Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

Il mio 2017 - Le Serie tv

Ecco il post celebrativo per il 2017, per quanto riguarda le serie tv.
Ce ne sono state davvero tante di serie tv quest'anno, l'evento televisivo è stato senza dubbio Twin Peaks, che lo dico senza tanti giri di parole che è la mia serie tv dell'anno.
E' inutile girarci intorno; il ritorno di Lynch e Frost è destinato ancora una volta a far discutere, e a far parlare i fans, vecchi e nuovi, di quella che è per tutti La madre delle serie tv.
E di serie tv si è parlato abbastanza quest'anno alla fabbrica, tra la fine di Glee, vero e proprio cult a casa Lynch, alla fine di True Blood, Fringe e Revenge, che nonostante la rabbia iniziale della protagonista e la sua sete di vendetta, è finita con un barlume di speranza allontanandosi dalla rabbia della vendetta.
Se queste serie tv sono finite, ne sono arrivate anche altre: Fargo, Ash vs Evil Dead, La miniserie Big Little Lies, Fear the Walking Dead, Penny Dreadfull, Homeland, The Originals, Master of Sex e Glow, di cui d…

Il Mio 2017 - Horror Time

Ecco il post  celebrativo del cinema visto in questo spumeggiante 2017 dedicato al cinema horror, e di horror si è parlato a lungo quest'anno alla fabbrica, complice la scoperta del blog di Lucia, ho potuto vedere e scoprire vari horror che mi sono piaciuti. Il migliore per me resta Hellions, ma ci sono stati anche The Void, Bornless Ones, Be Devil e tanti altri. A settembre è cominciato anche il ciclo del martedì del cinema horror che tornerà a breve, con altri film che vedrò presto. Il cinema horror per me che sono una vera horrorofila onnivora è un qualcosa che non mi lascio mai scappare. Anche se devo ammettere che ultimamente stanno uscendo diversi horror molto interessanti.
E' anche uscito anche un nuovo capitolo della saga di Alien, Alien Covenant, che è prontamente passato per gli schermi del mio pc, ma sono arrivati anche 31 ritorno al cinema del celeberrimo Rob Zombi rocker metallaro che si è dato al cinema, il sopravvalutato La Cura del Benessere, Life, Regression,…

Ovunque Nel Tempo

Ho sempre amato i film fantastici...non solo perché ti trasportano in luoghi mitologici, ma perché alcuni di essi hanno dei contenuti che ti trasportano lettaralmente in storie che hanno un sapore unico e un romanticismo essenziale.
Come questo bellissimo Ovunque nel Tempo che sto recensendo per voi in occasione delle feste natalizie per tenervi compagnia, per me ha rappresentato l'occasione di vedere un altro lavoro di un regista di cui anni fa ho ammirato una miniserie tratta dai romanzi di Wilbur Smith, La Montagna dei diamanti.

Il Mio 2017 -Viaggio negli anni '80

Come promesso ieri, ecco a voi il post dedicato al viaggio negli anni 80 intrapreso in questo 2017 ormai quasi giunto al termine.
Tutto cominciò verso febbraio, in cui mi resi conto che effettivamente non avevo poi visto molti film degli anni ottanta, allora ho cominciato a recuperare diversi titoli, alcuni li ho recensiti, altri arriveranno a brevissimo, e comunque fa sempre bene recuperare alcuni titoli importanti.
Di film degli anni 80 quest'anno ne ho visti parecchi: si fa da Il Sole a Mezzanotte, debutto americano della nostra Isabella Rossellini con la regia di Taylor Hackford, a Un Compleanno da Ricordare di John Huges,fino allo strampalato Roxanne di Fred Schepisi con Daryl Hannah e Mi sono innamorato di un cervello con la per me sempre mitica Kathleen Turner.
Per continuare con il malinconico ma bellissimo Parenti amici e tanti guai di Ron Howard con un giovanissimo Joaquin Phoenix che si faceva chiamare con un altro nome.

