Passa ai contenuti principali

Post

Post in Evidenza

Deadpool 2

Post recenti

Horror Stories Summer Ediction - DellaMorte DellAmore

Con un giorno di ritardo recensisco il primo film del ciclo estivo della rubrica Horror Stories, e ho scelto per voi DellaMorteDellAmore di Michele Soavi, una pellicola che non è soltanto horror, ma anche surreale come non ti aspetti, ne parlerò tra poco, la prossima settimana sempre di martedì questa volta ci sarà Cabal film di Clive Barker.

In attesa...

Cari amici,
Siamo ormai nella fase più difficile ovvero quella dell'attesa, ho aperto un nuovo account su google con il mio nome d'arte Laura McMiller che userò per il mio lavoro di scrittrice.
Eh si, attendo ormai la pubblicazione, spero di farcela, e sarebbe una grandissima cosa perché così lavoro pure io e finalmente posso realizzarmi, dopo anni di dura fatica nel cercare un posto di lavoro e non trovarne alcuno perché c'è la raccomandazione...vi lascio immaginare cosa penso della società italiana in generale, ma attenzione, appena il mio romanzo verrà pubblicato (spero di farcela ovviamente) mi assenterò il tempo della promozione, che sarà lunghina, ma ogni tanto farò una comparsata qui sul blog, che ormai è diventato la mia cuccia personale.
Se volete seguirmi anche nel blog letterario che uso per lavorare eccolo qui.
http://lauramcmillerofficial.blogspot.com
Vi aspetto in tanti...un abbraccio.

Solo - A Star Wars Story

Ed oggi tocca a me parlare di Solo - A Star War Story, messo già negli scult, tanto per precisare, il motivo è che questo è un film troppo scombinato e confusionario, il classico film giocattolo creato ad hoc per sfruttare una mitica saga cinematografica.
Io dico a che pro?
Lasciate la storia come l'ha creata mr George Lucas, non intaccando la storia originale.
Questo è un prequel concentrato su Han Solo, che all'inizio potrebbe sembrare interessante, ma poi si perde in una storia con poco pathos, tanti (troppi) effetti speciali, e una spettacolarizzazione che confonde  e annoia.
Un giocattolo punto.
E ora le persone si chiedono aveva senso questo prequel sul personaggio precedentemente interpretato da Harrison Ford?
Secondo me NO.
E secondo me, dovrebbero seguire la saga continuando la storia, ormai tutti questi sequel prequel etc etc etc...stanno annoiando e rischiamo davvero di addormantarci in sala o addirittura passare ad altro, come è capitato a me durante la visione.
P…

Sons of Anarchy - Stagione 1

Esordisco questa recensione con un ringraziamento all'amico Ford, che è ormai ufficialmente il mio procacciatore di serie tv preferito, e dall'anno scorso che seguo tutte le sue recensioni alle serie tv del suo blog.
Cominciai questa serie tv con curiosità, come faccio con tutte le cose che seguo e che guardo, questa serie è una bomba ed è successo quando decisi di fare binge watching della prima stagione, divisi in due giorni.
Non riuscivo a terminare la visione, volevo saperne molto di più, dovevo in ogni modo anche guardare film, e proseguire il mio percorso cinefilo.
Ebbene, non vedevo l'ora di tornare a Charming, e proseguire la storia.
I Sons mi sono entrati nel cuore, soprattutto Jax e Opie, Tig è troppo paraculo di Clay, infatti non mi ha convinto sin dalla prima volta che l'ho visto.
Questa banda di motociclisti, nati grazia al padre di Jax, con scopi e fini differenti, e con Clay, è diventato un gruppo violento di trafficanti di armi di contrabbando, ma fate…

