Passa ai contenuti principali

François Truffaut

Ecco la pagina dedicata a uno dei registi che più stimo...il grande François Truffaut.
Conosciuto nell'estate del 2007, grazie a quel grandissimo amico cinefilo che è J Doinel, suo grande estimatore, primo film visto Jules e Jim a cui sono seguiti altri.
Nel 2008 apro il blog e visiono tutta la filmografia.

My Story With François Truffaut

Parlare di Truffaut per me significa aprire lo scrigno dei ricordi verso una cinefilia più matura e consapevole, ho cominciato ad apprezzarlo 11 anni fa, e da allora mi approcciai a conoscere diversi autori della Nouvelle Vague, che dovrei continuare, prima o poi li completerò tutti promesso.
Per quanto riguarda Truffaut mi ha sorpreso sin da subito la sua capacità di parlare di cinema attraverso la sua macchina da presa, rendendo le sue opere molto vicine alla vita.
Film dopo film, capii che le sue opere cinematografiche parlavano di quella cosa fantastica chiamata amore, ma soprattutto è un autore capace di lavorare con i bambini in una maniera incredibile e sincera, in una parola unica.
Ed è proprio parlando d'infanzia che esordisce nel lontano 1959, con quel capolavoro chiamato I 400 Colpi che entra di diritto nella storia del cinema.
Si susseguono altri film compreso il mitico Jules e Jim, poi Il Ragazzo Selvaggio, Le due inglesi e il continente, che era il suo film preferito tra quelli che ha diretto, per poi passare a L'ultimo Metrò, La Signora della porta accanto, e riuscire anche a fare ridere con Mica Scema la Ragazza!
Il cinema di Truffaut è un cinema che non richiede particolari complessi, ma soltanto apprezzare la semplicità della vita, riuscendo a tornare anche bambini.
E non è facile fare un film con i bambini, lui ci riusciva e colpiva infondo al cuore, perché faceva uscire il bambino che era in lui.
E' morto nel 1984 per un tumore al cervello, la cosa mi dispiace perché se fosse stato ancora vivo negli anni ottanta, negli anni novanta, ci avrebbe regalato ulteriori capolavori.
Adesso la vittoria agli oscar per Effetto Notte, sua dichiarazione d'amore per il cinema e il tributo, e infine la sua filmografia.






Filmografia

I 400 Colpi (1959) 99 minuti
Tirate Sul Pianista (1960) 85 minuti
Jules e Jim (1962) 110 minuti
La Calda Amante (1964) 116 minuti
Fahrenheit 451 (1966) 112 minuti
La Sposa In Nero (1967) 107 minuti
Baci Rubati (1968) 90 minuti
La Mia Droga si Chiama Julie (1969) 120 minuti
Il Ragazzo Selvaggio (1969) 83 minuti
Non Drammatizziamo, è solo Questione di Corna (1970) 
Le Due Inglesi e Il Continente (1971) 132 minuti
Mica Scema la Ragazza! (1972) 98 minuti
Effetto Notte (1973) 115 minuti
Adele H - Una Storia D'amore (1975) 110 minuti
Gli Anni in Tasca (1976) 104 minuti
L'uomo che Amava Le Donne (1977)  118 minuti
La Camera Verde (1978) 98 minuti
L'amore Fugge (1979) 94 minuti
L'ultimo Metrò (1980) 128 minuti
La Signora Della Porta Accanto (1981) 106 minuti
Finalmente Domenica (1983) 111 minuti

Commenti

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!