lunedì 17 luglio 2017

Addio a Martin Landau

E dopo la notizia della dipartita di quello che è forse, uno dei più grandi registi horror della storia del cinema, ecco che anche un altro grande ci lascia, questa volta è un attore che ho ammirato tantissimo nel capolavoro di Tim Burton Ed Wood, dove interpretava Bela Lugosi, ruolo che gli ha fatto vincere un oscar...
Forse è il caso di conoscerlo un po' meglio, anche se materialmente non è più con noi.
Che dire, non ci sono parole...vi lascio con la sua interpretazione nel film di Tim Burton.






Ciao George








Ieri sera mentre aspettando la nuova puntata di Twin Peaks, guardavo Revenge, ho avuto grazie a Lucia Patrizi, amica di Facebook, la bruttissima notizia della morte di uno dei registi che ho scoperto in anni recenti, e che ho adorato fin da subito. George Andrew Romero.
Non ho parole per descrivere la tristezza che ho provato.
Quando decisi di avvicinarmi al suo cinema, mi piacque subito questo simpatico signore con gli occhiali che in una foto famosa sorrideva in maniera bonaria; ma è comunque il suo cinema che mi ha colpita maggiormente.
Impossibile restare non colpiti da un capolavoro come Dawn of the Dead, che considero il suo miglior film in assoluto, e che merita di stare al primo posto insieme a Shining, nella mia speciale classifica horror.
Ringrazio comunque Lucia per aver recensito dall'amico Robydick alcuni suoi film, che mi hanno fatto venire la curiosità.
Un altro grande genio della settima arte ci lascia...
Ciao George Grazie di tutto.

GEORGE ANDREW ROMERO
(1940-2017)

 

venerdì 14 luglio 2017

Sorpresa, Arwen su Youtube

Ebbene si, anche io ho ceduto al fascino di fare video su Youtube, e in questa torrida estate, in cui mi viene difficilissimo scrivere, ho provato a fare dei video, il risultato mi è piaciuto, scusate sono fatti in modo casereccio ma bene o male sono troppo simpatici, ho avuto il coraggio di gettarmi a capofitto, e il risultato è questo.
Ho commentato sia A Venezia un Dicembre Rosso Shocking di Nicolas Roeg, nei primi due video che ho pubblicato, sia l'ultimo film visto Track 29 sempre di Roeg.
Non prendetemi in giro mi raccomando perchè ci tengo.
Scusate anche la chewing gum dei primi due video xD.
Comunque ve li posto qui, e spero vi divertiate a guardarli.
ENJOY IT.








domenica 9 luglio 2017

Pride and Prejudice and Zombies

Film che non deve essere preso troppo sul serio.
Se cercate la ricercatezza, e il rispetto letterale dell'opera di Jane Austen allora statene alla larga, se cercate una supercazzola che si avvicina per divertimento e ironia all'horror ma senza toccarlo del tutto allora Pride and Prejudice and Zombies è il film che fa per voi.
Senza contare il divertito omaggio a Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen che ne fa un film particolarmente intrigante.

sabato 8 luglio 2017

True Blood Stagione 7

Credo che non ci voglia poi molto a capire cosa penso del finale di True Blood.
Serie che, ho seguito fino alla fine con un certo affetto, sia per la storia trasgressiva, sia per la venatura horror che ne facevano un prodotto intrigante che, senza dubbio lasciava intendere ben più di una semplice serie tv.
Fino alla quinta stagione bene o male questa serie tv era diventata una garanzia a casa Lynch, che certamente non potevo assolutamente perdermi, ormai ero una fan.
Però, a ben esser sinceri, io credo che fino alla quarta stagione si può dire che si difende bene, poi il nulla, il suo potenziale dark, horror e fantastico veniva buttato via, che da cult è diventato addirittura scult, un prodotto mainstream per accaparrarsi la simpatia di tutti quanti.
Quindi non è un prodotto per pochi eletti come lo era all'inizio; e aggiungerei peccato.
E l'ultima stagione ho aspettato tre anni per vederla, sia per mancanza di tempo, poi perchè visto le ultime due stagioni non all'altezza delle precedenti, aveva perso l'appeal, e quindi mi sono concentrata su altro.
Questa estate ho voluto vedermela per recuperarla e finirla, d'altronde è giusto terminare ciò che si è cominciato: nonostante sia questa ultima stagione ciò che di più patetico ci si possa aspettare, e un po' non mi aspettavo poi tanto.
L'hype non era certamente alle stelle, ma comunque ho voluto vederla lo stesso, quindi gli ho dato una chance.
Come mi aspettavo, non è certo una stagione memorabile, forse tutti gli episodi, sono i più brutti della stessa serie, per parlare dei migliori episodi io mi concentrerei tra le prime tre stagioni, tanto per fare un esempio.
E il finale  poi...lasciamo stare va.
E' un bene che sia finita True Blood, anche se mi aspettavo un finale decisamente migliore, perchè certamente se lo meritava.
Questa settima stagione è stata fatta solo per contratto, non c'era più la freschezza e l'intrigo dark delle prime stagioni.
True Blood resta una serie da vedere assolutamente, soprattutto le prime quattro stagioni, anche se io ci aggiungo la quinta perchè nonostante tutto gli voglio bene, poi lasciate perdere, non la continuate, però vi avviso che vi affezionerete ai personaggi come è successo a me, e poi volete senza dubbio capire come finisce.
E resterete decisamente con l'amaro in bocca.
Per ora è tutto.


