Passa ai contenuti principali

You're Next

Eccolooo, ci siamo finalmente, sto scrivendo questa recensione, anche se avevo deciso di rimandare a domani, mi sono decisa e adesso eccomi qui.
You're Next fa parte di quei film che dividono il pubblico, (ultimamente i film horror usciti c'è chi li apprezza e c'è invece chi storce il naso) e quest'ultimo non fa eccezione.
Nonostante sia uscito al cinema nel 2011 in Italia arriva DUE anni dopo - misteri della distribuzione - devo dire che a me non è dispiaciuto, tutto non è mai come appare, neanche in una famiglia apparentemente unita come la protagonista di questo film.
L'inizio è incomprensibile, cos'è un flashback? O è un altra famiglia che viene torturata prima, oppure è un indizio che ci porta al massacro di cui parla il film.
Poi l'azione si sposta dentro la reunion di una famiglia per festeggiare l'anniversario di matrimonio, e invitano tutti i figli, va tutto bene fino a quando non irrompono dei tizi mascherati, che a uno a uno fanno fuori tutti nei modi più disparati...certo lo spettacolo è per chi non si impressiona facilmente, non da stomaco d'acciaio, ma da stomaco forte sicuramente.
Adam Wingard costruisce un film dalla struttura a mille sfaccettature, in cui nulla sembra essere quello che è, infatti ci sono parecchie sorprese, e sa giocare d'astuzia, nonostante il tema home invasion non sia innovativo.
Tutto è costruito secondo un piano ordito da qualcuno, non dico di più perchè stavo per spoilerare, e sapete qual'è la mia politica NO SPOILER, dico soltanto che, questo film trae ispirazione da altre pellicole, solo con qualche modifica in più.
Le scene sono turculente - ma per chi mastica l'horror come me non sono così spaventose - quindi evitatelo se siete molto impressionabili e siete cardiopatici, coinvolgimento massimo, e ultimamente devo dire che non mi succedeva di vedere un film horror che mi prendeva così tanto...ma oltre ai pregi quali l'intelligenza, l'attesa di smascherare il colpevole, l'intelligenza nel costruire scene d'azione, la protagonista donna cazzuta che è l'unica con le palle che risolve la situazione, ci sono anche i difetti...questo film ha troppe ispirazioni, scene prese da altri film che negano una certa originalità e innovazione. Già dall'inizio degli sconosciuti invadono una casa uccidendo uno dopo l'altro i membri di una famiglia, anche se la cosa potrebbe risultare appetibile per l'attesa, manca di una certa inventiva, pur rendendomi conto che film come The Strangers con Liv Tyler, in confronto lasciavano l'amaro in bocca per il finale inconcludente. Almeno questo pur   non essendo originale, ti da una risoluzione.
Voto: 6 e 1/2
Si lo so, stavo per dargli un sette pieno, ma la ragione ha prevalso...nonostante i difetti lo consiglio :)



Commenti

  1. io lo arrotondo a 7, mi ha divertito assai e certe scene tipo quella del frullatore o quella di "voglio scopare vicino al cadavere di tua madre " sono delle scene veramente scult XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.