Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

E anche la Fabbrica dei sogni va in vacanza...

Si anche la Fabbrica dei Sogni va in vacanza, e quest'anno le vacanze saranno lunghissime, cominciano proprio oggi per finire il 7 Gennaio giorno che cominceranno i lavori alla fabbrica, si sono lunghette vero? Eh si...lo so...ma non vi preoccupata che qualche recensione posso anche programmarla nei giorni che non sono di festa, quindi in un certo senso sono in vacanza ma sempre qui con voi, non è bello? Intanto vi auguro Buon Natale a tutti quanti e un felice anno nuovo, vi offrirei anche il panettone e lo spumante ma sul web certe cose non entrano, ve li offro virtuali ok? Si lo so è poco ma meglio così che non averne affatto :D.
Intanto con l'avvento dell'anno nuovo ci saranno parecchie novità alla fabbrica, per renderlo nuovo e giovane al passo coi tempi, ve ne parlerò giorno 7 va bene?
Ma intanto godetevi le feste natalizie e divertitevi va bene?


Jobs

Steve Jobs colui che ha rivoluzionato il mondo dell'informatica e ha creato la Apple, che ha cambiato la tecnologia del mondo intero, nella biografia interpretata da Ashton Kutcher nel ruolo di Jobs.
Questo film non offre grandi interpretazioni degli attori protagonisti, ma a differenza di The Social Network ha una regia statica, quasi assente, lascia troppo spazio agli attori quasi come il regista abbia dato carta bianca agli attori, di certo non è al livello dell'opera di David Fincher che sapeva dirigere e personalizzare il film anche con una certa critica nei confronti di Zuckerberg, qui la regia è praticamente assente dando a Kutcher e al suo personaggio tutto il film sulle spalle, e non solo a lui.
E qual'è il punto forte? Il punto forte sta nella sceneggiatura, brillante e scorrevole esattamente come il film, Kutcher somiglia a Jobs in maniera impressionante, se guardate le foto di lui da giovane con il protagonista del film vi stupirete e senza dubbio credo che che…

Erin Brockovich - Forte come la verità

Ci vuole una donna con le palle per smascherare gli imbrogli di una società elettrica che nel terreno mette cromo esavalente avvelenando le falde acquifere delle abitazioni vicine, ma oltre questo ci vuole un avvocato che sa il fatto suo, e che non si lascia ammammolare con ricche offerte di grandi imprenditori per evitare il tracollo fidanziario, eh no, l'accoppiata vincente composta da Erin e l'avvocato Ed Masry va fino in fondo alla cosa, anche se dovrà lottare per convincerlo a prendere la causa, andando a parlare casa per casa con le persone colpite da tumore, per mettere insieme prove che possono dare inizio alla causa, il lavoro è difficile e complesso e assorbirà molto tempo alla nostra eroina, ma essendo una che non si arrende facilmente va fino in fondo alla storia nonostante tutto.

Erin Brockovich è il film e soprattutto il ruolo che ha consacrato la diva Julia Roberts, grazie anche alla bravura di Steven Soderbergh nel tratteggiare una storia realmente accaduta in …

Il postino suona sempre due volte

Ed ecco la versione più esplicita del capolavoro letterario di James M Caine tradotta sullo schermo, con due grandissimi attori, la straordinaria quanto sottovalutata Jessica Lange e Jack Nicholson protagonisti di una storia d'amore complessa incentrata da un altissima attrazione fisica.
Il postino non è il classico Noir in cui la moglie uccide il marito in complicità dell'amante per incassare il malloppo, no, la storia è molto complessa e articolata, ammetto che non ho ancora visto le versioni precedenti e perciò non farò confronti apparte la versione di Visconti Ossessione che ho visto.
Rispetto al film di Visconti, Bob Rafelson ha fatto un opera senza fronzoli, nuda e cruda, che non lascia nulla all'immaginazione ma è senza dubbio la più realistica, merito di una regia schietta e sincera e di una sceneggiatura particolarmente accattivante.
Jack Nicholson e Jessica Lange dimostrano di conoscere bene i loro personaggi, che non possono essere giudicati in modo stereotipato …