E che mi dite di Robocop, Danko, Due vite in gio…

Il Mio 2017

Non voglio fare le solite classifiche che si vedono in giro tra i bloggers, perché risulterei ripetitiva, invece io voglio raccontarvi il mio 2017 sia al cinema che in tv, anche se le serie tv sono arrivate nella seconda metà dell'anno, poco importa.
L'inizio dell'anno non è stato proprio idilliaco, e avevo pochissima voglia di guardare film, finchè non rividi un vecchissimo tv movie degli anni ottanta che vidi quando ero molto piccola con addirittura mia madre che in un certo senso ho sempre rivisto con piacere e interesse Quando una donna...titolo italiano del film, c'è anche la Sara Palmer di Twin Peaks, quindi visioni a rotazione, ma prima ancora cominciai addirittura con un porno...Fantastica Moana...mo ve lo dico, una porcata di dimensioni colossali giocata tutta sulla f..a della ormai defunta Moana Pozzi, pace all'anima sua, siccome i porno non mi sono mai piaciuti, la visione si è accattonata subito per altre visioni decisamente più interessanti.
Fu verso …

L'uomo di Neve

Come l'amico Ford ha detto, L'uomo di Neve è un film che si preannuncia molto deludente.
Il fatto è  che avevo molte aspettative su questo film...aspettative che si sono rivelate deluse.
Non voglio ripetermi, dico soltanto che per un thriller la cosa che lo uccide è una sola: LA NOIA, e l'uomo di Neve è un film noioso.

Cineclassics - Quattro Passi fra le nuvole

E come ogni domenica, ecco l'appuntamento con Cineclassics, il ciclo di film che vanno dal 1900 al 1969, e che ogni domenica presenta un capolavoro, e questa domenica tocca a un film italiano, da cui è stato tratto il remake del 1995 Il Profumo del mosto selvatico, che è un buon film, ma certamente non è all'altezza del capolavoro di Alessandro Blasetti, interpretato da Gino Cervi e Adriana Benetti.

Blade Runner 2049

Adesso tocca a me parlare del seguito di Blade Runner.
Non è facile bissare la qualità di quello che è ormai uno dei capolavori della storia del cinema, e soltanto un regista come Denis Villeneuve, poteva dirigere il remake che già si preannunciava un operazione assai difficile.
Allora mi è piaciuto o no questo film?
La risposta è ovviamente...leggete la mia recensione.

Monty Python e il Sacro Graal

Dopo la rassegna dedicata a Peter Weir, comincia quella dedicata a uno dei registi più particolari e complessi che la settima arte ha mai creato.
E' con grandissimo piacere che comincia proprio oggi la rassegna dedicata a Terry Gilliam, cominciando proprio dal suo film d'esordio: Monty Python e Il Sacro Graal.
Perché direte voi? Perché si rispondo io.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Gallipoli - Gli Anni Spezzati

Con un giorno di ritardo, ma pazienza, si conclude il viaggio nel cinema di Peter Weir con il film Gli Anni Spezzati che avevo visto con mio fratello anni fa.
Rivederlo un altra volta mi ha dato la conferma che un regista come Peter Weir ha un talento eccezionale, le tematiche del suo cinema ormai le conoscete, ne ho parlato lungamente durante questa bellissima rassegna che ahimè si conclude proprio oggi.

Liebster Award 2017

Innanzitutto mi scuso per il ritardo...di parecchi mesi.
Siccome non sono ipocrita ho deciso di premiare alcuni blog che ritengo amici, diciamo a quelli che secondo me meritano più attenzione.
Rintrazio S O L A R I S e anche Pietro Saba World che ringrazio di cuore, dunque le regole

1) Ringraziare e Rispondere alle 11 domande di chi ti ha premiato
2) Premiare gli 11 blogger meritevoli che non raggiungono i 200 followers
3) comunicare la vincita agli altri bloggers premiati
4)  Proporre ai premiati altre 11 domande

