Passa ai contenuti principali

Nightmare dal profondo della notte

Signore e signori, ecco l'horror che è diventato un icona, un oggetto di culto, no di più un capolavoro, ora detto così sembra strano ma è proprio un piccolo capolavoro Nightmare, perchè? Prima di tutto per l'ambientazione, reale e surreale, il reale tutto confortevole e il surreale agghiacciante e minaccioso, nella piccola strada di Elm Street non c'è pace, tutto sembra uscito dai film per famiglie, ma in quell'ambientazione si nasconde un terrificante segreto, che raffiora di notte, quando alcuni giovani adolescenti si addormentano, chi è mai costui? Chi è questo Babau che terrorizza e uccide tanti adolescenti? Si tratta di Fred Krueger, meglio conosciuto dagli estimatori come Freddie Krueger, che imbattendosi in un gruppo di ragazzi iniziano gli omicidi, ma come vengono gli omicidi? Gli omicidi avvengono di notte mentre loro dormono, Krueger entra nel loro sogno come un virus da cui non si può scappare, da cui non c'è più scampo, da cui ci lasci la pelle, con i suoi rasoi affilati uccide, spappola, squarta questi ignari adolescenti, che si trovano ad affrontare un mostro che non conoscono, come riuscire a salvarsi la vita? L'insonnia, è questa la cura che fa Nancy, che più volte affronta Krueger, riuscendo a non soccombere.
Fatti fuori i primi due amici di Nancy, Krueger ora punta a lei e al suo ragazzo (un giovanissimo Johnny Depp agli esordi), rimasta nella storia la scena della morte di Depp che viene ingoiato dal materasso e alla fine scorre un lago di sangue fino al tetto, per sconfiggere Krueger ci vuole Nancy, che con uno stratagemma riesce a far tornare nella realtà Krueger, ma sarà vero finita?
Un film agghiacciante che Craven dirige con maestria, un cast di attori tra cui spiccano Johnny Depp e Robert Englund, quest'ultimo con Nightmare avrà l'occasione di partecipare anche alla serie tv Visitors, poi è quasi scomparso, ma si ricorda soprattutto per questo ruolo. Johnny Depp è diventata una star, e Craven un regista di culto da ammirare, questo è il film che gli ha dato la gloria e la fama tra gli appassionati di horror, in futuro ci saranno 6 sequel e un remake, creando un franchise che è diventato leggenda nel mondo del cinema.
Come dicevo prima tutto è curato dagli straordinari effetti speciali per l'epoca al trucco alla regia, in cui Craven da il meglio di se. per questo è un film da collezionare.
CAPOLAVORO




Commenti

  1. Filmone che non si dimentica facilmente... Freddie Krueger poi da sognarselo di notte XD
    Sottoscrivo quello che dici già tu. un vero Horror con l' "H" maiuscola!!

    RispondiElimina
  2. eh si, ai tempi gli horror si che li sapevano fare, i registi della vecchia scuola sono registi con le contropalle scusando il termine, oggi si è persa questa scintilla, questa magia, peccato. Wes Craven, piano piano mi sta conquistando, sono ancora all'inizio ma è giù sulla buona strada ^^

    RispondiElimina
  3. Capolavoro assoluto, con tutti i suoi difetti (pochi) e i suoi pregi (moli). Un film che, a prescindere da quante volte lo si sia visto, metterà sempre un'ansia assurda perché lì Fred non era ancora un giocattolone dalla battuta facile, ma un vero Babau!

    RispondiElimina
  4. Scusate il ritardo....capolavoro!!Il mostro che ha terrorizzato una generazione!

    RispondiElimina
  5. io da piccola avevo paura di guardarlo, poi anni fa l'ho visto e quelle paure sono andate via, oggi l'ho rivisto e non ho avuto gli incubi che da piccola credevo di avere...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Ro.Go.Pa.G

Un film collettivo, che racchiude 4 episodi, non sono male, ma io personalmente, ho preferito gli ultimi due, sono ben girati e in particolare quello di Pier Paolo Pasolini è il migliore di questo film, in cui 4 dei maggiori cineasti degli anni sessanta, si riuniscono, non c'è nessun legame tra un film e l'altro, che in realtà sono 4 cortometraggi uniti.
L'illibatezza di Roberto Rossellini, Il Nuovo Mondo di Godard, La Ricotta di Pasolini, e infine Il Pollo Ruspante di Gregoretti.
I quattro cortometraggi compongono questo film collettivo e uniscono 4 dei più importanti cineasti del tempo, il mio preferito resta La Ricotta, sorta di commedia che ricorda molto le comiche ai tempi del muto con udite udite anche il grande Orson Welles nel ruolo del regista.
Film che è stato sequestrato dalla magistratura e processato per "Vilipendio alla Religione", ma noi italiani siamo sempre stati così bacchettoni? No perché una cosa del genere sarebbe da spanciarsi dalle risate e…

Aquaman

Dimensione extralarge per Aquaman, credevate che non lo recensivo? Vi sbagliate, ecco a voi la rece del film con quel gran bel fusto di Jason Momoa.