Horror Stories - The Nest Il Nido


Torna anche Horror Stories con un film uscito a ferragosto, un horror decisamente atipico, il cui mistero si svelerà alla fine, ma venite con me in questo viaggio alla scoperta di uno degli horror più interessanti usciti quest'anno.

Il martedì alla fabbrica è il giorno di horror stories, e come ogni settimana - da questa ovviamente - si parlerà di uno o due film horror, ho scelto per questa settimana un film che mi sembra intrigante.
The Nest racconta la storia di un ragazzino, che vive chiuso in una magione per volere di una comunità di persone: l'arrivo di una giovane cameriera farà scoprire al ragazzino la gioia di vivere cercando quella libertà di esplorare il mondo che hanno tutti quanti.
Senza contare  che il vero mistero verrà svelato nel finale che non vi anticipo per non rovinarvi la sorpresa.
Lo spettatore comunque non immagina nulla, e cerca di capire il perché la madre lo tiene chiuso in quella lugubre magione, ascoltando soltanto musica classica.
L'arrivo della cameriera sarà per il ragazzino uno squarcio di luce in quel buio dove vive, comincerà a fare le cose che fanno tutti, e anche ad esplorare il mondo di nascosto alla madre.
All'inizio pensavo che il bimbo fosse vittima di qualche setta demoniaca, poi mi sono ricordata del film The Village di Shiamalan, che ha molti punti in comune con The Nest, fino alla rivelazione finale.
Però scommetto che ci sarà un seguito, perché una storia del genere non può certo finire così, aspettiamo nuovi sviluppi futuri.
Scommetto che con un secondo film la storia si svilupperà in modi molto più interessanti, sperando che non diventi un altro franchise superficiale e vuoto.
Io sono ovviamente qui, aspettando il capitolo numero 2.
La regia è di Roberto De Feo, pensare che sia un horror mezzo italiano c'è da restare solo sorpresi, anche se non penso che sia la rinascita del cinema di genere in Italia, perché in mezzo ci sono anche gli americani.
Bello, mi è piaciuto.



Commenti

  1. Oddio, non dirmi che si rifà a The Others, non per qualcosa, ma perché è stato già fatto.
    E su The Nest ci punto un sacco.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si rifà a the Others tranquillo, però i due film sono molto simili ^_^

      Elimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post più popolari