Passa ai contenuti principali

Insidious

Devo dire la vertà, quando ho fatto l'anteprima all'antro ero abbastanza prevenuta, soprattutto dal fatto che c'era il regista di Paranormal Activity, film che in altri luoghi ho ampiamente criticato dal fatto che il sucitato film non mi aveva spaventata, ma a differenza mi  ha irritata o addirittura fatto ridere, ma veniamo ad Insidious, che devo dire mi ha piacevolmente sorpresa, il film non è certo un capolavoro, ma si fa vedere bene, e nei 97 minuti di durata fila liscio come l'olio, quasi non si sente, apparte il fatto che è costruito abbastanza bene che riesce a rabbrividire anche con poche e semplici inquadrature, ma la ciliegina nella torta e lo devo dire è James Wan, che pur non conoscendolo bene ho apprezzato il bel lavoro che ha fatto la sua regia, come dico sempre io gli orientali ci stanno surclassando e gli horror li fanno meglio di noi.
La trama è semplice ma anche composta, direi diretta, e  senza troppi giri di parole, vede una famiglia dopo il trasloco, affrontare anche la caduta del figlio maggiore dalle scale, il bambino sembra caduto in uno stato comastoso, i dottori non si spiegano come mai non riesce a riprendersi, non c'è niente da fare, il bambino rimane come un vegetale a letto, ma alcuni fatti sinistri, cominciano ad invadere la casa, strane apparizzioni, strane visioni, si manifestano portando la famiglia a traslocare in tutta fretta un altra volta, ma non c'è niente da fare perchè i problemi si ripresentano ancora un altra volta, allora la nonna paterna del bambino chiama una sua amica medium che scoprirà una verità che va aldilà della loro immaginazione...basta non dico nulla per non rovinarvi la sorpresa, il film è tutto qui, anche se devo ammettere ci sono delle volte che rischia di annoiare un pochino per alcune scene soprattutto all'inizio che si dilungano un po' troppo, ma anche coi suoi difetti, che rimangono in secondo piano è un ottimo prodotto di intrattenimento che intriga ed attira.
DA COLLEZIONARE.





Commenti

  1. non male, anche se l'ultima parte mi ha un po' deluso.

    RispondiElimina
  2. C'è di peggio, ma devo ammettere che non mi ha fatto paura neanche per sbaglio. Soprattutto con l'evoluzione della trama.

    RispondiElimina
  3. fa saltare in aria, soprattutto dal centro alla fine, la fine è terrificante ^^

    RispondiElimina
  4. grande horror, che riesce nell'intento principale: far paura!

    RispondiElimina
  5. già è fatto bene molto bene, nel calderone dei filmetti che fanno più ridere che altro questo film spicca su tutti.

    RispondiElimina
  6. Mi è piaciuto abbastanza. Quando arriva la medium ho pensato "oh no, un'altra roba stile paranormal activity!" ma per fortuna ha preso una direzione tutta sua. Molta atmosfera.

    RispondiElimina
  7. è vero io l'ho trovato uno dei migliori horror usciti quest'anno, tra tanti falsi horror questo spicca su tutti XD

    RispondiElimina
  8. Un buon horror che però in 2,3 occasioni cade quasi nel ridicolo involontario...

    RispondiElimina
  9. a me comunque è piaciuto, considerato che oggi gli horror sono ridicoli questo almeno è decente ;) in giro c'è di peggio ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.