti
Bruiser - La Vendetta Non ha Volto (2000) 99 minuti
La Terra dei Morti Viventi (2005) 93 minuti vers standard 97 minuti director's cult
Diary of the Dead - Le Cronache dei Morti Viventi (2007) 95 minuti
Survival of The Dead - L'isola dei sopravvissuti (2009) 90 minuti


Commenti

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Minority Report

Che succede quando Spielberg incontra Philip k Dick?
Un incontro che definirei di puro intrattenimento coniato da una storia che avvince dall'inizio alla fine, un incontro magico che ha dato vita a un grande film: Minority Report.
Qui il protagonista è Tom Cruise che lavora per la prima volta con Spielberg, e interpreta il ruolo di un agente precrimine, che grazie ai precog, persone che potremmo definire veggenti, hanno il modo di prevedere i futuri crimini e di evitarli.
Tutto sembra andare per il verso giusto, la precrimine ha quasi annullato gli omicidi ed è un dipartimento perfetto...ma è davvero così?
A cominciare a mettere la pulce nell'orecchio di questa organizzazione è una visione di una precog, la donna la più dotata, e prima ancora un agente dell'fbi che vuole vederci chiaro, e che crede che la precrimine non sia così infallibile, sicuramente ha delle pecche.
Quando Agatha, fa vedere a John - Cruise - l'eco di un omicidio lui ne parla con il suo capo, ma ins…

Ciclo Horror Stories - A Quiet Place

Maggio non poteva cominciare che con un horror, visto che di martedì di solito tocca al cinema horror essere protagonista con il famigerato ciclo Horror Stories, ho scelto questa volta un film particolare, in cui non ci sono spargimenti di sangue, ma solo un atmosfera inquietante che non ti molla dall'inizio alla fine.