Passa ai contenuti principali

Scream

La ricetta giusta per fare un horror che sia più un thriller che un horror? Non ce l'avete? Forse l'intuizione è venuta a Wes Craven, divenuto celebre negli anni ottanta con Freddie Krueger che in Nightmare ha dato gli incubi a una generazione facendosi un consueto gruppo di ammiratori di appassionati di film horror, se il film sopracitato è stato l'icona degli ottanta, Scream può tranquillamente ambire ad essere l'icona degli anni '90, solo che adesso non ci sono gli incubi a farvi morire, ma un assassino reale, un assassino cinefilo appassionato di horror, in cui se sbagli a rispondere ti uccide, risultato? Un capolavoro, uno dei migliori film di Wes Craven, che per l'occasione chiama un gruppo di attori sconosciuti che sono usciti da serial tv, il risultato è una bomba, la trama è piuttosto semplice ma ben articolata e strizza l'occhio al grande Alfred Hitchcock, che sia un ammiratore del grande regista inglese lo si può notare dall'incipt, in cui appare per pochi minuti Drew Barrymore, che grida e urla con tutto il fiato che ha in corpo perchè è terrorizzata dall'assassino, credete sia la protagonista vero? E invece no, la povera Drew muore pochi minuti dopo ed entra in scena lei, la vera protagonista della saga, Sidney Prescott, interpretata da una giovanissima Neve Campbell, che grazie a questo film è divenuta celebre, per poi scegliere film di nicchia con il tempo.
La regia è ottima, e non perde mai il punto di vista di veri appassionati di film di genere, la sceneggiatura è scritta invece da Kevin Williamson, che poi in tv farà Dawson's Creeck e The Vampire Diaries, ma qui ci inserisce tutta la passione per il genere horror e lo si intuisce, ma in scream c'è di più, è un analisi sul vuoto assoluto di una generazione che vede nei film lo scorrere della propria vita, ma c'è anche dell'ironia, l'invadenza della tv, nel suo voler parlare sempre e comunque di storie al limite della violenza pur di fare audience, l'ironia, e tanto tanto altro, insomma c'è tutto non manca niente.
Sarà proprio Sidney con l'aiuto dei suoi amici a dover fare i conti con l'assassino, e smascherarlo, la polizia ha un ruolo marginale,quasi nullo, sarà un gioco al gatto col topo in cui scorrerà un lago di sangue prima che venga fuori il colpevole, o sono due? Mah Chi lo sa, in conclusione un film imperdibile, sia per chi è appassionato di cinema, che per chi si appresta a fare i primi passi del genere.
CAPOLAVORO.


Commenti

  1. Ovviamente adoro. Il primo è un gioiellino del cinema horror. Davvero notevole.

    RispondiElimina
  2. concordo anch'io per il capolavoro!
    probabilmente il mio horror preferito, di sicuro quello che mi diverte di più

    RispondiElimina
  3. si è molto divertente e fa anche gelare il sangue XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Moderazione rimessa, NO SPAM

Post popolari in questo blog

#LaPromessa2021 - I Cugini

  Mi sono sempre chiesta com'erano i primissimi film di Claude Chabrol  regista che apprezzo molto, conosciuto con il film L'Inferno  di cui ho visto parecchi film, con la scusa della promessa per il 2021, ho deciso di mettere in cartellone uno dei suoi primi film: I Cugini .

#LaPromessa2021 - Lili Marleen

  Questo mese saranno tre i film recensiti per la promessa, anche perché non ho fatto tempo a recensire il secondo di aprile, lo faccio adesso, e spero di recensire in breve tempo anche i film di maggio. Adesso tocca a un film di Rainer Werner Fassbinder  da me amatissimo per tanti motivi e chi bazzica questi lidi sa che ho dato parecchio spazio al suo cinema, quest'anno l'ho fatto partecipare alla promessa, selezionando Lili Marleen  mi sarà piaciuto?

Presto alla fabbrica una sorpresa...

  Venghino signori venghino, se ve piace Lino Banfi, se vi siete trastullati con Edwige Fenech, e avete riso co Pierino o simili, non perdetevi la nuova rubrica dove se parla de sto cinema, no, non sono recensioni, ma ho avuto l'idea sopraffina de parlà del cinema de ggenere, o trash all'italiana, perché anche il trash vole il suo spazio perché è de culto eh? La rubrica se chiamerà   STRACULT  perchè il cult lo lasciamo agli estereofili, nella rubrica si parlerà di diversi film, solo parole e fatti soprattutto che parlano di un certo cinema che andava forte negli anni settanta ottanta o giù di lì. Ci saranno risate e ricordi a non finire, e per chi vuole partecipare mi contatti su facebook o via email o anche sotto questo post CIAOOOOO!!!