Passa ai contenuti principali

Carol

 
 
 
Tratto da un racconto sconosciuto di Patricia Highsmith, Carol è un film introspettivo che racchiude in se una sorprendente capacità, di empatizzare con lo spettatore.
 
Se volete scene pruriginose girate alla larga, questo è un film di sentimenti sinceri e profondi, il viaggio di due anime che ricorda alla lontana un altro film di Todd Haynes: Lontano dal paradiso.
Le due protagoniste sono eccezzionali, un incontro per caso, tra Therese e Carol che si trasforma da amicizia in qualcosa di più profondo, un sentimento sincero, nato tra queste due donne che hanno tanto in comune; si ritrovano in tutto.
Se Carol è una madre e moglie borghese in crisi, che ha nascosto sempre le sue inclinazioni, Therese è una fotografa aperta che sa quello che vuole, riuscendo persino a mandare al diavolo il suo spasimante.
Ma per arrivare a questo, Carol deve fare un viaggio dentro se stessa e fregarsene altamente di quello che dicono gli altri.
Ci riuscirà?
Cate Blanchett e Rooney Mara sono straordinarie a incarnare Carol e Therese, le due amanti del titolo, in un film d'amore che non ha nulla da invidiare ad altri titoli del genere, anzi, aggiunge quel  qualcosa in più.
Sono sempre stata curiosa di osservare l'altra metà dell'amore come lo chiamo io, perché per me l'amore non è solo etero, ma anche gay e lesbico, sono tutti sentimenti che non vanno nascosti per il perbenismo degli altri - si ricordi la cattiveria del marito di Carol per controllare la moglie e toglierle la bambina - ma vanno assecondati e vissuti in pieno senza vergognarsi mai, è questa la lezione del film.
In conclusione: sorprendente.
Voto: 8
 
 


Commenti

  1. bello il film, belle e brave le attrici
    perché nemmeno una nomination per il miglior film?
    forse perché è una storia di donne, dove i maschi fanno una brutta figura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh beh, forse i membri dell'academy sono tutti maschi hahaha xD

      Elimina
  2. Mah, a me ha deluso parecchio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo stucchevole. Mi ha dato uno strano fastidio di fondo...

      Elimina
    2. Nooooo, a me è piaciuto molto ^_^

      Elimina
  3. Molto bello e commovente. Secondo me però Therese non sa quel che vuole, impara a conoscere se stessa e a compiere determinate scelte nel corso della pellicola, rapportandosi con Carol. Two cent of my opinion, ovviamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Therese sa quello che vuole, fa determinate scelte come conseguenza di Carol che l'ha lasciata :)

      Elimina
  4. Anche a me ha deluso molto, per svaristi motivi ma il principale é la mancanza totale di empatia tra i due personaggi, la passione l'ho vista col binocolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, si l'ambientazione è piuttosto freddina, ma forse il regista l'ha fatto apposta a creare questa ambiguità di fondo tra le sue protagoniste ^_^

      Elimina
  5. Anche a me è piaciuto parecchio. Per usare le tue parole, l'ho trovato sincero e profondo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.