Passa ai contenuti principali

Come ti spaccio la famiglia

Magnifica, divertente comica entusiasmante unica irriverente geniale, favolosa stupenda e chi più ne ha più ne metta, sono queste le parole che mi vengono in mente per parlare di questo film, protagonista uno spacciatore che deve inventarsi una famiglia per rendersi credibile agli occhi di uno spacciatore più incasinato di lui, ma deve anche guardarsi le spalle perchè questo spacciatore cerca di incastrarlo, e ci sono pure altri due spacciatori che cercano di fargli le scarpe alla fine sarà una burla e chi voleva fregare sarà fregato coi controfiocchi.
Ok scusate il mezzo spoiler, ma non ne ho potuto farne a meno, avvolte farlo è una necessità, altre volte si può fare a meno.
Il punto forte del film? Jennifer Aniston qui è davvero bravissima, secondo me è un attrice che merita attenzione perchè è sottovalutata, la sua spogliarellista è una tipa tosta e con le palle, che sa il fatto suo, anche il resto del cast richiede attenzione.
E così nascono i Miller, che devono fare di tutto per non farsi scoprire, ma alla fine incontreranno nella loro strada uno sbirro e devono nascondere la droga che devono vendere, allora si inventano un neonato...ma ma ma...alla fine la verità verrà a galla, ma alla loro maniera, tra le scene più divertenti c'è quella del bacio in cui il "figlio" Don prova a imparare a baciare con la "madre", Rose e viene scoperto dalla ragazza di cui si è innamorato che è la figlia dell'agente dell'fbi, ma c'è anche la sorella, Casey una tipa tosta presa dalla strada in cui David Burke spaccia per sua figlia...
Tra inseguimenti, scene esilaranti e situazioni complicate, i nostri eroi impareranno una lezione della vita fondamentale, l'importanza di una famiglia, anche se fasulla, scopriranno di volersi bene davvero e formeranno un nucleo familiare più unito di tante famiglie vere.
Tra le scene esilaranti c'è quella con i  cattivoni che gli stanno sulle calcagne, e li hanno intrappolati e  Jennifer Aniston propone loro uno spettacolo di lap dance per liberarsi da loro.
Rawson Marshall Thurber è davvero un tipo da tenere d'occhio, dirige una commedia sapendo come costruirla, e rende i suoi personaggi accattivanti riuscendo nella difficile impresa di creare sia alchimia che ematia, e non è da tutti i giorni fare commedie di questo tipo.
In conclusione DA NON PERDERE
Voto: 8


Commenti

  1. tra i film più divertenti visti quest'anno..

    RispondiElimina
  2. commedia davvero divertente, la Aniston meno odiosa del solito, anzi in sto film riesce pure a starmi simpatica.
    Chi mi piace molto è Emma Roberts, non solo per l'aspetto fisico :-P ma come attrice la amo dai tempi di Scream 4, a mio avviso assai meglio della sopravvalutata zia Julia ;-)

    Cmq commedia divertentisima

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.