Passa ai contenuti principali

Joel e Ethan Coen

Possono mancare i fratellini Joel e Ethan Coen alla fabbrica? Assolutamente no, ecco una pagina tutta dedicata a loro. Finalmente la filmografia è completamente recensita, e se volete potete leggere il mio parere su ognuno dei loro film.

My Story With Brothers Coen.
Tutto cominciò dalla televisione, quando fecero appunto il film MrHula Hoop che decisi di registrare, e non potete crederci ma mi piacque parecchio, subito a ruota sono arrivati gli altri film, con internet ho visto tutta la loro filmografia, per culminare nella rassegna che feci anni fa, ma che poi non ho finito.
Niente paura, perchè quest'anno rivedrò e recensirò appunto gli ultimi film che mancano della loro filmografia alla fabbrica, onde avere tutta la filmografia completa di quelli che ritengo senza ombra di dubbio, due dei meravigliosi rappresentanti del cinema contemporaneo americano.
I loro film sono un mix di cinema classico riletto e interpretato alla loro maniera, con nuove arguzie innovative e incredibilmente personali che ne fanno oggetto di culto tra i cinefili, e anche a volte divertentissimi, e non di meno anche disturbanti.
Tutto mixato e riletto dalla loro straordinaria abilità di coinvolgere lo spettatore e farlo anche riflettere sulle azioni dei protagonisti.
Per tutti il loro miglior film è Fargo, io invece, sono innamorata de L'uomo che Non C'era, sia per il racconto abbastanza tragico, che per la fotografia in bianco e nero che ne sottolinea la drammaticità e la descrizione anonima del protagonista, che sembra essere un personaggio assente riguardo alla storia.
Un film davvero incredibile che colpisce davvero nel profondo, e ovviamente ha aumentato maggiormente la stima verso i due fratelli di Minneapolis, facendoli entrare sin da subito nel mio olimpo personale.
Adesso per la gioia di voi tutti, come ho fatto ieri per Marty, la loro premiazione agli oscar come migliori registi e un tributo al loro cinema, poi la filmografia completa.








Filmografia

Blood Simple  (1984) Durata 99 minuti, 96 minuti director's cut
Arizona Junior (1987) Durata 94 minuti
Crocevia della Morte  (1990) Durata 115 minuti

 Barton Fink è successo a Hollywood (1991) Durata 116 minuti
Mr Hula Hoop  (1994) Durata 111 minuti
Fargo  (1996) Durata 98 minuti
Il Grande Lebowski (1998) Durata 117 minuti
Fratello Dove Sei? (2000) Durata 106 minuti
L'uomo che Non C'era (2001) Durata 116 minuti
Prima ti sposo, Poi Ti Rovino (2003) Durata 100 minuti
LadyKillers  (2004) Durata 104 minuti 
Non è Un Paese Per Vecchi (2007) Durata 122 minuti
Burn After Reading - A Prova di Spia (2008) Durata 96 minuti
A Serious Man (2009) Durata 106 minuti
Il Grinta (2010) Durata 110 minuti
A Proposito di Davis (2013) Durata 105 minuti
Ave Cesare  (2016) Durata 106 minuti 


Commenti

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Minority Report

Che succede quando Spielberg incontra Philip k Dick?
Un incontro che definirei di puro intrattenimento coniato da una storia che avvince dall'inizio alla fine, un incontro magico che ha dato vita a un grande film: Minority Report.
Qui il protagonista è Tom Cruise che lavora per la prima volta con Spielberg, e interpreta il ruolo di un agente precrimine, che grazie ai precog, persone che potremmo definire veggenti, hanno il modo di prevedere i futuri crimini e di evitarli.
Tutto sembra andare per il verso giusto, la precrimine ha quasi annullato gli omicidi ed è un dipartimento perfetto...ma è davvero così?
A cominciare a mettere la pulce nell'orecchio di questa organizzazione è una visione di una precog, la donna la più dotata, e prima ancora un agente dell'fbi che vuole vederci chiaro, e che crede che la precrimine non sia così infallibile, sicuramente ha delle pecche.
Quando Agatha, fa vedere a John - Cruise - l'eco di un omicidio lui ne parla con il suo capo, ma ins…

Ciclo Horror Stories - A Quiet Place

Maggio non poteva cominciare che con un horror, visto che di martedì di solito tocca al cinema horror essere protagonista con il famigerato ciclo Horror Stories, ho scelto questa volta un film particolare, in cui non ci sono spargimenti di sangue, ma solo un atmosfera inquietante che non ti molla dall'inizio alla fine.