Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

Non aprite quella porta

Oggi è Halloween, e così mi sono detta scelgo  film horror, il primo che recensisco oggi è Il mitico, il capolavoro intramontabile di Tobe Hooper, Non aprite quella porta.
Ragazzi che film, dura pochissimo ma nel poco tempo scorre sangue a fiumi ed è l'inizio di un incubo senza fine, non c'è un attimo di pausa nei settanta minuti e passa di durata del film.
Se un film è fatto a basso costo come ai tempi vecchi, e senza effetti speciali da capogiro allora SI che veniva fuori un film che oggi lo si può considerare un piccolo capolavoro, o come direbbero i cinefili più sfrenati un cult movie, ma avvolte si diventa l'uno e l'altro, come nel caso di questo film.
Leggendario, non ci sono parole per esprimere la tensione scaturita da questo film, e il terrore che è presente in ogni scena, e il sangue scorre a litri, si è lui il vero protagonista di Non aprite quella porta, film che poi hanno copiato e scopiazzato talmente tante volte da rasentare la vergogna, ma l'unico …

Titanic

Eh si, non poteva mancare lui, per quanto alcuni lo ritengono sopravvalutato, dobbiamo riconoscergli che è un grande film.
Il mio parere? Ora ve lo dico nudo e crudo, anche perchè io l'ho visto al cinema, e so bene o male le sensazioni che mi ha dato.
Io che non ho paura del mare o delle navi, quando lo vidi sul grande schermo le sensazioni che ho avuto sono state di terrore puro, sia per le scene piuttosto realistiche, sia per gli effetti speciali, allora da pelle d'oca.
Oggi come oggi non si potrebbe fare un film come Titanic, all'epoca dirigerlo è stato quasi una sfida, perchè parecchi film immersi nell'acqua hanno fatto flop al botteghino, per questo è stato fatto un massacrante tam tam pubblicitario da farlo entrare nel mito appena è uscito nelle sale.
Grazie a questo tam tam, gli attori protagonisti Kate Winslet e Leonardo Di Caprio ottengono più visibilità, facendo del secondo un divo tanto da escluderlo alla notte degli oscar suscitando le ire delle fans.
Si l…

The Vampire Diaries stagione 2

Dato che l'imminente visione della terza stagione sta per cominciare,  mi accingo a recensire la seconda stagione di quello che è a mio avviso una delle serie tv che mi hanno colpita di sorpresa dopo averla sottovalutata.
E nella seconda stagione avviene di tutto, abbiamo lasciato Elena con l'arrivo di Katherine Pierce, che vuole la pietra di luna, all'inizio non si capisce il perchè. Tyler il ragazzo che è stato colpito come i vampiri alla fine della prima stagione, scopre la verità sull'origine della sua famiglia, ovvero sono licantropi.
All'inizio suo zio torna a Mistic Falls per sostenere la famiglia dopo la morte del padre, ma la sua natura è quella di essere un licantropo e in combutta con Katherine cerca di prendere la pietra di luna...e c'è anche una maledizione che deve essere spezzata, quella del sole e della luna, e Elena essendo una doppelganger di Katherine, deve essere usata nel sacrificio per spezzare la maledizione da un certo Klaus, che è un i…

Glee 1a e 2a Stagione

Premessa:
Ok potete dire quello che volete, ma a me Glee piace. Mi piace perchè riesce a coniugare allegria e spensieratezza con bellissime canzoni, mi piace anche perchè ci sono dei personaggi ben caratterizzati e non banali e il terzo motivo per cui lo apprezzo è che nel gruppo del professor Shuster, ci sono tanti tipi di ragazzi ognuno diverso da loro, e in quel gruppo non ci sono differenze...un buon motivo per prenderlo in considerazione, anche se ovviamente ci sono anche personaggi in cui questi ragazzi devono fare i conti, come la coach delle cheerleader, Sue Sylvester, perennemente in tuta, è incacchiata e cerca di ostacolare in tutti i modi il Glee club per via che il preside ha tolto i fondi per le sue Cheerios e li ha dati a Shuster. E alcuni ragazzi che buttano addosso la granita a chi entra nel Glee Club.

