Passa ai contenuti principali

La Mosca

E' il film di Cronenberg in cui la mutazione genetica assume la sua massima espressione, all'epoca, il trucco in cui si era sottoposto Jeff Goldblum  faceva accapponare la pelle, lo stesso effetto fa ancora oggi, nonostante siano passati ben 25 anni dalla sua uscita al cinema.
David Cronenberg con questo film non ha freni inibitori e mostra tutta la transegesi di Seth Brondle, scenziato che ha inventato una macchina per il trasbordo di oggetti, e sperimenta all'inizio con oggetti, poi con gli animali, e infine anche con le fette di carne per scoprire come mai la prima volta il trasbordo non è riuscito con lo scimpanzè, lo capisce e lo rifà un altra volta, ma questa volta funziona.
Accompagnato da una giornalista che filma i suoi progressi e che si innamora di lui (una bravissima Geena Davis) e che sarà la testimone della sua spaventosa mutazione, infatti lui dopo i vari successi legati ai suoi esperimenti, sperimenta su se stesso la sua invenzione, ma qualcosa va storto, una mosca si introduce nella cabina e si fonde letteralmente con seth, all'inizio si notano piccoli ma impercettibili cambiamenti, come maggiore forza, abilità nell'arrampicarsi e dondolare tra le sbarre di casa, vista più acuta, olfatto più intenso, ma piano piano, le cose cambiano, inizia una mutazione spaventosa, la prima ad accortersi di questo è la giornalista Veronica, con cui ormai ha una relazione stabile, da allora sarà una lenta ma inesorabile discesa agli inferi, che trasformerà fisicamente e completamente seth, se prima lui non ha creduto del tutto alle parole di Veronica, poi dopo un controllo al computer si accorge dell'errore e la richiama, lei vede Seth come se avesse un morbo che lentamente lo sta divorando, lui vorrebbe tentare un altro esperimento ma il suo tentativo fallisce dal rifiuto della donna.
Le cose si complicano quando Veronica scopre di essere incinta, in un sogno/incubo si vede partorire una larva di mosca, e si alza, chiama il suo direttore e lo invita ad accompagnarla all'ospedale per interrompere la gravidanza, ma Seth, ormai trasformato rapisce Veronica per fare una fusione tra lui, lei e il bambino, non accadrà mai perchè il direttore del giornale salva Veronica....
Il finale non lo dico, per non rovinare la sorpresa a chi ancora non l'ha visto, non voglio di certo spoilerare, comunquesia anche se il film è un remake di l'esperimento del dottor K, Cronenberg lo personalizza del tutto facendone un capolavoro a tutti gli effetti, il film che appartiene al genere Body Horror che ha in un certo senso messo in scena lui.
CAPOLAVORO.


Commenti

  1. uno dei film di Cronemberg a cui sono maggiormente affezionato! un cult totale, una bomba

    RispondiElimina
  2. (lui è il re assoluto del Body Horror)

    RispondiElimina
  3. Meraviglioso!!
    Inquietante come la prima volta, ogni volta!

    RispondiElimina
  4. si concordo, è un film molto inquietante ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.