Prisoners

Ed eccocci qui, e recensiamo anche il primo film americano di Denis Villneuve, che racconta una storia di tensione e d'angoscia, di due bambine che durante la festività del ringraziamento, mentre giocano spariscono misteriosamente senza lasciare traccia, a farne le spese è un minorato mentale che viene rapito dal padre di una delle bambine e lo tortura per scoprire la verità, ma il poliziotto segue la pista più razionale e anche la più esatta, mentre il padre si lascia andare alla rabbia.
Un grande film, devo dire fatto benissimo, a differenza di tanti autori che si americanizzano Villneuve fa un film polemico sull'america e soprattutto su come gli americani sono diventati.
Hugh Jackman nel ruolo di Keller Dover finalmente dimostra il suo talento in un film capace di spiazzare ed indignare, con una trama complessa e ben articolata, tutto è giocato sulla suspance e sulla tensione emotiva.
Le due bambine rapite diventano il simbolo di una società in preda alla tensione e alla pa…

Rosso come il Cielo

Ci sono certi film che vale la pena guardare, ma non solo guardare ma anche avere, titoli piccolissimi che per alcuni non sono da tenere in considerazione, anzi per la maggioranza, ecco che si rivelano dei grandi, grandissimi film.
E' il caso di Rosso come il cielo, diretto da Cristiano Bortone che racconta la storia vera del più grande montatore del suono italiano, che sin da piccolino è stato costretto a studiare in una scuola per cechi, e da una idea all'inizio banale ha iniziato ad usare i suoni e da questi suoni ha cominciato a vivere come una persona normale, lui vede attraverso i suoni ed è proprio questa sua abiltià a trasformare l'istituto da chiuso nellle sue abitudini dovrà rendersi conto di considerare anche altre vie per considerare i bambini, e così i ragazzi dell'istituto avranno una motivazione in più per dimostrare che anche se sono ciechi possono fare ciò che il loro cuore desidera.

Cristiano Bortone traduce per lo schermo una storia vera capace di fa…

A Mia Sorella

Questo film è disturbante,  ma questo non vuol dire che non sia un ottimo film.
E' disturbante perchè è costruito come un vero pugno nello stomaco, e finisce da pugno nello stomaco, ammetto che è il primo film che vedo di Catherine Breillat, e decisamente credo che sia una regista interessante.
Al centro la sessualità femminile, due sorelle Elena la più grande, filiforme e inseguita dai ragazzi, Anais la più piccola decisamente sovrappeso, e la sorella non fa che puntualizzare questo dato che i genitori non la lasciano uscire se non è accompagnata dalla sorella.
Elena viene corteggiata da Fernando, un ragazzo italiano che studia all'università, e che grazie ad un anello fa l'amore con lui, la sera dopo, quella prima con sua sorella presente nella stanza fanno solo sesso anale perchè la ragazza non vuole perdere la verginità.
Dicevo, dopo che la ragazza ottiene l'anello in regalo Elena va fino in fondo, fino a quando la madre del ragazzo non lo reclama.
Le vacanze finis…

Il potere dei soldi

Ok, lo so; quando ci sono i soldi di mezzo ci credete subito eh? Aspetta, si so da dove è presa questa frase, da un film con Nicole Kidman, che in questo film centra eccome, il film con la Kidman centra un po' meno però.
Al centro di tutto c'è un giovane che per una bravata rischia di perdere il posto di lavoro, allora il suo capo lo mette un bivio: per salvare il suo posto di lavoro dovrà fare da spia alla concorrenza, ma ben presto si trova immischiato in un gioco più grande di lui, quello che i grandi capi non sanno è che il giovane ha un asso nella manica.