Breaking Bad Stagione 2

Si lo so, sono latitante e me ne rammarico, ma con questo caldo mi è assolutamente difficile scrivere recensioni, dato che da me in sicilia ci sono 30° per ora.
Cerco di tornare nel blog per poter recensire la seconda spettacolare stagione di Breaking Bad, che non solo è intrigantissima, ma supera addirittura la prima stagione in quanto a qualità.
Vince Gillian è uno con le palle, c'è poco da fare, e Walter White è ormai diventato uno dei characters a cui mi sono molto affezionata, spero di vedere molto presto la terza stagione per potervene parlare qui alla fabbrica.
Allora la seconda stagione è più lunga della prima, ci sono 13 episodi, e questo fa presagire qualcosa che potrebbe essere allo stesso tempo una buona idea oppure una cavolata assurda.
Ora voi mi chiederete, la seconda stagione vale la pena vederla?
Decisamente si, ve la consiglio con tutto il cuore, questa seconda stagione è ancora più drammatica della prima, e anche la più intricata.
Rispetto alla prima stagione però si è voluto puntare dritto all'empatia, cosa rara di questi tempi specialmente con i proseguimenti, che non sempre riescono.
Cosa differente con Breaking Bad, che sembra proseguire un discorso tutto suo, su una strada difficile, che certamente altri avrebbero toppato.
Questo non succede con questa serie tv, che è ormai entrata nel cuore a casa Lynch, e sapete che dire questa cosa è assai difficile per qualsiasi prodotto scelgo di vedere.
Breaking Bad è diversa.
In base a un certo punto di vista, che può sembrare patetico solo a chi è senza cuore, ma sfido chiunque a non immedesimarsi davanti a un personaggio coi controcaxxi come Walter White, che, non sarà mai uno stinco di santo, ma è un essere umano, con i suoi grandi problemi, un figlio con problemi di paralisi cerebrale, che adora il padre e cerca di aiutarlo per la sua lotta al cancro; non sapendo ovviamente il suo segreto: ovvero che produce e spaccia metaanfetamina.
Qui Walter diventa papà, per la seconda volta e deve combattere sempre con gli spacciatori per poter vendere la sua roba, gli scontri con Jesse non mancano nemmeno in questa seconda stagione, dove sin dall'inizio dovranno fare i conti con uno spacciatore pericolosissimo che ha il grilletto facile. Vedere l'inizio per capirlo.
Insomma, avete capito che adoro questa serie tv no?
La seconda stagione è ancora più coinvolgente della prima e anche molto più toccante.
Non si può non volere bene a Walter e alla sua famiglia, io gli voglio bene, anche con tutti i suoi difetti, resta un padre esemplare e un personaggio incasinatissimo, insomma Walter è uno di noi.
Nonostante tutto, cerca sempre di dare il meglio di se, anche se per farlo usa metodi al quanto discutibili.
Ma è un essere umano, e solo per questo va accettato così com'è.
Ci sono scene molto toccanti che colpiscono per la loro intensità.
In conclusione, la scrittura e la regia sono eccellenti, bello anche il personaggio della vicina di Jesse, che poi sul finire scopriremo che le succederà.
Ovviamente non vi anticipo nulla, per non rovinarvi la sorpresa se ancora non l'avete visto.
Da vedere Assolutissimamente.



lunedì 3 luglio 2017

Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse

Di solito non guardo mai i film cosidetti per famiglie, mi sembrano piuttosto sdolcinati, lacrimevoli e buonisti.
Questa volta invece ho cambiato idea: complice quel bellissimo blog del cinefilo più ganzo della blogosfera, il mitico, il solo e unico Ford, che sinceramente parlando, certe volte fa uscire dal suo cappello delle vere chicche.

mercoledì 28 giugno 2017

Loving

La storia del film racconta della causa dei coniugi Loving, contro lo stato della Virginia, per fare invalidare le leggi segregazionaliste che vietano matrimoni interraziali, motivo per cui sono stati imprigionati e divisi per oltre nove anni.
La storia è vera, sembra assurdo ma è così, lui è bianco e lei è nera, nell'america perbenista di fine anni cinquanta non era ben visto un matrimonio interraziale.

