Passa ai contenuti principali

Frozen

tre amici,  che sono due ragazzi e una ragazza, decidono di fare un weekend sulla neve e sciare, all'inizio va tutto bene, si scherza si passa tempo, poi verso la fine della giornata dopo che vanno sulla funivia rimangono bloccati perchè il padrone, si è dimenticato di loro, dovranno fare i conti con la natura tutta intorno per sopravvivere, sarà anche una battaglia dura perchè sono da soli in mezzo al freddo e alla neve, conosceranno la crudeltà e l'avidità di uno di loro che abbandona il gruppo da vigliacco che è dopo che un altro è stato sbranato dai lupi per essere sceso dalla funivia rompendosi le gambe...
E' un tipico horror dell'uomo che deve combattere con la natura per sopravvivere nè più nè meno, non è male come film, c'è tensione un po' di sangue sparso qua e là non manca nulla, di certo non è un capolavoro, ma la pellicola si fa vedere bene, un film che di certo ha i suoi difetti, tra l'altro una proverbiale smarcatura all'inizio in cui i personaggi vengono percepiti dallo spettatore come protagonisti di un film goliardico, perdendo il mordente iniziale per creare una specie di empatia, poi il dilungarsi di alcune scene che se fatte in un certo modo avrebbero acquistato maggiore prestigio, ma è nella parte in cui sono abbandonati in mezzo alla neve che il film riprende quota, sarà una lotta durissima sia per sopravvivere sia per uscire da quell'inferno di freddo e gelo, non ci sono fantasmi, assassini, o mostri di nessun tipo, ma al contrario c'è la neve ed è questo che inquieta maggiormente lo spettatore, il vedere persone come voi, completamente abbandonate in mezzo alla neve che cercano di uscire fuori da quella situazione, ed è qualcosa che terrorizza chiunque.
NON MALE.


Commenti

  1. Sono d'accordo.
    Non eccezionale, con qualche buco qui e la, ma assolutamente godibile.

    RispondiElimina
  2. Anch'io d'accordo su tutta la linea.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.