Passa ai contenuti principali

The Vampire Diaries stagione 2

Dato che l'imminente visione della terza stagione sta per cominciare,  mi accingo a recensire la seconda stagione di quello che è a mio avviso una delle serie tv che mi hanno colpita di sorpresa dopo averla sottovalutata.
E nella seconda stagione avviene di tutto, abbiamo lasciato Elena con l'arrivo di Katherine Pierce, che vuole la pietra di luna, all'inizio non si capisce il perchè. Tyler il ragazzo che è stato colpito come i vampiri alla fine della prima stagione, scopre la verità sull'origine della sua famiglia, ovvero sono licantropi.
All'inizio suo zio torna a Mistic Falls per sostenere la famiglia dopo la morte del padre, ma la sua natura è quella di essere un licantropo e in combutta con Katherine cerca di prendere la pietra di luna...e c'è anche una maledizione che deve essere spezzata, quella del sole e della luna, e Elena essendo una doppelganger di Katherine, deve essere usata nel sacrificio per spezzare la maledizione da un certo Klaus, che è un ibrido, metà vampiro, metà licantropo, e ha ucciso tutta la sua famiglia, Elias, suo fratello vuole fermarlo prima che sia troppo tardi, e anche per evitare che nasca una nuova specie ibrida.
In questa stagione dopo l'incidente della fine della prima, Caroline diventa un vampiro e ha un rapporto difficile con Tyler, i due ragazzi si sono innamorati, ma per via della loro natura devono restare divisi.

Caroline è stata trasformata in vampiro mentre aveva ancora il sangue di Damon che l'aveva salvata dalla morte in circolo, dopo che la ragazza era in condizioni disperate, per il semplice motivo che le serviva un  nuovo vampiro, e mentre Katherine rivela a Stephan che è tornata per riconquistarlo, il rapporto di lui con Elena subisce una forte crisi, e i due si lasciano, ma quando Elena viene rapita da due ragazzi che si rivelano vampiri che lottano per l'indipendenza da Klaus, Stephan e Damon liberano Elena e cercano di uccidere Elia, ma questi è uno degli originali (i primi vampiri) e non possono essere uccisi come gli altri vampiri.
Nel frattempo anche John è arrivato in città, ma il suo scopo è aiutare Katherine che ne combina di cotte e di crude, e la ragione del suo ritorno è  ben più terrificante di quello che fa vedere.
Bonnie la strega buona, collabora con i fratelli Salvatore affinchè sventi il piano di Klaus, ma la ragazza se fa un rito particolare rischia di morire; nel frattempo ha iniziato a stare insieme a Jeremy fratello di Elena.
La seconda stagione di The Vampire Diaries mi è piaciuta molto più della prima, è avvincente e spettacolare, insomma episodio dopo episodio è stata capace di conquistarmi con maggior vigore che la prima stagione, grazie a una serie di colpi di scena studiati con intelligenza, non c'è un attimo di pausa, e passa via che neanche te ne accorgi, se continua così ci troviamo forse davanti a un telefilm di genere fantasy horror tra i migliori mai apparsi sul piccolo schermo.
L'entusiasmo con cui sto recensendo questo telefilm è palpabile, e si nota vero?
Ma d'altronde non si può fare altro con questo bellissimo telefilm.
Voto: 8



Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.