The Void

E oggi parliamo di The Void, film di cui molti vedono l'horror dell'anno, io non sono di questo parere, e presto vi spiego il motivo, innanzitutto è un film piuttosto blasonato, però ha una grandissima potenzialità per essere un opera interessante, e dall'inizio sembrerebbe proprio fosse così, poi man mano che la storia va avanti si comincia a capire che qualcosa non torna, e quel qualcosa che NON TORNA esplode nel finale assolutamente assurdo che rovina una storia che poteva essere interessante, con una soluzione scontatissima.

lunedì 26 giugno 2017

T2 - Trainspotting

Potevo perdermi il sequel a vent'anni dall'originale di Trainspotting? Assolutamente no, anche se per vederlo ho dovuto aspettare parecchi mesi, poco importa.
Ah quando non si ha la possibilità di andare al cinema è tutto molto più difficile, ma non importa, l'importante non è come si vede, ma che il film si vede.
Punto.
E io semplicemente l'ho visto.
Mi è piaciuto? Voi che dite?

Song To Song

Anche oggi recensisco, oh c'è decisamente un film particolare che ho selezionato per voi, Song To Song, ultimo lavoro di Terence Malick.
Diciamocelo, in confronto a quel pippone di To The Wonder avevo qualche riserva nella visione, ma comunque poi ho deciso di dargli una chance.
Questo segue una narrazione molto simile, ma bene o male a differenza ha una struttura capace anche di coinvolgerti, e menomale direi.

sabato 24 giugno 2017

Hungry Hearts

Mestiere difficile quello di genitore...
Lo sanno i protagonisti di questo straordinario film, il primo film che ho visto diretto da Saverio Costanzo, che è anche il suo ultimo film.
Come ho detto prima è un film difficile, e oggi voglio spiegarvi con parole semplici cosa questo film mi ha lasciato perchè è un opera difficilissima e particolare, troppo facile condannare la madre protagonista, come è troppo facile non capire.

martedì 20 giugno 2017

The Walking Dead Stagione 4

Si è vero, di solito è la domenica che recensisco le serie tv, ma siccome questa l'ho finita di vedere l'anno scorso ed è rimasta lì a prendere polvere fino a quando non si è ripresentata l'occasione di recensirla finalmente.
La quarta stagione comincia dove finisce la terza stagione, troviamo i superstiti alla battaglia col governatore che si sono accampati nella prigione e si nascondono cercando di sopravvivere, allo stesso tempo devono lottare continuamente per salvarsi la pelle.
Ci sarà anche lo scontro finale con il governatore, e chi vincerà?
Come sapete non spoilero, però posso sicuramente dire una cosa: innanzitutto si è abbassato il livello di qualità in questa quarta stagione e me ne rammarico, anche perchè seguo ormai da diversi anni questa serie tv, e ho già in cantiere la visione della quinta stagione, forse uno di questi giorni, l'importante è continuare, sapete cosa c'è che non va?
Secondo me ha perso l'appeal delle prime stagioni.
Mi spiego, se nelle prime stagioni ti teneva letteralmente incollata al piccolo schermo, in questa si vede benissimo che è stata fatta con poca ispirazione.
Lo si nota dalla stanchezza in cui viene messa in scena la storia.
Spero almeno che nella prossima stagione che vedrò molto presto, si riprenda un po' ma ho come il sentore che le cose andranno sempre peggio.
Comunque sia una chance gliela voglio dare comunque, anche perchè l'ho cominciata ed è giusto finirla, vediamo che succede nella prossima stagione.
Siamo sempre qua no?
Nonostante tutto è sempre un cult a casa Lynch, c'è poco da fare, quindi è giusto sapere come va a finire la storia anche se questa stagione non ha raggiunto le mie aspettative e aveva un sacco di ottime potenzialità per riuscire in pieno.
Peccato, comunque nonostante tutto è una serie tv a cui voglio molto bene, e che non lascerò nel dimenticatoio nè la mollerò.
La finirò, anche se dovessi scoprire che si rivelerà una paraculaggine non importa, ormai che sono in ballo, direi di continuare a ballare.
Nonostante tutto.
Cosa c'è che non va? Innanzitutto ci sono parecchie (pure troppe) scene d'azione e di sparatorie, siamo nel bel mezzo dell'apocalisse zombesca, ed è una guerra senza esclusione di colpi che non lascia speranza per nessuno.
In un certo senso, pur con tutti i suoi difetti, questa stagione si fa volere bene, ed è giusto metterla nei guilty pleasure.
Tutto qui? Diciamo di si dai, l'importante è stato finalmente recensirla, il resto non conta.
Comunque sia sono e resto affezionata a Rick Grames e soci, e solo per questo continuo a seguirla.


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...