Passa ai contenuti principali

Emily in Paris - Stagione 1


 All'inizio mi è sembrata un po' così, poi piano piano mi è entrata nel cuore, volete sapere il resto?
Stay tuned!
Emily In Paris è come il vino buono;
All'inizio ti sembra aspro e disgustoso, ma poi quando lo degusti bene, capisci che gli ingredienti hanno un gusto deciso e cominci a degustarlo meglio.



Emily Cooper viene mandata a Parigi per insegnare il punto di vista americano sul marketing a una filiale della sua azienda in terra transalpina.
Dovrà scontrarsi con un capo donna piuttosto stronza e soprattutto imparare il francese, cosa non facile da queste parti, dove tutti sembrano snob e se la tirano.
Conoscerà una ragazza asiatica con cui stringerà amicizia e si innamorerà di uno chef che intende gestire un ristorante tutto suo.
Dovrà scontrarsi con Sylvie il suo capo in gonnella, che in confronto Miranda Prestley sembra un angelo, e incontrare diversi rospi prima di capire chi è il vero principe azzurro.
Trama vista e rivista vero?
E' vero, però ciò che rende divertente e deliziosa questa serie tv di soli dieci episodi, è la spontaneità e sincerità della protagonista, una bravissima Lily Collins capace di conquistare con il suo essere dolce e forte allo stesso tempo.
All'inizio avrei voluto strozzare Silvie perché mi sta antipatica, e lo sta tutt'ora, che ho appena terminato di vedere la serie, poi penso che piano piano, anche questo personaggio si farà apprezzare.
E così ci sono due culture che si scontrano, due modi di intendere il marketing e soprattutto la figura dell'influencer come lo è Emily Cooper molto ben diversa da come viene definita in francia.
La seconda stagione arriverà?
Decisamente SI.
Voi andate a cercare questa deliziosa serie tv, ovviamente su Netflix Mi raccomando.





Commenti

  1. Ho adorato entrambe le stagioni di questa serie. Fresca, colorata, leggera, la cosa ideale per concludere una serata in tv.
    E Sylvie poi è la figlia di Philippe Leroy... Tanta roba

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

Pretty Little Liars - Stagione 6

  Serie perfetta per un Guilty Pleasure, però stavolta vorrei fare una seria recensione, per quanto mi è possibile. Non ho mai nascosto che Pretty Little Liars mi diverte, però alla lunga che noia... E' sempre la solita storia che si ripete, annata dopo annata senza mai arrivare a un punto. Dopo lo smascheramento di A da parte delle Liars, eccone spuntare un altra, spuntano come funghi, la storia è divisa tra quando vengono imprigionate da A, che poi sarebbe Charles Di Laurentiis  diventato Charlotte Di Laurentiis , e questi gioca con loro, finalmente si scopre chi è che perseguita le cinque amiche, Charlotte viene imprigionata e passano cinque anni...e un nuovo stalker ricomincia la tiritera, perché vuole l'assassino di Charlotte . Ok, credo che a volte è meglio fare poche stagioni ma buone, che tante per allungare il sugo senza alcun motivo. Perché sembra che sia una serie dejavù, dove le cinque protagoniste vengono perseguitate in continuazione, al loro posto sarei andata in

#lapromessa2022 - Poesia Senza Fine

 Film poetico e bellissimo, in una parola sorprendente. Se c'è un regista capace di coniugare vari generi cinematografici, allegorie, e personaggi che non rinunciano ai propri sogni, a costo di perdere tutto, quello è proprio Alejandro Jodorowsky autore cinematografico amatissimo dalla sottoscritta, ma in questo film, che è autobiografico, racconta se stesso, mettendo in primo piano tutto il suo mondo. Lo spettatore si trova di fronte un film incredibile e spettacolare, in cui viene travolto come un fiume in piena. Ed è proprio questa l'impressione che ho avuto davanti a questo capolavoro immenso che mi ha lasciata senza fiato per la bellezza e la potenza sia delle immagini che della storia. La storia di un sognatore, che vuole realizzare il suo sogno di diventare poeta e compie in viaggio significativo per realizzarlo. In questo viaggio incontrerà poeti, artisti e freaks, che lo accompagneranno a trovare la sua strada. Un film bellissimo capace di farvi sognare e commuoversi d

Don't Worry Darling

  Ho finalmente visto Don't Worry Darling ultima pellicola di Olivia Wilde, io però voglio concentrarmi su diversi fattori, vi racconterò il perché il film mi sia piaciuto, i punti di forza e i punti deboli. Dunque cominciamo, il film narra la storia di un gruppo di persone che vivono nella ridente e sempre soleggiata cittadina. Alice capisce che qualcosa non torna, soprattutto quando intravede degli strani comportamenti di una sua vicina che la portano a compiere un gesto folle. Comincia a sospettare che dietro il paradiso di Victory, si nasconda qualcosa di ben più inquietante e ha ragione. Anche Victory si presenta come un luogo irreale, dove le mogli stanno a casa e i mariti lavorano a un progetto top secret. Presto capirà di essere stata ingannata dall'uomo che ha sposato con la scoperta di una verità troppo agghiacciante per essere accettata. Ok, vi dico subito la mia, il film mi è piaciuto non lo nascondo, ma però non aggiunge nulla al cinema, dato che il soggetto è stat