Passa ai contenuti principali

The Vampire Diaries Stagione 1 - Love Sucks

Premessa, sono piuttosto critica per quanto riguarda i vampiri, sarà per Twilight non lo so, quando vidi la prima puntata di The Vampire Diaries pensai, oh no un altro twilight, errore!!
Eh si anche io sbaglio, e quando lo faccio lo ammetto, sto vedendo la seconda serie e questo dimostra che The Vampire Diaries mi piace altrimenti non avrei proseguito.
Ammetto una cosa però, che preferisco di gran lunga True blood che ho visto tutte e 5 le stagioni, e forse un giorno le recensirò tutte...
Ma andiamo a noi, i fratelli Salvatore, non dimostrano certo amore fraterno, se il primo è tornato a Mystic Falls, per ritrovare Elena Gilbert, identica a Katherine Pierce, la vampira che lo ha trasformato e ha salvato dall'incidente in cui sono morti i suoi genitori; la ragazza non sa che Stephan è un vampiro, e mentre lui rischia tutto per starle accanto e proteggerla, il fratello Damon, vorrebbe aprire la cripta dei vampiri per liberare Katherine, che ha sempre amato, ma una volta liberi i vampiri si mettono sulle loro tracce, nel frattempo in città è arrivato un professore di storia che è anche un cacciatore di vampiri, sposato a sua volta con Isobel, la vera madre di Elena Gilbert, la ragazza quando scopre che Stephan e suo fratello sono vampiri rimane scossa, ma allo stesso tempo capisce che la sua famiglia, come tutte le famiglie a Mystic Falls nasconde un segreto.
Una serie intrigante senza dubbio, che sto prendendo in considerazione solo adesso, ok si non ci ho sprecato molta attenzione lo ammetto, ma come si dice è bello scoprire in ritardo perchè te le godi maggiormente le cose.
Kevin Williamson lo conosciamo tutti, in passato ha scritto la saga di Scream e in tv ha creato il teen drama Dawson's Creek che non ho visto, anche perchè non mi ispirava, ma se questa serie è nata è grazie a Julie Pleck che ha insistito affinchè si producesse, e aveva ragione.
Certo questa prima stagione è un po' deboluccia, il meglio arriva alla seconda stagione, ma anche qui non è che ci sia tanto da buttare, anzi...semmai è il contrario.
Per chi ha amato Lost, Ian Sommeralder nel ruolo di Damon dovrebbe essere riconosciuto da tutti noi...anche se il personaggio l'ho detestato soprattutto all'inizio, e in questa stagione non è che brilli per simpatia, Paul Wesley invece è Stephan, il personaggio che mi fa più simpatia, e per il doppio ruolo di Elena/Katherine troviamo Nina Dobrev.
Una serie intrigante, che sto cominciando ad apprezzare adesso, senza dubbio merita una maggiore attenzione.
Voto 6 e 1/2



Commenti

  1. ma damon è il migliore!
    stefan invece è di una pesantezza degna di edward cullen... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh vediamo hahaha :D dalla fine della prima stagione mi sta entrando in simpatia lo devo ammettere ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.