Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2019

Horror Stories - Hellraiser II Prigionieri dell'inferno

Torna Horror Stories, e lo fa con il secondo capitolo della saga di Hellraiser, Prigionieri dell'Inferno , devo dire che mi è piaciuto davvero tanto.

David Lynch riceve l'oscar alla carriera

E' con mia grande gioia che posto finalmente il filmato di premiazione agli oscar alla carriera di colui con cui è nata la mia cinefilia, non potevo postarlo altrove, o nel blog che gli ho dedicato, è giusto postarlo qui, perché da lui è nato praticamente tutto quanto, e gli sono enormemente grata per questo. Avrebbe meritato molto di più che un oscar alla carriera, soprattutto per lo struggente e bellissimo Mulholland Drive , e sarebbe stato il coronamento di una carriera. Va comunque bene, perché l'Academy non l'ha dimenticato, forse per la terza stagione di Twin Peaks? Congratulazioni maestro!!

Ad Astra

Si torna alla pubblicazione quotidiana, oggi abbiamo l'ultimo film con Brad Pitt , diretto da James Gray , con Tommy Lee Jones , volete sapere cosa ne penso? Stay tuned.

L'Uomo che Cadde Sulla Terra

Uno dei film che hanno creato il mito del duca bianco. David Bowie al suo esordio come attore, ci regala la figura di un alieno simile agli umani, che deve fare in modo di portare l'ossiggeno nel suo pianeta morente facendo affari con gli umani, nel frattempo si innamora di una donna che l'ha aiutato a prendere una stanza d'albergo…

Performance - Sadismo

Un cult, di quelli che vengono definiti piccoli oggetti preziosi, l'ho visto ieri, e per oggi che dedico una minirassegna dedicata a un regista inglese che merita senz'altro una riscoperta: Nicolas Roeg , negli anni settanta ha visto la luce, grazie a pellicole cult, poi come certe volte accade, colpevolmente dimenticato dall'industria cinematografica. Non è certamente il primo film di Roeg che vedo, ne ho visti diversi, diciamo che ho voluto rendergli omaggio perché secondo me merita una riscoperta e una rivalutazione.

Bad boy Bubby

Se credete che il film che ho recensito prima di questo sia folle, durante la visione vi ricrederete, questo film parla di follia, ed è anche disturbante per certi versi, potremo definirlo un vero pugno nello stomaco.

Julien Donkey-Boy

Secondo me è il miglior film di Harmony Korine , regista indipendente che oltre vent'anni fa non aveva peli sulla lingua, volete sapere come la penso a riguardo? Restate con me.

L'australiano

Torna ScreenCult anche questa settimana, ho deciso di toccare un tema particolare scegliendo tre diversi film che rappresentavano la follia umana, il primo sembra non tocchi l'argomento anche se l'inizio è ambientato in un ospedale psichiatrico...volete il mio parere a riguardo? Stay with me xD.

Speciale Exploitation - Una Farfalla con le Ali Insanguinate

Un giallo all'italiana per la rubrica dedicata al cinema d'exploitation, potevo scegliere di meglio? Forse, ma questo film mi è piaciucchiato assai.

Totò che Visse Due Volte

Un pugno in faccia alla morale cattolica. Potremmo definirlo così questo film, ricordo ancora lo scandalo alla sua uscita nelle sale, e ci credo non è un film di facile digestione questo, eppure apparte la scena zoofila che mi ha fatto schifo, non è un bello spettacolo vedere un uomo che si scopa un asino e ci gode pure, devo dire che c'è parecchia ironia e l'ho trovato addirittura divertente.

L'ultimo Posto Sulla Terra

Un film per stomaci forti ve lo assicuro. Non perché ci sono scene impressionanti, ma è il dolore che si prova a vedere degli esseri umani, dei reietti, praticamente dei clochard trattati come immondizia. Un film pessimista, che spiattella in faccia allo spettatore tutto il dolore del mondo, e ci vuole coraggio per guardare un film che tratta questi temi. Il dolore lo sente anche lo spettatore, che guarda stupefatto questi poveri cristi, in mezzo alla vita borghese che scorre senza che si accorge di loro. Ci sono parecchie scene drammatiche, dalla scena dell'evirazione - ho faticato a guardarla per le urla lancinanti del santone della comune, - alla morte del bambino, fino al finale che non vi rivelo. Un film terribile, che racconta di un guru che forma una comune dove i membri scelgono di dare amore al prossimo, una comune del genere nel terzo millennio è un po' fuori moda, e chi ci partecipa rischia davvero la vita. Il regista è diventato davvero un reietto mentre gir

ScreenCult anteprima

E siamo arrivati al secondo appuntamento della settimana con screencult, non dimenticate che in giornata ci sarà cineclassics e lo special sul cinema d'exploitation ad attenderci L'ultimo posto sulla terra di Artur Arystakisian Totò che visse due volte di Ciprì e Maresco

