Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2018

Smetto quando voglio - ad honorem

Tutte le più belle cose finiscono ahimè.
Questa è l'ultima settimana dedicata a Smetto quando voglio, che ci crediate o no, questa banda di amici che hanno scoperto come fare soldi grazie alle smart drugs mi mancheranno.
Si avete sentito bene, primo perché ho cominciato a volergli bene, e poi anche la storia in se che continua ad essere vincente.

Netflix Week - Tallulah

Film che racconta l'istinto materno.
Ok, spesso su Netflix ci sono film divertenti, ma mai così toccanti come questo film, uno potrebbe dire ehy  Arwen ma il vero cinema è altro, si è vero potrei rispondere, però lo inviterei anche a dare un occhiata a questo film, che spesso e volentieri racconta una verità intangibile, che non tutti possono fare i genitori, anche se  mettono al mondo dei film e poi rivelano di essere incompetenti nel saperli crescere.

Ciclo Horror Stories - Netflix Week - Death Note - Il Quaderno della morte

Non so se occorre scrivere una recensione normale, cercherò nel mio piccolo di scrivere il mio parere in poche e semplici parole.
Perché ostinarsi a rifare film tratti da manga giapponesi però senza neanche capirli in pieno?
Death Note è stato prodotto da Netflix, e adattato da Adam Wingard, ma è un film che praticamente parla da solo.
Non credo che i giapponesi si limitano a scrivere storie senza senso, e il J Horror lo dimostra appieno.
Allora perché rifare Death Note?
Ecco una delusione targata Netflix, sito che però fino a questo momento non mi ha certamente delusa, ma perché rifare una storia già scritta in passato?
Il plot non è male, ma risente della poca decisione del regista di lasciarsi andare e spingere il pedale verso territori in cui doveva esprimere tutto il potenziale del manga giapponese.
E' proprio vero, noi occidentali scopiazziamo gli orientali, ma non sappiamo esprimere in pieno tutto il loro potenziale, donando anche un punto di vista dell'opera.
E non è n…

L'Ora Più Buia

Ok, si sa che nella stagione degli oscar escono anche i cosidetti film confezionati per la magica notte delle stelle, personalmente non ci vedo nulla di male, anzi...
L'Ora Più Buia, si presenta sin da subito come il classico prodotto che può concorrere per gli oscar, e sembra avere tutte le carte in regola per parteciparvi, ma diciamocelo, il film si regge tutto sulle spalle della grandissima interpretazione di Gary Oldman, che se i miei calcoli sono esatti, potrebbe acchiapparsi la statuetta finalmente, anche se lo devo dire con sincerità, avrei preferito decisamente che vincesse con un altro ruolo.

Netflix Week - La Scoperta

Un piccolo film che parla di un argomento difficile...cosa c'è dopo il trapasso?
Ok, c'è anche Linea Mortale con Julia Roberts che con il suo gruppo di amici cercano di scoprire cosa c'è dopo la morte, ma qui stiamo parlando della scoperta di uno scienziato che ha costruito una macchina che può fare andare le persone nell'aldilà, questo ha comportato anche la scelta di diverse persone di togliersi la vita per poter andare nell'aldilà...
Il film si concentra sulla storia di due giovani che studiano insieme allo scienziato e si innamorano...facendo una sconcertante scoperta...

Première Week - The Disaster Artist

Vi dico solo una cosa...
Film irresistibile, divertente, folle, assolutamente fuori di testa...
Ooops, le cose sono quattro, ma va bene lo stesso d'altra parte questa è la cronistoria della produzione di The Room, ovvero il quarto potere dei brutti film, a dirigerlo un tipo coi capelli lunghi che si chiama Tommy Wiseau, e ha l'aspetto da rockstar, un tipo sui generis, che si affeziona a un giovane ragazzo che considera il suo migliore amico.
Uscita al cinema: 22 Febbraio

Première Week - Thelma

Lo dico subito, così spacchiamo il capello in quattro: tralasciando l'elemento soprannaturale del film, che è abbastanza centrale, è un film legato all'amore, alla paura dei sentimenti e soprattutto al rapporto difficile tra fede e vita, genitori e figli, e potrei esporvi migliaia di argomentazioni incredibili.

