Passa ai contenuti principali

Rush

Ehilà, ma che bel film questo, se potessi mettere la faccina gli metterei quella col sorriso a 32 denti; perchè? Perchè questo film mi ha entusiasmato, dall'inizio alla fine, forse è uno dei migliori film di questo 2013, e alla regia c'è un certo Ron Howard, avete presente quel tipo biondino, che ha cominciato con la tv e ha vinto l'oscar per A Beautiful Mind? Si avete capito bene, è proprio lui e devo dire che queste due ore passano via che neanche te ne accorgi, coinvolgente, ritmo audace e una regia classica ma che sa il fatto suo.
E di questi tempi vedere ottimi film è un impresa quasi titanica, - ultimamente anche i miei voti non sono stati tanto entusiastici - Ron Howard dimostra di saper raccontare una storia con precisi dettagli, pur rimanendo fedele al suo stile, ma con una spinta in più, che per lui è una novità assoluta l'audacia.
La trama, la regia, i personaggi sono ben calibrati con un guizzo di sfida per lo spettatore, sfida che vince a pieni voti.
Questa è la storia di due automobilisti, rivali sulla pista, ma che nella vita si stimano, James Hunt è un donnaiolo sfrenato, di grande talento sulla pista, ma eccessivo nella vita, Niki Lauda invece è metodico, preciso, mai un eccesso, mai perdere tempo in feste notturne a bere o ad andare in giro a cercar donne, lui contravvenendo al volere paterno di voler fargli gestire l'azienda di famiglia, fa esattamente quello che vuole, correre con la macchina, e lascia suo padre con una precisa scommessa, che vince a pieno titolo.
Un film nudo e crudo, che fa alzare l'interesse per me su Ron Howard, che con questo piccolo ma grande film, sottolinea l'importanza sia dell'intrattenimento che di coinvolgimento il che non guasta mai.
Mescolando sapientemente gli ingredienti, svolge il suo lavoro in maniera decisa senza fronzoli, il che è un punto sia a suo favore, che a nostro favore, e il divertimento è garantito.
La storia è vera, i due piloti sono esistiti veramente, anche se all'inizio credevo che la trama fosse inventata, e pur sapendo i rischi nel raccontare una storia realmente accaduta, sa essere realista senza eccedere, possiamo dunque dire che questo è il miglior film di Ron Howard un piccolo capolavoro recente, non voglio eccedere nemmeno con il mio parere, quindi dico soltanto che tutto il cast attoriale del film merita la visione di esso.
Se Howard continua per la stessa strada avremmo infinite sorprese.
Scena preferita? Quella in cui un giornalista chiede a Niki Lauda se sua moglie lo accetta dopo l'incidente che lo ha sfigurato o chiederà il divorzio, la risposta di James è che gli rompe il naso e fa al giornalista la stessa medesima  domanda in un bagno.
Voto: 8


Commenti

  1. Risposte
    1. si è un film fottutamente divertente :D

      Elimina
  2. L'ho recensito su un altro blog , perchè l'ho trovato molto avvincente, con attori ben scelti e l'ottima regia di Ron!
    Bacio cara amica mia!

    RispondiElimina
  3. E' piaciuto moltissimo anche a me. Cinema 'classico' hollywoodiano, ma in questo caso non è certo una parolaccia: Howard va sul sicuro e ci regala una storia appassionante e terribilmente realistica, avendo l'intelligenza di non stravolgere i fatti in nessun caso. Una storia incredibilmente vera, che andava raccontata proprio come ha fatto 'Rush'!

    RispondiElimina
  4. boh ne stan parlando tutti benssimo tuttavia continua a non convicermi, forse un giorno lo vedrò, magari quando passerà in tv, ma di certo non è tra le mie priorità, non so il trailer è veramente pessimo, è anche vero che i trailer non sempre corrispondon alla verità, vedremo.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Myers il trailer non è altro che un suggerimento, il film io l'ho visto e ti assicuro che ne vale davvero la pena, guardatelo poi mi dici :)

      Elimina
    2. ok, se ne avrò occasione lo guarderò :-)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.