Filme de Amor

Terzo film per quanto riguarda ScreenCult, per finire oggi parliamo di Filme de Amor , che ha partecipato a Cannes nella sezione Quinzaine des Relizateurs , non c'è una storia vera e propria, diciamo che è un opera libera e sperimentale che mette al centro tre amici che si abbandonano a sesso e chiacchiere, senza preoccuparsi di niente. Film ispirato alle tre grazie, amore, bellezza e piacere, in chiave antropofagica. L'impressione che mi sono fatta guardando questo film è stata che i protagonisti, si dedicano soltanto al loro piacere, non preoccupandosi di niente, però, narrano i ricordi della loro vita passata, non c'è gelosia, nulla, si dedicano esclusivamente al loro piacere, un triangolo affettuoso potremmo chiamarlo, con scene piuttosto inequivocabili, si pensi all'ombra della fellazzio, oppure alla banana che entra nella vagina. Un film per tutti e per nessuno, che può piacere soprattutto a chi ha la mente aperta.

La Jetée

Un racconto per fotografie, dove c'è un narratore che narra la storia che ha ispirato uno dei più grandi film di fantascienza girati da Terry Gilliam: L'esercito delle 12 Scimmie

La Fiammiferaia

La Fiammiferaia è un capolavoro, di quelli che ti entrano dentro e non ne escono più, ultimo capitolo di una trilogia dei perdenti che comprende altre due pellicole che prossimamente recupererò, un film freddo, sincero e spudoratamente cazzuto.

ScreenCult nuova edizione

Siete pronti per la nottata insieme alla fabbrica con ScreenCult? Bene, il programma di oggi Sabato 19 ottobre 2019 La Fiammiferaia di Aki Kaurismaki Un film duro anzi durissimo, un opera di un agghiacciante freddezza, ma ne parlerò tra poco con la recensione. La Jetée di Chris Marker un film per immagini che scorrono, ecco recensita a breve l'opera che ha ispirato l'esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam Filme de Amor di Julio Bressane film che ha partecipato a Cannes nel 2003, e che ho trovato sul web ispirata dalla trama, ne ho approfittato per guardarlo e oggi lo recensico.

Lost Movies - Van Gogh, Sulla Soglia dell'eternità

Non è un film facile, ma è senza alcun dubbio un film da vedere. Protagonista è quel grandissimo attore che risponde al nome di Willem Dafoe , nel ruolo di Vincent Van Gogh , ricalcandone il genio, la follia e la tristezza.

Horror Stories - L'angelo del Male

Di bambini satanici ne è pieno l'universo del cinema horror, e questo film che cosa aggiunge? Sinceramente parlando nulla. Potrei finire qui la mia recensione, ma voglio comunque essere onesta con chi mi legge e spiegare i motivi che mi hanno portato a non amare questo film. Ce ne sono parecchi. La non veridicità della storia di fondo, la storia sembra al di fuori della realtà. Il plot narrativo che non sa da che parte andare. Si è vero è un film horror, ma anche l'horror deve essere credibile altrimenti è una buffonata superficiale che si dimentica una volta che il film termina. Infatti non ricordavo il titolo di questo film, sono dovuta andare su letterbox per ricordarlo. Film dimenticabile, con una storia che fa acqua da tutte le parti, e un cast di attori totalmente fuori parte, il vero horror per me è altro.

Horror Stories - Pet

Non mi venite a dire che questo è un semplice thriller, perché NO NON LO E' e per dirlo io ci dovete credere. Guardare la scena finale potrebbe farvi venire la pelle d'oca e non sto scherzando, torna Horror Stories , con un doppio appuntamento, questo e la recensione di tra poco xD

Torna ScreenCult, ogni Sabato e Domenica alla fabbrica

Avete presente la trasmissione di raitre fuori orario condotta da Enrico Ghezzi ogni weekend? Bene, la novità di questa stagione alla fabbrica è fare qualcosa di simile con la rubrica  ScreenCult, ogni sabato e domenica a partire dalla mezzanotte, tanto per rendere il blog ancora più interessante, l'appuntamento della settimana è il seguente per chi fosse interessato. Sabato La Fiammiferaia di Aki Kaurismaki La Jetee di Chris Marker Film de Amor di Julio Bressane Domenica L'ultimo Posto Sulla Terra Artur Aristakisyan Totò che visse due volte di Daniele Ciprì e Franco Maresco Questo è il programma della settimana per la fabbrica, la prossima settimana ci saranno altri film, e altri corti pure xD

E Poi c'è Katherine

Una piacevole commedia, che sulla carta vorrebbe ricalcare l'appeal de il diavolo veste prada, un po' gli somiglia per il caratteraccio della protagonista, che non accetta donne nel suo entourage, ma sarà proprio una donna a farle cambiare idea? O no?