Première Week - Lady Bird

Potevo lasciare da parte il quasi debutto alla regia di Greta Gerwig? Per la settimana dedicata alle première ecco a voi Lady Bird, anzi, per meglio dire è un debutto vero e proprio, con protagonista una delle nuove attrici che più apprezzo: Saoirse Ronan, nel ruolo di Lady Bird.
Il suo vero nome è Christine McPherson,ma lei lo odia e si fa chiamare dagli amici Lady Bird.
Uscita al cinema: 1° Marzo

Monty Python - Il Senso della vita

Preparatevi a ridere a crepapelle, anzi no, a sbellicarvi dalle risate non ci credete? Ok, vi sfido a vedere questo film senza spiccicare una risata, sono sicura che non ce la fareste mai. Ho appena terminato di vederlo, ed è stata un impresa, perché oggi la rassegna dedicata al mitico Terry Gilliam rischiava di saltare, fortunatamente con uno stratagemma sono riuscita a vederlo, così ho potuto recensirlo per voi.

Première Week - The Shape of Water

Certe volte quando guardo un film, per la maggiorparte dei caasi non mi emoziono sempre, ma ci sono film talmente coinvolgenti emotivamente parlando, che restano impressi nella memoria degli spettatori, soprattutto se sono diretti testardamente da autori che non si accontentano di fare il solito film drammatico, che è anche un po' scontato.
Uscita al cinema 14 febbraio
Uno di questi autori, se possiamo chiamarli così è Guillermo Del Toro, che praticamente in tutta la sua carriera ha diretto film fantastici, e anche con venature horror, mandando avanti un percorso cinematografico su di un genere di cinema che in molti credono sia superficiale.
Invece no, lui non fa soltanto film fantastici, ma li umanizza in maniera tale, da metterci sia la malvagità umana - e per chi ha visto Il Labirinto del Fauno, sa di cosa sto parlando.
Non stupisce che con The Shape of Water, abbia vinto il leone d'oro a Venezia, almeno da parte mia che ho sempre adorato i film fantastici, horror e quant&#…

Arwen Al Cinema del 25/01/2018

Nuova puntata della rubrica delle uscite settimanali, e questa settimana escono diversi film, si presume uno più bello dell'altro, cominciamo la carrellata?
ps: per quanto riguarda i film della settimana scorsa saranno recensiti appena sono disponibili per la visione.

Chiamami col tuo nome


Commento: Esce finalmente il film di Luca Guadagnino, praticamente incensato ovunque, non mi resta che vederlo entro al massimo una settimana, vediamo com'è, e ho letto pure che a scriverlo c'è stato persino il grande James Ivory...quindi è scontata la visione.
Aspettative Molto alte.
Trailer

Downsizing
Commento:Alexander Payne, ha sempre avuto una grande stima a casa Lynch, fin dai tempi di Sideways, questo nuovo film mi pare di capire sia un mix tra commedia, drammatico e fantascienza, potrebbe essere un titolo curioso oppure una cavolata, ma essendo Payne un regista particolare, mi aspetto senza dubbio qualcosa di curioso. Aspettative: Altissime...direi Trailer

Made in Italy
Commento: Ligabue t…

Première Week - I Tonya

Continua lo special sulle Première di questa settimana, e per mercoledì non potevo che recensire la biografia della pattinatrice Tonya Harding, interpretata da una bravissima Margot Robbie, che proprio in questo ruolo ha lanciato la sua carriera, non solo di attrice ma anche di produttrice.
Uscita al cinema 22 Marzo

Santa Clarita Diet - Stagione 1

Ehilà, neanche l'ho cominciata ed ho finito di vederla?
Esatto amici, sono solo dieci episodi, che sono letteralmente volati via, in questa esilarante e spassosissima serie, che non vi nascondo mi ha divertita moltissimo, mi dispiace che sia finita così in fretta.
Comunque si, Santa Clarita Diet è una serie originale Netflix, che senza dubbio diverte dall'inizio alla fine, ma si può ridere con l'horror?
Decisamente SI, soprattutto quando si ha un soggetto che narra le gesta di una "tranquilla" famiglia californiana, la cui moglie, una mattina si sveglia letteralmente cambiata.
Ma che è successo in realtà a Sheila Hammond?
Sheila un giorno si sveglia, e mentre sta facendo vedere una casa a dei potenziali clienti della sua agenzia immobiliare comincia a vomitare davanti a loro, appena va in bagno, lo riempe di vomito giallastro e muore stecchita.
Suo marito quando entra in bagno si accorge che qualcosa non quadra, perché Sheila non risponde più...qualche minuto dop…

