Passa ai contenuti principali

Kathryn Bigelow

Prima donna nella storia del cinema ad aver vinto l'oscar come migliore regista…
Vi sembra poco per Kathryn Bigelow? Assolutamente no.

My Story With Kathryn

La mia story col suo cinema è cominciata per caso, cominciai per curiosità a vedere qualche suo film, e così nell'anno in cui c'era il mitico Robydick con cui collaboravo - ti prego torna presto la tua mancanza pesa molto - proprietario del miglior blog di cinema della blogosfera, detto senza modestia, decisi di guardarli, e piano piano, mi accorsi che questa regista cazzuta - è proprio il caso di dirlo - mi piaceva un mondo.
Apprezzavo per lo più la sua scelta di non fare film femminili, ma film decisamente cazzuti, forti, che a primo impatto a una persona potrebbe sembrare strano, invece non è così
E' giusto esprimersi attraverso la settima arte, per quello che vuoi giustamente dire, il cinema di Kathryn Bigelow, è di quelli che non lasciano scampo, sono action, thriller, ma anche film di guerra che decisamente colpiscono lo spettatore, per non parlare degli horror, si può dire che la Bigelow ha toccato quasi tutti i generi cinematografici.
Il suo miglior film? Difficile dirlo, sono tutti film straordinari, quello che più colpisce è la sua analisi degli eventi, e i protagonisti diventano sia parte della storia, riuscendo ad empatizzare con il pubblico.
L'oscar a Kathryn le era dovuto senza mezzi termini.
Adesso la sua vittoria al premio più ambito della settima arte, un tributo e la sua filmografia.










Filmografia

The Loveless (1982) 84 Minuti
Il Buio Si Avvicina (1987) 94 minuti
Blue Steel - Bersaglio Mortale (1990) 102 minuti
Point Break (1991) 122 minuti
Strange Days (1995) 145 minuti
Il Mistero Dell'acqua (2000) 113 minuti
K-19 (2002) 138 minuti
The Hurt Locker (2008) 130 minuti
Zero Dark Thirty (2002) 157 minuti
Detroit (2017)  143 minuti





Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.