Joker

Lo ammetto, lo aspettavo al varco, ero più che convinta che la visione sarebbe stata deludente, a volte però la consapevolezza di sbagliare i presupposti ti regala diverse sorprese.

Shining e Dawn of the Dead in blu ray nella mia collezione

Due film straordinari, due horror che hanno profondamente cambiato la mia vita, finalmente a casa mia in blu ray, di shining ho anche il dvd senza extra, il blu ray gli extra ce li ha, e presto arriverà anche la versione estesa sempre in blu ray. Perché Se Shining è l'horror perfetto, Dawn of the Dead è l'horror leggendario, inutile girarci intorno, sono due filmoni, chi è appassionato di cinema e di horror come me sa di cosa sto parlando, due capolavori del genere non potevano mancare nella mia collezione, e come vedete, eccoli qui. La mia collezione cresce a vista d'occhio - scaricare non è poi così male se fatto con le dovute riserve in quanto mi ha fatto conoscere praticamente la maggior parte dei film che sono nella mia collezione quella seria ovviamente. Le vhs hanno riempito la mia stanza, ancora ce le ho, anche se non le uso praticamente più, adesso c'è l'invasione prima dei divx, (non si contano i film in questo formato) adesso dvd e blu ray, nella pag

Il vanto dell'ignoranza

Facebook a volte può essere il ritrovo in cui tutti possono dire la loro, chi se ne frega se di cinema non ci capisci niente e non sai assolutamente niente? Mi è capitata un esperienza surreale con una donna che ha detto la sua opinione sul fatto che Scorsese ha detto che i film MCU non sono cinema, la sua è una opinione che per altro condivido, l'ha preso per vecchio, fossilizzato e sentite un po'...che altri hanno detto ai tempi che il suo non era vero cinema, io sapendo e conoscendo il cinema di Scorsese sono intervenuta non in sua difesa - figurarsi, anche io guardo i film MCU e ci passo il tempo - ma per capire da dove ha preso quella notizia in cui altri hanno detto che il cinema di scorsese non era vero cinema, così faccio una domanda e questa personcina molto simpatica, comincia a dire che l'hanno detto tutti i vecchi, una risposta alquanto superficiale che non centra niente in quanto è praticamente impossibile che tutti hanno detto una cosa del genere, le faccio

Speciale Exploitation - Keoma

Noi italiani in passato il cinema lo sapevamo fare, di tutti i tipi, e di tutti i generi, persino cinema di genere, o come lo chiamano oggi Exploitation, che come sapete ha fatto scuola, come del resto tutto il cinema della settima arte la fa. Oggi ricomincia il ciclo dedicato al cinema d'exploitation alla fabbrica, e ho pensato bene di guardare e recensire Keoma diretto da Enzo G Castellari.

Luci della città

Non ci sono parole per descrivere la grandezza di Chaplin, non ci sono parole per poter elogiare nella maniera che merita un film capace di far ridere come di far piangere. Chaplin era un genio, e solo per questo il film merita di essere visto. Quel piccolo vagabondo, incarnato dal più grande comico di tutti i tempi, era una persona mite, empatica, che capiva il mondo, così come nel monello, che arriverà a breve, anche Luci della Città , è proprio la figura del vagabondo che si prende a cuore il destino di una ragazza cieca che vende fiori, e che lui farà di tutto affinché si operi per recuperare la vista, mi è entrato nel cuore e non se ne è andato più. La stima per Chaplin ce l'avevo sin da quando ho visto Tempi Moderni che mi ha fatto morire dalle risate, anche con questo film le risate non sono mancate, e non sono mancate neanche le lacrime, soprattutto per il finale non tragico ma felice, che non vi anticipo per non rovinarvi la sorpresa. Un grandissimo film, che

CineClassics - Germania Anno Zero

Uno dei film più duri e drammatici sull'infanzia, diretto dal padre del neorealismo, ve ne parlo stasera per lo special dedicato a CineClassics , oggi è il turno di Germania Anno Zero.

CineClassics - Ikiru - Vivere

Continua la settimana dedicata a CineClassics , per il terzo appuntamento di inaugurazione della nuova stagione abbiamo uno dei film più intensi e commoventi del grande regista nipponico, Vivere.

Horror Stories - The Nest Il Nido

Torna anche Horror Stories con un film uscito a ferragosto, un horror decisamente atipico, il cui mistero si svelerà alla fine, ma venite con me in questo viaggio alla scoperta di uno degli horror più interessanti usciti quest'anno.

CineClassics - Come le Foglie al Vento

continua la speciale settimana che ho dedicato a CineClassics , era ora che la facessi, oggi ho deciso di recensire uno dei capolavori del grande regista tedesco, un melò da cui hanno preso spunto tutte le soap che conosciamo.