Robert Lucketic stavolta punta grosso, mettendo da parte le commedie con cui è diventato famoso, adesso gira un film più impegnativo, e con un cast d'alta classe; basti pensare ai due mostri sacri Il sempre bravissimo Gary Oldman che io apprezzo molto; e il mitico Harrison Ford.
Come è stato il cambio di genere per Lucketic? Piuttosto controverso direi, avendo un cast e un plot Bigger Than life si poteva almeno fare …

A Royal Affair

Ok, ecco l'ennesimo film polpettone che parla di amori e tradimenti delle famiglie reali, si ad alcuni potrebbe anche piacere, a me ha annoiato a morte.
Credo anche di non essere la sola a pensarlo, perchè purtroppo se da una parte la ricostruzione storica è impeccabile, dall'altra prevale una costruzione della trama che non si cura delle emozioni del pubblico...grosso sbaglio.
Si lo so, ora mi dite è un film europeo, ma come li guardi tu i film? Oh ragazzi non è che ognuno davanti a un film ha le stesse reazioni, per carità, quindi non prendete per oro colato solo le mie parole, potete anche criticarle non mi offendo mica sempre che la vostra critica sia ovviamente costruttiva.
Ma andiamo a noi, c'è l'attore de Il SospettoMads Mikkelsen, che è uno dei motivi per cui vale la pena di vedere il film.

La trama racconta del re Christian VII che sposa sua cugina, la principessa Caroline Mathilda, sorella di Giorgio III. L'instabilità mentale del sovrano comincia a fars…

Dark Skies - Oscure presenze

No, non è il classico horror, ma è un film di paura...e non credo neanche a quello che dice la copertina, il più spaventoso film sui rapimenti alieni mai girato, però è fatto bene e i salti sulla sedia non si contano.
La su è una paura sottile, quasi silenziosa, ma non è meno minacciosa di tante altre situazioni.
Al centro c'è una famiglia, i Barrett con due figli, uno quasi un teenager e l'antro ancora bambino, sono testimoni di eventi soprannaturali sconosciuti che disturbano la vita sin da quando il più grande era piccolo, ma i poveri genitori come fanno a scoprire di cosa si tratta e perchè gli succedono queste cose? Passerà non poco tempo quando si accorgeranno che la loro casa è stata violata da qualcuno, che ha lasciato bizzari segni della loro presenza in casa, così devono ripristinare l'allarme, ma le cose andranno ancora peggio, la notte dopo l'installazione del sistema d'allarme si accorgono che tutte le porte sono state aperte e che le foto di famiglia…

Misfits stagione 1

Urcaaaaaaaaa ma che cos'è?
E' un telefilm di super eroi? NOOOOOOOOOOOOO
E' un telefilm i cui personaggi hanno poteri magici? NOOOOOOO
E allora che è?
Aaaaaah ho capito...hehehe si ora ci siamo i personaggi sono dei ragazzi ai servizi sociali che sono vittime di una tempesta misteriosa che ha dato loro vari poteri, ma non diventano mica supereroi al servizio dell'umanità, anzi vivono convivendo con questi poteri e la cosa buffa è che devono uccidere il loro sorvegliante perchè il temporale lo ha fatto diventare una minaccia per i ragazzi.
Nathan, Simon, Kelly, Curtis e Aisha devono imparare a scoprire i loro poteri, Nathan crede di essere l'unico a non aver acquisito un potere, Simon può diventare invisibile, Kelly legge i pensieri altrui, Curtis riavvolge il tempo e Aisha scatena eccitazione sessuale negli uomini.
Nella prima stagione devono fare in modo di non essere scoperti dalla fidanzata del loro sorvegliante che sta facendo le indagini sulla sua scomparsa.