Ok alloooora, rispondo alle domande di Solaris
1 - Netflix e lo streaming (Legale) fanno bene o male al cinema?
Io dico che semplicemente sostituiranno la sala cinematografica, purtroppo le nuove tecnologie metteranno al bando i vecchi cinema, io spero vivamente di no...ma la realtà dei fatti purtroppo è questa :(
2- Mentre state vedendo un film al cinema fate silenzio assoluto oppure fate commenti con il vicino di poltrona?
Il silenzio è la regola principale, nessuno mi deve dis…

Nashville

Ed eccocci giunti alla recensione di quello che è secondo alcuni uno dei più grandi film musicali di tutti i tempi.
Si dice sia il primo film corale di Altman, cercherò nel mio piccolo (e con le mie conoscenze) di fare una recensione dettagliata dell'opera in questione, perché prima di tutto è uno di quei film a visione obbligatoria, se amate il cinema, e soprattutto è il ritratto di un epoca, gli anni settanta americani, quelli che venivano subito dopo la guerra in Vietnam, all'epoca del watergate.
Robert Altman fa un ritratto spietato di quell'america, ambientando il tutto nella settimana del festival della musica country di Nashville.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.

Il Lungo Addio

Seconda recensione dedicata a Robert Altman, anche oggi torna il suo cinema, e ho deciso di recensire Il lungo Addio, protagonista Elliot Gould, che aveva già lavorato con Altman in M*A*S*H che sarà recensito molto presto.
Il Lungo Addio è tratto dall'omonimo romanzo di Raymond Chandler, allo stesso tempo fa una satira sugli stereotipi americani.
La cosa curiosa è che questo film, come tutti i grandi film, è stato rivalutato dalla critica con il tempo, adesso è considerato al pari di un capolavoro nella filmografia di Robert Altman.
Io ho il piacere di dirvi che per questa rassegna è stato il primo film che ho visto, ma che ho deciso di recensire dopo I Compari, per una questione cronologica.

Ciclo Horror Stories - February

Questo è il film che non ti aspetti.
Innanzitutto se non amate certe introspezioni vi consiglio di starne alla larga, ma se amate alcuni stratagemmi che sono insoliti al genere horror, e cercate anche qualcosa di nuovo è il film che fa per voi.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Inferno

Ennesimo film dedicato alle avventure del professore di simbologia religiosa Robert Langdon, che in questo film si ritrova a Firenze quasi privo di memoria, ma ad attenderlo c'è una donna misteriosa che è disposta ad aiutarlo.
Con lei cercherà di ricostruire cosa gli è successo e sventare il piano di una società segreta di diffondere un virus mortale che potrebbe distruggere l'intera umanità.

Questa settimana special su Robert Altman

Si, avrei dovuto fare altro lo so e lo ammetto...ma...la curiosità ha preso il sopravvento e così invece di finire l'editing ho visto film, cercherò di finirlo entro la fine della prossima settimana lo prometto...comunque sia non vi lascio soli, la prossima settimana per sette giorni consecutivi ci sarà un film al giorno diretto dal grande Robert Altman, alcuni li ho già recensiti e sono programmati.
L'appuntamento è da domani alle 17:00 quindi non mancate mi raccomando i titoli non ve li dico perché devono essere una sorpresa così come è stata una sorpresa intraprendere questo viaggio per me, non vi preoccupate le rubriche non si prenderanno una vacanza, saranno presenti e cercherò di programmarle per le otto di mattina come faccio dalla settimana che sta per concludersi...comunquesia il viaggio nel cinema di Robert Altman non si conclude questa settimana, ma sarà presente ogni weekend a partire dalla prossima con un film al giorno ovviamente, per quanto riguarda Riguarda &a…

Cineclassics - La Contessa Scalza

Nuovo appuntamento con Cineclassics, il ciclo di film del passato dove viene recensito ogni domenica, per questa settimana ho scelto il bel film di Joseph L Mankiewicz La Contessa Scalza, con Humphrey Bogart e Ava Gardner.