Smetto quando voglio - Masterclass

Seconda puntata di Smetto Quando Voglio, con Masterclass, torna la banda di ricercatori più svitata del cinema italiano, potevo perdermela? Assolutamente no.
Diciamoci la verità, anche questa seconda puntata è davvero gajarda, mi sono divertita molto a guardarla, qui, si racconta quello che è successo nell'anno e mezzo di assenza ai protagonisti, ma, c'è un ma nel racconto di fondo: devono aiutare una poliziotta a sgominare una banda di narcotrafficanti ancora più pericolosa.
Riusciranno i nostri eroi ad aiutare la polizia e se stessi cercando anche di ridurre la loro pena? Oppure finiranno anche questa volta nei pasticci?

Benedetta Follia

Credevate che avevo messo da parte i film che fanno al cinema? E no cari amici, ecco che oggi parlo anche di Benedetta Follia, ultimo lavoro del nostro Carlo Verdone, che, come avevo previsto nella rubrica sulle uscite cinematografiche è un lavoro senza infamia e senza lode della premiata ditta Verdone.

Première Week - Dave Made a Maze

Poteva mancare questo film che persino l'amica Bollicina -, grande cinefila che nel suo blog sforna delle vere e proprie chicche - ha reputato un gioiellino, alla fabbrica? Assolutamente no, e per vostra gioia e sollucchero, ecco il mio modesto punto di vista al film.

Ciclo Horror Stories - Angoscia

Nuovo appuntamento col ciclo di film Horror Stories, questa settimana appuntamento unico, in quanto ho da fare altre due recensioni differenti, la prima legata alle anteprime, la seconda legata alla serie tv Santa Clarita Diet che sto per terminare, e forse ci metto pure un film che è attualmente al cinema, vediamo se ce la faccio.

Première Week - The Killing of a Sacred Deere

Questa settimana, colgo l'occasione di recensire alcuni film non ancora usciti al cinema, con uno speciale chiamato Première Week, cercherò di recensire durante l'arco della settimana alcuni film che presto arriveranno nelle sale, a cominciare dall'ultima pellicola del regista greco Yorgos Lanthimos, che, per chi mi segue, sa che ho recensito i suoi film ancora prima che fosse entrato nel mainstream cinematografico.

Heath Ledger Day - Ned Kelly

E così anche la fabbrica partecipa alla commemorazione dedicata a Heath Ledger, nel decennale della sua morte, organizzata dalla combriccola di amici bloggers.
Ci sono arrivata per un soffio, convinta che il 22 fosse martedì continuavo a guardare film senza accorgermi che il tempo passava, vabbè ormai che sono in ballo balliamo.
Per l'occasione ho scelto un film all'apparenza più semplice, ma vi assicuro che è stata una sorpresa guardarlo, perché nonostante le apparenze, il film non è affatto semplice.
C'è anche la mitica - per chi è Lynchano ovviamente - Naomi Watts, che interpreta Julia Cook, la donna che si innamora del protagonista

Riguarda & Recensisci + Cineclassics - Orizzonti di Gloria

Non so quali parole esatte usare per esprimere quello che ho provato durante la visione...
Spesso le recensioni vengono meglio se si ci lascia andare al fiume di parole che scorrono tra le dita sulla tastiera, anche perché viene più facile lasciarsi trasportare dalle emozioni.
Per un film di guerra? Si esatto...
E solo i grandi  sanno tirare fuori le emozioni, non ci credete? Guardate la scena della ragazza che canta una canzone tedesca e poi mi dite.

Grimm - Stagione 3

Ho sempre avuto un debole per le serie tv di stampo fantastico o fantasy, me le guardo tutte, da Twin Peaks, a X-Files, fino a Streghe e Penny Dreadfull, non ci sono limiti alla mia curiosità di scoprire nuove storie in cui posso immergermi.
Così quando ho cominciato a guardare la terza stagione di Grimm, che è arrivata sugli schermi di casa Lynch con una grande curiosità di scoprire se Nick si fosse risvegliato dal torpore in cui quello stregone lo aveva ingabbiato, è proseguita con un grande interesse fino all'ultima puntata.
La terza stagione ha viaggiato in grande carreggiata, anche se mi ero ripromessa di guardarla in pochi giorni, fa niente, ormai il dado è tratto, posso esprimere finalmente il mio parere.
Come dicevo prima in questa stagione Adalind è il vero motore portante, in quanto è incinta e partorirà una bambina, ma ci sono i reali che intendono prendere la bambina per controllare i suoi poteri di hexenbiest per cui un altra strega ha fatto un rituale nella stagione…

