giovedì 6 ottobre 2011

Aule Turbolente

Una commedia che strizza l'occhio ai musical e soprattutto alle commedie giovanili di John Belushi come Animal House, anche se devo dire a un livello minore rispetto alla pellicola di John Landis, comunquesia, è una pellicola godibile, spensierata, ancora lontana dal cinismo di altri film che verranno, ma ancora risente della freschezza di un non ancora maturo Spike Lee, nonostante ciò resta un opera interessante anche se è la seconda che ha diretto.
Da sottolineare, primo musical diretto da un afroamericano incentrato su un college di neri in cui un ragazzo deve far di tutto per entrare nella confraternita dei gamma, ci riuscirà? Anche se vuol dire tradire il suo migliore amico?
Una commedia goliardica, ricca di numeri musicali curiosi e intriganti che colpiscono  per la loro audacia, da sottolineare anche le interpretazioni di Lawrence Fishburne, Giancarlo esposito e lo stesso Spike Lee che vediamo giovanissimo - sembra davvero un ragazzino - che sembra una versione All Black di John Belushi, un film da vedere perchè diverte e non solo, anche se è una commedia Spike ha pensato bene di mettere messaggi contro L'appartheid in sudafrica, tanto per sottolineare che dietro al sorriso si cela sempre la tristezza per la sua gente, all'epoca fu un grande successo ai botteghini e gli permise di girare il suo primo capolavoro - quello si - fa la cosa giusta, in cui appaiono per la prima volta attori bianchi come Danny Aiello e colui che diventerà il suo attore feticcio John Turturro.
DA COLLEZIONARE.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...