Passa ai contenuti principali

Scream

La ricetta giusta per fare un horror che sia più un thriller che un horror? Non ce l'avete? Forse l'intuizione è venuta a Wes Craven, divenuto celebre negli anni ottanta con Freddie Krueger che in Nightmare ha dato gli incubi a una generazione facendosi un consueto gruppo di ammiratori di appassionati di film horror, se il film sopracitato è stato l'icona degli ottanta, Scream può tranquillamente ambire ad essere l'icona degli anni '90, solo che adesso non ci sono gli incubi a farvi morire, ma un assassino reale, un assassino cinefilo appassionato di horror, in cui se sbagli a rispondere ti uccide, risultato? Un capolavoro, uno dei migliori film di Wes Craven, che per l'occasione chiama un gruppo di attori sconosciuti che sono usciti da serial tv, il risultato è una bomba, la trama è piuttosto semplice ma ben articolata e strizza l'occhio al grande Alfred Hitchcock, che sia un ammiratore del grande regista inglese lo si può notare dall'incipt, in cui appare per pochi minuti Drew Barrymore, che grida e urla con tutto il fiato che ha in corpo perchè è terrorizzata dall'assassino, credete sia la protagonista vero? E invece no, la povera Drew muore pochi minuti dopo ed entra in scena lei, la vera protagonista della saga, Sidney Prescott, interpretata da una giovanissima Neve Campbell, che grazie a questo film è divenuta celebre, per poi scegliere film di nicchia con il tempo.
La regia è ottima, e non perde mai il punto di vista di veri appassionati di film di genere, la sceneggiatura è scritta invece da Kevin Williamson, che poi in tv farà Dawson's Creeck e The Vampire Diaries, ma qui ci inserisce tutta la passione per il genere horror e lo si intuisce, ma in scream c'è di più, è un analisi sul vuoto assoluto di una generazione che vede nei film lo scorrere della propria vita, ma c'è anche dell'ironia, l'invadenza della tv, nel suo voler parlare sempre e comunque di storie al limite della violenza pur di fare audience, l'ironia, e tanto tanto altro, insomma c'è tutto non manca niente.
Sarà proprio Sidney con l'aiuto dei suoi amici a dover fare i conti con l'assassino, e smascherarlo, la polizia ha un ruolo marginale,quasi nullo, sarà un gioco al gatto col topo in cui scorrerà un lago di sangue prima che venga fuori il colpevole, o sono due? Mah Chi lo sa, in conclusione un film imperdibile, sia per chi è appassionato di cinema, che per chi si appresta a fare i primi passi del genere.
CAPOLAVORO.


Commenti

  1. Ovviamente adoro. Il primo è un gioiellino del cinema horror. Davvero notevole.

    RispondiElimina
  2. concordo anch'io per il capolavoro!
    probabilmente il mio horror preferito, di sicuro quello che mi diverte di più

    RispondiElimina
  3. si è molto divertente e fa anche gelare il sangue XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.