Riguarda & Recensisci - Barry Lyndon

Riguarda & Recensisci
Credo che la definizione di capolavoro per certi film non sia affatto riduttiva.
Continuando lo special sul più grande regista della storia del cinema, come secondo film non potevo scegliere che Barry Lyndon.
Chiunque si sia imbattuto in questo film avendolo scelto per la visione, avrà sicuramente capito che si tratta forse del più grande film che nell'ambientazione del settecento, ovvero il secolo dei lumi, abbia ammirato la straordinaria fotografia di questo sorprendente film.
Impossibile non capire che le luci sono naturali, grazie al quale questo rigoroso rispetto delle ambientazioni, ne ha fatto uno dei punti cardine di  questo capolavoro.
Per non parlare del fatto che ogni scena sembra un quadro in movimento.

Riguarda & Recensisci - Witness - Il Testimone

Penultimo appuntamento col cinema di Peter Weir, che, ammetto è stato uno dei viaggi cinematografici più sorprendenti che abbia mai fatto in vita mia, oggi in esame, c'è uno dei film più famosi del regista australiano, il primo girato in America: Witness - Il Testimone.
Come volevasi dimostrare, ad essere protagoniste, sono di nuovo persone provenienti da culture diverse, ormai un marchio di fabbrica, di questo autore, che non ha paura di sporcarsi le mani, e di parlare apertamente di argomenti che molte persone non accetterebbero.
La cornice in cui si svolge questo thriller è l'america, in cui si racconta la storia di un bambino Amish testimone di un omicidio, a difendere il piccolo ci pensa un poliziotto; John Book che entra in quella comunità a lui sconosciuta, all'inizio all'insaputa dei suoi colleghi che lo cercano perché vogliono uccidere il bambino, per salvaguardare l'altro poliziotto che ha commesso un omicidio di cui il piccolo è il testimone involontari…

Come Eravamo

Mi sono accorta che non avevo recensito neanche un film di Sydney Pollack, eppure ne ho visti diversi, quindi mesi fa ho deciso di fare una rassegna, che comincierà prossimamente, intanto gustatevi questa mia recensione di Come Eravamo.

Arma Letale 3

Terzo capitolo del franchise a metà strada tra il poliziesco e l'action con protagonisti Mel Gibson e Denny Glover, nei rispettivi ruoli di Riggs e Mortaugh.
Il secondo dovrebbe andare in pensione, ma si da il caso che una serie di coincidenze, lo convincono a ritardare per così dire il suo pensionamento è lo stesso Riggs, che si è affezionato a lui e alla sua famiglia, e non vuole restare solo senza un compagno di cui non si fida.

Ciclo Horror Stories - Don't Knock Twice

Il Ciclo Horror Stories ritorna anche nella settimana di pausa, infatti sto scrivendo la recensione che è programmata per poter poi lavorare al mio romanzo.
Dalla trama mi sembra un film che tocca la leggenda urbana, ma a conti fatti sembra un prodotto di pura evazione, che di horror ha poco e niente.

La Fabbrica si ferma, per una settimana o quasi...

Tranquilli, sono solo sette giorni, anzi sei, ma va bene.
Ogni tanto bisogna fermarsi per procedere con la nostra vita, e io devo farlo per terminare l'editing del mio romanzo, ma non vi preoccupate, perché i cicli e le rassegne saranno presenti, tutti tranne lo speciale exploitation.
Si tornerà attivi appena avrò finito, io ho fissato il giorno per domenica prossima, giusto in tempo per recensire Barry Lyndon di Kubrick.
Ciò che sarà presente verrà recensito e programmato entro stasera in modo da non lasciarvi completamente soli.
Cosa ci sarà questa settimana?
Il Ciclo Horror Story
Arma Letale 3
e Witness il testimone

Per il resto le attività giornaliere torneranno regolarmente la prossima settimana, in modo da non lasciarvi a bocca asciutta, e se ci riesco a finire prima, faccio persino la recensione di GLOW.
Un abbraccio a tutti e alla prossima settimana.
Arwen.