Speciale Exploitation - Mondo Candido

                                                       Speciale Exploitation

Torna alla fabbrica la coppia Jacopetti e Prosperi per lo speciale sul cinema d'exploitation di ogni sabato. Mondo Candido non è certamente il classico prodotto di genere mondo, ma un film vero e proprio. Leggevo durante la visione dall'amico Robydick vera fonte di ispirazione per me, per la scoperta di film e perle da visionare e revisionare sempre, che è tratto dall'opera letterale Il Candido di Voltaire.

I Banditi del Tempo

Come ogni venerdì, c'è la rassegna dedicata al mitico Terry Gilliam.
Se avete ancora dei dubbi sulla sua genialità e la sua visionarietà, con la visione di questo film scompariranno immediatamente.
Questo film rappresenta forse l'inizio del suo cinema grandioso, che avrà la sua massima espressione forse nel suo capolavoro assoluto Brazil, che tra due settimane approderà alla fabbrica.

Tre Manifesti a Ebbing Missouri

C'è un buon motivo per non amare questo film?
Ditemelo perché sinceramente io durante la visione non ne ho trovati.
Vi avverto però che è un film duro, non tanto per le scene impressionanti che non ce ne sono, ma per la storia che narra.

Arwen al cinema del 18/01/2018

Secondo appuntamento dell'anno con la rubrica ricominciata la scorsa settimana sulle uscite cinematografiche di questa settimana, e ci sono parecchi titoli questa settimana cominciamo?



Il Vegetale
Commento: Ma la volete sapè na cosa? Io di sti filmetti sono veramente stufa, se Gennaro Nunziante col suo Checcho Zalone non hanno mai trovato posto alla fabbrica, pensate che comincio da questo? Naaaa, lo salto piacevolmente a piè pari
Aspettative: zzzzzzzz
Trailer

Ella & John The Leisur Seeker Commento: Olè ritorna uno dei registi che più apprezzo  col suo nuovo film, girato addirittura in america, e che te lo voi perde? Assolutamente no, ed ecco a voi Ella &John, che prossimamente approderà alla fabbrica. Aspettative: Alte, altissime. Trailer

L'Ora Più Buia Commento: Altro film che prestissimo vedrò e al massimo entro una settimana recensirò, Gary Oldman è sempre stato uno dei miei attori preferiti, e quindi non mancherò di visionare questo film, che già dalle didascalie delle pub…

La Ruota delle meraviglie

Era da tanto che non recensivo un film di Woody Allen, nonostante li abbia viste le sue precedenti uscite cinematografiche, potrei ricominciare a parlarne con il suo ultimo lavoro.
A 82 anni suonati il buon vecchio Woody non vuole sentir parlare di andare in pensione, e ogni sua uscita praticamente sceglie gli attori più appetibili dell'industria hollywoodiana.

Smetto quando voglio

Dopo Arma Letale e i due nuovi capitoli della trilogia di Star Wars, adesso un prodotto tutto italiano, divertentissimo - sono tre film, spero di vedere al più presto Masterclass  ed Ad Honorem, ma dovrei farlo al massimo entro la prossima settimana, così sono tutti recensiti alla fabbrica.

Nuovo Sondaggio Votate cosa vorreste alla fabbrica...

Aho raga, vi ripropongo un sondaggio fatto anni fa, però questa volta riveduto e corretto, avanti votate per migliorare il blog e i suoi contenuti, mi aspetto tanta partecipazione da parte di tutti gli amici mi raccomando.
Un abbraccio
Arwen.

Ps: Il sondaggio lo trovate andando alla homepage in alto a destra :*

Il domani tra di noi

Nonostante il ciclo horror stories, c'è spazio anche per altro genere di film.
Ed è così che recensisco oggi anche Il domani tra di noi, uno degli ultimi film interpretati da Kate Winslet, che, per chi non lo sa è una delle mie attrici preferite.

Ciclo Horror Stories - Ouija le origini del male

Mike Flanagan è un regista interessante, ha sempre diretto film che colpiscono, e non si smentisce nemmeno con il secondo capitolo di Ouija, che molti inspiegabilmente hanno osteggiato.
Sinceramente a me è piaciuto non so voi se l'avete odiato o amato, ma comunque non importa.