Passa ai contenuti principali

The Host

Un film che è una vera sorpresa, la prima riguarda che non può essere catalogato in un unico semplice genere cinematografico, la seconda è che non è il classico film di mostri a cui gli orientali ci hanno abituato, dimenticate godzilla o altri mostri simili, ma comunque rappresenta uno sguardo nuovo e originale verso il cinema di paura.
Considerato il più bel film di mostri di tutti i tempi ci sono dentro tutti gli ingredienti che lo rendono un opera da vedere e da collezionare, la prima è l'avventura, la stessa avventura che capita a una famiglia proprietaria di un chiosco dove c'è un uomo che cade sempre in sonno, padre della bambina che il mostro rapisce sua figlia, e le autorità prendono lui, suo padre e i suoi fratelli, dopo aver visto sua figlia nella bocca del mostro e credendola morta, ma quando la bambina lo chiama al cellulare e gli dice di essere intrappolata in una fogna, il padre allora fa di tutto per uscire dall'ospedale, in un primo momento lo prendono per pazzo, ma poi riesce a scappare lo stesso, portandosi i suoi familiari appresso...riuscirà a salvare la figlioletta?
Un film a tratti struggente e bellissimo, capace di sottolineare gli aspetti più intimi dei personaggi, e l'amore di un nucleo familiare che si trova a combattere una creatura sconosciuta per salvare una bambina, i personaggi sono caratterizzati benissimo, in modo che lo spettatore si immedesimi in loro, nei loro sentimenti, nelle loro paure, nei loro pregi, e nei loro difetti, bellissima la scena in cui il capofamiglia parla del figlio che si addormenta e che è padre della bambina, alla fine scopriamo così tante cose di lui, che senti davvero che dietro la sua aria buffa, un po' da loser si nasconda una persona capace di fare grandi cose, perchè la vita è proprio così, matta, lunare ma anche bellissima.
E chi lo poteva immaginare che questo mostro è nato dalla formaldeide gettata a mare? L'incipt è quanto di più spaventoso possa esistere, un vecchio che dice a un giovane di buttare a mare la formaldeide facendogli capire se non lo fa potrebbe perdere il lavoro, sottolineando il cinismo e l'egoismo che porteranno alla catastrofe.
Che dire, un film che getta le basi per altri film di mostri come Cloverfield generalmente meno riusciti di questo ma che ha il pregio di fare divertire, pensare, e soprattutto impaurire, non sono molti i film capaci di tanti sentimenti, e questo fa di The Host un grande film da collezionare.

Commenti

  1. Un grandissimo regista per un grandissimo film.
    Se ti capita, recupera Memories of murder, sempre suo: una meraviglia.

    RispondiElimina
  2. ce l'ho, presto lo vedrò e lo recensirò :)

    RispondiElimina
  3. io direi STU-PEN-DO hahahaha ;)

    RispondiElimina
  4. io non sono un amante di mostri alla gozzilla o simili, ma questo l'ho semplicemente adorato. BELLISSIMO!!!

    RispondiElimina
  5. si anche io l'ho adorato e molto :)

    RispondiElimina
  6. Interessante, non lo conoscevo ma sicuramente lo cercherò!

    RispondiElimina
  7. stupendo, e non il solo di "bongo"... secondo me questo è un cultissimo, ma corri a guardare il capolavoro: Mother

    RispondiElimina
  8. mi sa che stasera lo vedo, sempre dopo spike per ora sto vedendo the island di bay...non male ma io preferisco di gran lunga non lasciarmi da brividi :) per quanto riguarda questo film mi ha fatta letteralmente innamorare ancora di più degli orientali - chissà perchè ma sin da piccola mi piacevano i film cinesi, e guardavo sempre dei telefilm cinesi in tv - hanno un talento immenso per quanto riguarda il cinema.

    RispondiElimina
  9. stasera... è quasi mezzanotte! o vivi a los angeles? ahah!
    ciao :***

    RispondiElimina
  10. no io sono nottambula hahaha per ora sono libera e allora ne approfitto XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.