Riguarda & Recensisci - Cineclassics - Il Dottor Stranamore, ovvero come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba

Riguarda & Recensisci - CineClassics
Terminato lo special di Riguarda & Recensisci dedicato a Tim Burton, ecco che comincia quello dedicato al più grande regista di tutti i tempi, almeno per la sottoscritta, subito dopo il grande Orson Welles. Potevo non recensire i film che ancora non avevo recensito? Può mancare in un blog di cinema che ambisce ad essere il più completo esistente in Italia, un regista come Stanley Kubrick? Assolutamente no. Ed ecco a voi per vostra gioia questo special, a cominciare dai film che avevo visto, fino a recensire gli ultimi due film che mi rimangono da vedere, per completare l'intera filmografia del grande Stanley, che a due anni di distanza da Lolita, gira un film ancora più controverso del precedente.

Riguarda & Recensisci - Alice in Wonderland

Riguarda & Recensisci

So che mi costa molto fare la recensione di questo film. Per chi come me, è cresciuto con il cinema di Tim Burton, è triste che si sia ridotto ad essere non il genio cinematografico di tanti film entrati ormai da anni nel mio olimpo, film come Beetlejuice, Edward Mani di Forbice, e tanti altri;  devo dire che fortunatamente Tim Burton anche se è caduto in scivoloni dimenticabili, non è ancora sul viale del tramonto.

Speciale Exploitation - Mondo Cane

Speciale Exploitation

Ed ecco che tornano i Mondo Movies alla fabbrica dei sogni, con la coppia Jacopetti e Prosperi aiutati nella regia addirittura da un altro regista: Paolo Cavara.

Speciale Exploitation - The Plumber

Speciale Exploitation

Si da il caso che di solito lo speciale sul cinema d'exploitation lo faccio di sabato, ma questa settimana si raddoppia a causa della rassegna  che sto quasi per finire dedicata al grande Peter Weir, rassegna che mi ha fatto conoscere un regista straordiario, in cui ho potuto vedere i suoi film e capire il suo talento, le sue tematiche e tanto altro ancora. Il viaggio non è ancora terminato, e mi permetto di dire che per chi ama il cinema, dovrebbe guardare i suoi film e si renderebbe conto di quanto sono incredibili. Ne approfitto per raddoppiare il ciclo del cinema d'exploitation perché la prossima settimana non ci sarò, ma ne parlerò a tempo debito quando sarà il momento opportuno.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Ash Vs Evil Dead - Stagione 1

Ed ecco a voi la serie tv più ganza della stagione.
Non ce credete? Ve lo assicuro io, Ash è un tipo superfigo, se avete amato la trilogia di La Casa, non potete certo perdervi questa serie tv.
A me è piaicuta un casino, tanto  da dedicargli un post in diretta durante i primi episodi della stagione.
La seconda parte com'è?
Ancora meglio della prima, però vi avverto: se siete troppo sensibili lasciate perdere perché tra scene gore e splatter è uno spettacolo per stomaci forti, e sicuramente non farà per voi.
A differernza a me è piaciuto un casino, mi ci sono trastullata divertendomi durante la visione, e che ci crediate o no mi sono divertita un mondo.
All'inizio vediamo Ash, che praticamente non ne vuole sapere di tornare a combattere i demoni del necronomicon, a convincerlo ci sono due ragazzi all'apparenza sfigati, ma che durante l'azione, dimostrano più di  una volta di risolvere le situazioni di pericolo.
Credete che è tutto qui?
Vi sbagliate di grosso, a dare fi…

Ciclo Horror Stories - Ghosthunters

Nuovo appuntamento con Horror Stories, con un film che non è affatto male, ma che certamente se lo prendete come stacco tra un film impegnato e l'altro può andare benissimo.
Certo rispetto a diverse pellicole è fatto abbastanza bene e riesce a coinvolgere, ma è spettacolo puro e semplice, quindi pigliamolo per quello che è.

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Cineclassics - Othello

Con questo film dovrebbe concludersi la mia rassegna sul cinema di Orson Welles, un viaggio che prima o poi ogni cinefilo deve compiere, ma ci sono altri film da vedere,quindi forse non finisce qui, ovviamente se li trovo.