Passa ai contenuti principali

Gus Van Sant

Pagina dedicata al grande Gus Van Sant, regista che ha cominciato con il cinema indipendente e autoriale, per poi fare anche opere più mainstream sempre incentrate su tematiche particolari, legate appunto ai diritti lgbt, ma non solo quelli, si basti citare anche Will Hunting Genio Ribelle, Da Morire, con una straordinaria Nicole Kidman, o Scoprendo Forrest, dove ci recita il grande Sean Connery.
Tra le sue ultime pellicole cito senza ombra di dubbio Milk, che ha regalato il secondo oscar a Sean Penn e Elephant, film indipendente girato con attori non professionisti, che racconta i fatti del liceo di Columbine, e che gli ha fatto vincere la sua prima palma d'oro a Cannes.

My Story With Gus Van Sant
Mi sono avvicinata al cinema di Gus Van Sant per caso, avevo già visto Da Morire con Nicole Kidman e proprio nel 2002, cominciai a registrare i suoi film alla tv, le sue tematiche sono precise e vengono sottolineate sin dalla sua opera d'esordio, quel Mala Noche, film praticamente introvabile in italiano, dove mette subito in chiaro come sarà il suo cinema.
Ma è con Da Morire, commedia nera che è un po' una parodia sul mondo della tv, capace di generare mostri, che riesce a spiazzare il suo pubblico, grazie alla straordinaria interpretazione di Nicole Kidman, che finalmente viene riconosciuta come attrice che cammina con le sue gambe, togliendosi l'etichetta di signora Cruise, comprimario della Kidman è Joaquin Phoenix, che viene appunto lanciato da questo film.
Poi ci sono tanti altri film tra cui Belli e Dannati, in cui recitano il compianto River Phoenix e Keanu Reeves, storia molto gaya, come la maggioranza delle pellicole del regista americano, che, oltre a vivere la sua omosessualità alla luce del sole - si è sempre dichiarato gay apertamente senza nasconderlo mai - è capace anche con il suo cinema a volte ribelle e anticonformista di saper parlare al pubblico, di dargli una sua precisa impronta stilistica che ne ha consentito il riconoscimento sia ai cinefili, che al grande pubblico.
La cosa che apprezzo di più è che nonostante abbia toccato sia il cinema indipendente e mainstream, non ha mai rinunciato alla sua impronta ribelle che ne ha caratterizzato la maggior parte delle sue opere cinematografiche.
E la maggioranza dei suoi film hanno partecipato ai maggiori festival cinematografici mondiali, tra i riconoscimenti che ha ottenuto ci sono la palma d'oro a cannes per Elephant e il premio per il 60° Anniversario sempre a cannes per Paranoid Park.
 Adesso, come sempre accade, il filmato della premiazione a Cannes per la palma d'oro a Elephant, tributo al suo cinema e la sua filmografia completa, che è tutta recensita alla fabbrica.














Filmografia
 Mala Noche (1985) Durata 78 minuti
Drugstore Cowboy (1989) Durata 100 minuti
Belli e Dannati (1991) Durata 102 minuti
Cowgirl - Il nuovo sesso (1993) Durata 95 minuti
Da Morire  (1995) Durata 102 minuti
Will Hunting - Genio Ribelle (1997) Durata 126 minuti
Psycho (1998) Durata 103 minuti
Scoprendo Forrester (2000) Durata 136 minuti
Gerry  (2002) Durata 103 minuti
Elephant (2003) Durata 81 minuti
Last Days (2005) Durata 97 minuti
Paranoid Park (2007) Durata 85 minuti
Milk (2008) Durata 128 minuti
L'amore che Resta (2011) Durata 95 minuti
Promised Land (2012) Durata 106 minuti
La Foresta Dei Sogni (2015) Durata 110 minuti

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.