Questa Ragazza è di Tutti

Questo film lo vidi proprio da bambina.
Ancora ricordo bene come mi colpì positivamente, e il coinvolgimento che provai verso la protagonista Alva, che mi entrò subito in simpatia, e la storia del suo amore disperato per Owen, ovvero l'uomo che sconvolse i piani della madre, che voleva farla sposare con un uomo con i soldi per lasciare quella vita di miseria, sfruttando la sua avvenenza.
L'amore è imprevedibile, è questo che ci insegna Sydney Pollack, dirigendo un film tratto da un dramma teatrale di Tennessee Williams, facendo un film alla Elia Kazan, che tra gli sceneggiatori spicca un giovanissimo Francis Ford Coppola.
L'ambientazione è un paesino dove l'unica fonte di reddito la da la ferrovia vicina, e la bellissima Alva, ovvero la figlia della pensionante, è la preda più ambita dei ferrovieri del luogo, compreso l'amante della madre, che ci prova spudoratamente con lei.
Alva si sente stretta in quel piccolo mondo, vorrebbe una vita migliore, e quando arriva O…

Ciclo Horror Stories - The Lodger

Ok lo dico subito.
Questa non sarà una recensione lunga, anzi….
Questa sera voglio fare una recensione che ricalchi quello che ho provato prima, durante, e dopo la visione di questo filmetto.
Perché di filmetto si tratta, nulla di più.
Se fossi Ford questo film si beccherebbe fioccate di bottigliate e non scherzo, perché? Perché innanzitutto da delle grandi aspettative, e si attende il classico colpo di scena che ahimè non arriva mai.
Non succede niente, NULLA!!
Perché questo è un film vuoto che gira su se stesso, il regista è incapace di raccontare una storia ed è indeciso su come procedere nella narrazione.
I personaggi sono uno più superficiale dell'altro.
Perciò a lungo andare cosa manca a questo film?
Manca Innanzitutto una narrazione concisa, mancano i brividi, e manca la paura.
Soldi sprecati.
Sinceramente dal trailer mi aspettavo chissà che cosa...ma questo qualcosa non è mai arrivato.
Insomma in regista ha gettato la pietra, e poi l'ha ritirata incapace di raccontare …

Ore 15:17 - Attacco al Treno

Potete dire di tutto di Clint Eastwood, anche se le sue idee sono di destra è e resta un grande regista c'è poco da fare, e poi ognuno ha diritto di scelta altrimenti che democrazia sarebbe? Mettersi da una parte a senso unico non è affatto democratico.
Fermo restando che...scelte politiche apparte, ha sempre dimostrato di essere un liberale, infatti molti dei film che ha diretto, parlano di razzismo, di eutanasia, trapianti...argomenti delicati che vengono trattati umanamente, quindi io personalmente non voglio scagliarmi contro di lui, che, come regista merita, ed è nella veste di artista della settima arte che mi concentrerò per parlare del suo ultimo film.
Film che è tratto da una storia vera, con i veri protagonisti dell'attentato di parigi.
Alcuni hanno visto di questo film un opera reazionaria, e decisamente non è il miglior film di Eastwood, ma non è nemmeno un titolo da buttare via.
A me è piaciuto, anche se devo dire che gli preferisco  altri film.
Resta comunque un…

Downsizing

Seconda recensione oggi, e si parla di Downsizing, l'ultima pellicola di Alexander Payne.
Lo dico subito, è un film imperfetto, che nonostante abbia un soggetto interessantissimo purtroppo l'opera in questione non decolla mai.
Alexander Payne è sempre stato uno dei registi della nuova generazione, che ho sempre apprezzato, sin da quando ho visto Sideways.
Adesso questo film che mischia sia fantascienza che commedia mi sembra un po' pasticciato, secondo me, per mischiare i generi, ci vuole una struttura di fondo, rimane rintanata nel suo essere un emerito esercizio di stile, che affossa le potenzialità del film in questione.
Peccato davvero, anche perché le qualità per essere più di una semplice commedia fantascientifica ce li ha, solo che Payne si è perso nel fare un film divertente a tutti i costi dimenticando una cosa fondamentale: il coinvolgimento del pubblico.
Durante la visione non mi sono sentita vicina ai protagonisti, ma solo spettatrice.
Bisogna lasciarsi andare,…

Nelle Pieghe del Tempo

Il fantastico è da sempre uno dei miei generi cinematografici preferiti, perciò non mi sono fatto scappare questo film.
Tratto dal romanzo omonimo del 1963 di Madeleine L'engle.