Passa ai contenuti principali

La Ragazza sul Ponte

Un film magico, sensuale, che ricorda piuttosto alla lontana Fellini e il suo capolavoro la Strada.
E' una storia d'amore, un amore mai espresso fino infondo, un amore sofferto, fatto di silenzi, di attese, che culmina nell'esibizione del lancio di  coltelli, dove possono esprimere dolore, pericolo, passione, erotismo, tutto, quel lancio di coltelli, e l'esaltazione del loro amore, espressione di dolore per un sentimento che non viene mai a galla fino  in fondo, ma che si lascia trasparire nelle piccole gioie e dolori quotidiani, aaah i francesi, quando si mettono a fare cinema certe volte fanno delle piccole grandi perle come appunto questo film, il delizioso la ragazza sul ponte.
Non c'è che dire Vanessa Paradis, (adèle) la francesina conosciuta in italia per l'hit single Joe Le Taxi e ora moglie di Johnny Depp, raggiunge la maturità artistica di attrice con questo film, e che dire è molto ma molto brava, riesce ad esprimere con poche cose il dolore, la rabbia, il sentimento  per Daniel Auteuil (Gabor), ed è così naturale che viene da pensare che non stia recitando, ma sta vivendo quella storia, per quanto riguarda Gabor, è un personaggio ruvido di per se, ma che ha cuore e salva Adèle quando tenta il suicidio gettandosi dal ponte, e le fa una proposta, se accetta di fare da bersaglio, così partono attraverso la francia e passando anche per l'italia.
Un film bellissimo, girato in uno splendido bianco e nero che lascia una malinconia e colpisce, come i famosi film vecchi che vedi per scaldarti il cuore, i nostri eroi spinti da un desiderio sadomasochistico, e un sentimento di amore e di odio vanno avanti come due compagni che hanno trovato l'altra metà della mela.
La regia di Patrice Leconte è decisa, ferma, e soprattutto puntata per colpire nel profondo, non perde mai di vista i personaggi e la storia, e i due attori protagonisti sono talmente bravi da farsi dirigere come se Leconte fosse un direttore d'orchestra e loro i musicisti più bravi.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE.


Commenti

  1. Un film bellissimo. Sicuramente il mio preferito fra i pochi che ho visto di Leconte.

    RispondiElimina
  2. si è molto bello, la scelta del bianco e nero da al film l'atmosfera magica e malinconica di vecchie pellicole :)

    RispondiElimina
  3. Mi sono sempre ripromessa di vederlo ed ancora non l'ho fatto, ho amato Leconte nel " il marito della parrucchiera" e credo che anche questo mi piacerà tantissimo.
    Ciao mi sono aggiunta ai tuoi lettori.
    Alla prossima.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…