Prima Stagione

La prima stagione vede combattere in un feroce duello, Shuster e Sylvester, e mentre i due si fanno la guerra, Will deve formare il Glee Club, i ragazzi s…

Rush

Ehilà, ma che bel film questo, se potessi mettere la faccina gli metterei quella col sorriso a 32 denti; perchè? Perchè questo film mi ha entusiasmato, dall'inizio alla fine, forse è uno dei migliori film di questo 2013, e alla regia c'è un certo Ron Howard, avete presente quel tipo biondino, che ha cominciato con la tv e ha vinto l'oscar per A Beautiful Mind? Si avete capito bene, è proprio lui e devo dire che queste due ore passano via che neanche te ne accorgi, coinvolgente, ritmo audace e una regia classica ma che sa il fatto suo.
E di questi tempi vedere ottimi film è un impresa quasi titanica, - ultimamente anche i miei voti non sono stati tanto entusiastici - Ron Howard dimostra di saper raccontare una storia con precisi dettagli, pur rimanendo fedele al suo stile, ma con una spinta in più, che per lui è una novità assoluta l'audacia.
La trama, la regia, i personaggi sono ben calibrati con un guizzo di sfida per lo spettatore, sfida che vince a pieni voti.
Ques…

Holy Smoke

Eh si, non poteva mancare anche Jane Campion che con Holy Smoke ingaggia due attori straordinari, l'allora emergente Kate Winslet e quella vecchia volpe di Harvey Keitel, e il risultato è esplosivo.
Complice una sceneggiatura e una regia che non lascia nulla a desiderare, la Campion dirige un film fresco, sincero che può essere visto come un opera piccola, ma che a conti fatti è molto più di quello che sembra.
Ruth Barron è una ragazza alla ricerca di se stessa e di una risposta spirituale, durante un viaggio in India rimane soggiogata da un guru indiano, tale Baba, e non fa ritorno a casa. I genitori preoccupati, si rivolgono a un Exit Counselor per riportare a casa la figlia, ed è la madre che va in India a riprendersela, ma con un pretesto, le devono far capire che suo padre è in punto di morte e che la vuole vedere un ultima volta, quando la ragazza arriva si trova davanti a Pj Waters, che la rinchiude con se in una casetta per deprogrammarla e farla tornare alla realtà, e no…

Attacco al potere - Olympus has Fallen

Eh si, ci vuole un po' d'azione avvolte, ed ecco che recensisco Attacco al potere, ultimo film di Antoine Fuqua, con Gerard Butler e Aaron Eckhart.
La trama narra di un attentato alla casa bianca, e di un agente del servizio di sicurezza che deve fare di tutto per salvare il presidente e buttare fuori i terroristi.
No, non sono islamici, ma nordcoreani, che hanno avuto la brillante idea di voler fare esplodere un ordigno nucleare alla casa bianca, e così Mike, ritrova il suo posto dopo la morte della moglie del presidente che aveva dovuto rinunciarci e occuparsi di scartoffie, cosa che lui odiava...e così deve sventare l'attacco con i mezzi che ha a disposizione...E non è affatto facile, riuscirà nell'intento di salvare il presidente e il suo staff?
Come film d'azione da tanto coinvolgimento, è ben fatto ma sinceramente parlando il film è quello che è...un prodotto di intrattenimento da guardare con un pacchetto di popcorn in mano, daltronde il cinema è pure quest…

I migliori film dall'anno di nascita ad oggi - seconda parte

Ed eccocci di nuovo qui, con la seconda parte della classifica dei film dalla nascita ad oggi, oggi parleremo dei film usciti nei cinema dal 1980 al 1989, e come al solito ne parleremo con le fotografie, saranno dieci pellicole, quindi bando alle ciance e cominciamo...

