Passa ai contenuti principali

The Vampire Diaries Stagione 1 - Love Sucks

Premessa, sono piuttosto critica per quanto riguarda i vampiri, sarà per Twilight non lo so, quando vidi la prima puntata di The Vampire Diaries pensai, oh no un altro twilight, errore!!
Eh si anche io sbaglio, e quando lo faccio lo ammetto, sto vedendo la seconda serie e questo dimostra che The Vampire Diaries mi piace altrimenti non avrei proseguito.
Ammetto una cosa però, che preferisco di gran lunga True blood che ho visto tutte e 5 le stagioni, e forse un giorno le recensirò tutte...
Ma andiamo a noi, i fratelli Salvatore, non dimostrano certo amore fraterno, se il primo è tornato a Mystic Falls, per ritrovare Elena Gilbert, identica a Katherine Pierce, la vampira che lo ha trasformato e ha salvato dall'incidente in cui sono morti i suoi genitori; la ragazza non sa che Stephan è un vampiro, e mentre lui rischia tutto per starle accanto e proteggerla, il fratello Damon, vorrebbe aprire la cripta dei vampiri per liberare Katherine, che ha sempre amato, ma una volta liberi i vampiri si mettono sulle loro tracce, nel frattempo in città è arrivato un professore di storia che è anche un cacciatore di vampiri, sposato a sua volta con Isobel, la vera madre di Elena Gilbert, la ragazza quando scopre che Stephan e suo fratello sono vampiri rimane scossa, ma allo stesso tempo capisce che la sua famiglia, come tutte le famiglie a Mystic Falls nasconde un segreto.
Una serie intrigante senza dubbio, che sto prendendo in considerazione solo adesso, ok si non ci ho sprecato molta attenzione lo ammetto, ma come si dice è bello scoprire in ritardo perchè te le godi maggiormente le cose.
Kevin Williamson lo conosciamo tutti, in passato ha scritto la saga di Scream e in tv ha creato il teen drama Dawson's Creek che non ho visto, anche perchè non mi ispirava, ma se questa serie è nata è grazie a Julie Pleck che ha insistito affinchè si producesse, e aveva ragione.
Certo questa prima stagione è un po' deboluccia, il meglio arriva alla seconda stagione, ma anche qui non è che ci sia tanto da buttare, anzi...semmai è il contrario.
Per chi ha amato Lost, Ian Sommeralder nel ruolo di Damon dovrebbe essere riconosciuto da tutti noi...anche se il personaggio l'ho detestato soprattutto all'inizio, e in questa stagione non è che brilli per simpatia, Paul Wesley invece è Stephan, il personaggio che mi fa più simpatia, e per il doppio ruolo di Elena/Katherine troviamo Nina Dobrev.
Una serie intrigante, che sto cominciando ad apprezzare adesso, senza dubbio merita una maggiore attenzione.
Voto 6 e 1/2



Commenti

  1. ma damon è il migliore!
    stefan invece è di una pesantezza degna di edward cullen... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh vediamo hahaha :D dalla fine della prima stagione mi sta entrando in simpatia lo devo ammettere ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.