I …

Il Fantasma dell'Opera

Ed ecco a voi la versione cinematografica del musical The Phantom of the Opera di Andrew Lloyd Webber a sua volta ispirata all'immortale romanzo di Gaston Leroux, devo comunque dire che forse la versione italiana, con le canzoni addirittura doppiate, mette un po' ombra al film originale, e c'è anche una pesantezza che poteva essere evitata...se mettevano i sottotitoli magari il film si godeva ancora meglio.
Joel Schoomacher non è certo un regista da Musical, e lo si nota per una certa approssimazione nella storia, anni fa vidi una versione televisiva con Burt Lancaster, e nel ruolo del fantasma c'era Charles Dance che mi colpì moltissimo e mi piacque molto più di questo film.
Peccato perchè ha come protagonista un figaccione come Gerard Butler, anche se come fantasma è sexy non è credibile, ma va da se nel film fa la sua porca figura, il film non è giocato sull'oscurità, come forse il musical è incentrato d'altronde il romanzo originale punta tutto su questo, s…

Philadelphia

Negli anni novanta i tempi erano cambiati, una star come Freddie Mercury morta di Aids ha fatto capire che il problema non poteva più essere nascosto, e così hollywood non ci ha pensato un attimo e con la regia di Jonathan Demme fresco di successo del suo capolavoro Il silenzio degli innocenti, ha fatto un film con protagonista un omosessuale per via delle accuse di omofobia che gli venero fatte dopo l'uscita del film precedente, mettendo a tacere le voci accusatrici.
Eh si, i tempi allora erano cambiati, Tom Hanks nel ruolo della vita che gli ha regalato il suo primo oscar e ha aumentato la sua fama, insomma è la consacrazione.
Un ruolo difficile e sofferto che Tom Hanks interpreta in modo magistrale, regalando al pubblico una delle migliori performance degli anni novanta.
La storia è quella di un avvocato omosessuale che viene licenziato dallo studio perchè i capi hanno scoperto il suo orientamento sessuale e in più ha l'aids; la ragione che hanno portato come causa del lic…

Californication stagione 1

Lo ammetto, Hank Moody è il mio eroe, però diciamolo, all'inizio è stato uno choc vedere colui che ha interpretato uno dei personaggi televisivi più controversi della storia del piccolo schermo trasformato in uno scrittore in crisi creativa, ancora innamorato della sua ex compagna, che scopa continuamente, persino con la figlia sedicenne del nuovo compagno della sua ex compagna.
Con questi presupposti all'inizio pur apprezzando il modus operandi di questa goliardica serie tv, non è stato certo un bel vedere, ma puntata dopo puntata piano piano ha lasciato il segno nel mio cuore.
Cosa penso di questo telefilm? Strafico, Gasato, ultracool, il sesso finalmente è narrato in maniera comica e bizzarra e come protagonista di un telefilm abbiamo uno simile a tutti noi, insomma Hank Moody è un po' tutti noi, il che è un punto a suo favore e al nostro.
Obiettivo di Hank: riconquistare l'ex compagna ed essere un buon padre per sua figlia, sfogando col sesso compulsivo le sue fru…

The Walking Dead Stagione 2

E la seconda stagione di The Walking Dead è qualcosa di fenomenale. Se la prima è stata straordinaria la seconda è molto ma molto meglio, dimenticate qualsiasi cosa abbiate visto nella prima, perchè la seconda stagione promette colpi di scena che vanno dalla prima all'ultima puntata.
Ci sarà anche la perdita dell'umanità verso la fine, e la consapevolezza che forse sono tutti contagiati, innanzitutto comincia con la sparizione della piccola Sofia, e il ferimento del figlio di Rick, il bambino verrà curato da un anziano in una fattoria, Hershell Green ma per poter tornare come prima bisogna andare all'ospedale e rischiare di incontrare qualche zombie...il che vuol dire rischiare la propria pelle.
Sarà Shane ad andare a prendere l'occorrente per operare il bambino, ma ucciderà colui che lo ha accompagnato, inizialmente si comprende per poter salvare il bambino, ma man mano che la stagione va avanti avviene un cambiamento incredibile in lui; si rasa la testa, comincia ad…