1980 - Shining 

Primo film scelto come miglior pellicola del 1980, ci sono altri film che arriveranno Toro Scatenato, The Blues Brothers e the elephant man, ma andiamo a Shining, che per chi bazzica da queste parti ormai sa che è il mio horror preferito, film che riporta in auge Kubrick, dopo l'insuccesso di Barry Lindon, tratto dal romanzo di Stephen King, in cui si dice che il film lo supera per suspance e paura, la storia ha dato ragione a Kubrick, e questo basta per amarlo alla follia.

The elephant man
L'ex-aqueo spetta a the elephant man, il primo oggi, film commovente e tragico, sulla storia di un uomo orrendamente sfigurato, vittima della violenza e mostruosità umana, Lynch dopo l'onirico Eraserhead mette…

Dante 01

Marc Caro l'ho conosciuto quando girava in coppia con Jean Piere Jeunet, e di film stupendi ne hanno fatti insieme, ora gira da solo e punta su un film di fantascenza...
Non è che sia ben riuscito, per carità, ma manca di pathos, nel senso che Caro non riesce a coinvolgere lo spettatore, perchè non sa come plasmare la sua opera.
Per la fantascienza ci sono regole precise, che se deragliano poi il film diviene senza nè capo e nè coda, mi rendo conto che avvolte i registi sono bravi a mescolare generi, ma non tutti ce la fanno, è il caso di dirlo.
Marc Caro mescola fantascienza e prison movie, e se da un lato il plot risulta interessante, da un altro lato il film è di  una noia mortale.
Non c'è coinvolgimento, non c'è emozione, solo la freddezza di personaggi incapaci di restare impressi nella memoria dello spettatore, con una storia che non sa da quale parte andare.
La regia è praticamente assente, forse Caro cercava di impressionare lo spettatore con scene spirituali e via …

Street Dance 2

Ehilà, e che abbiamo qui? Un altro dance movie...carino devo dire, non mi è dispiaciuto affatto, divertente, colorato e pieno di passione, ovviamente è il seguito di Street Dance anche se i protagonisti sono diversi e per questa seconda puntata i registi sono ancora Max Giwa e Dania Pasquini.
In questo capitolo si mescola la Street Dance con la musica latina, creando un mix caliente e spettacolare, e devo dire che la passione sale fino all'estremo, anche se il romanticismo è il punto cardine.
Eh si il nostro eroe deve battere una crew invincibile, e per farlo si mette in contatto con un gruppo di danza latino americana, il risultato è strepitoso.
Non mancherà il coinvolgimento sentimentale come ho detto prima; nonostante ciò il film risulta godibile, ben interpretato e coinvolgente, e non è sempre così per i secondi capitoli.
Apparte questo devo dire che la musica è molto bella, ti segue dall'inizio alla fine, poi i registi hanno caratterizzato molto bene la struttura del fil…

The Best of Cinema Hit Parade - Dark Ladies

E anche la fabbrica dei sogni ha la sua hit parade, ovvero una classifica sul meglio del cinema, fatta ogni settimana, a partire da questa...cominciamo con le Dark Ladies, bellissime, fatali e pronte a tutto per ottenere il loro scopo...

1° Posto per Sharon Stone in Basic Instinct
Calcolatrice, manipolatrice e diabolica, uccide a sangue freddo, ma è talmente brava a farti capire il contrario, si circonda di assassini, e scrive romanzi la cui trama è ispirata fin troppo alla realtà...






2° Posto è per Linda Fiorentino de L'ultima seduzione
Una moglie fa uno sporco affare con il marito vendendo cocaina farmaceutica, ma poi si accorge che i soldi è meglio che se li tiene lei, conosce un uomo lo usa come un oggetto sessuale per poi decidere di eliminare entrambi e godersi i soldi...una virago da tenere alla larga.




3° Posto Per Kathleen Turner in Brivido Caldo dove interpreta una donna che deve far fuori il marito, e seduce un avvocato di mezza tacca Ned Racine, per far si che l'eredità…