Passa ai contenuti principali

Tomboy

Il cinema francese, ha sempre guardato con occhio sincero all'infanzia, sin dai tempi di Truffaut che con il suo I Quattrocento Colpi segnava la rivoluzione cinematografica e l'inizio della nouvelle vague, Céline Sciamma, invece non fa rivoluzioni, ma racconta semplicemente la storia di una bambina che potremmo definire un maschiaccio in tutto e per tutto, sta con i maschi, gioca a calcio con loro e ruba il cuore di una amichetta vicina di casa, la bambina in questione, Laure, si sente un maschio, sente che la femminilità non le appartiene, si sente estranea in quel corpo di bambina, perciò si veste come un bambino, si pettina come un bambino e gioca anche come un bambino e si cambia persino nome Michel, è una bambina alla ricerca della sua identità sessuale, nel pieno dell'adolescenza in cui ci sono tante incertezze e poce certezze, e la Sciamma sembra sottolineare questo aspetto con una delicatezza e una dolcezza senza pari, non c'è nulla di scabroso, non c'è nulla di ambiguo, solo una bambina alla ricerca della sua identità.
Il film girato quasi come fosse un film dogma ma piuttosto alla lontana, privo di colonna sonora di sottofondo, è un viaggio realistico verso la coscienza di se, senza ambiguità, inutili ipocrisie, dimostrando una sensibilità che riesce a conquistare, non sono molti i film che lasciano uno spazio profondo nel cuore degli animi delle persone, Tomboy è uno di questi.
Non è un capolavoro, ma fa riflettere, che spesso le cose non appaiono soltanto di due colori, ma esistono varie varianti, e in queste varianti che si incammina la piccola Laure, anche quando si scopre che è una bambina e non un bambino come hanno sempre saputo, alla fine lo spettatore riesce ad immedesimarsi in lei riuscendo a percepire il suo dolore, avvolte l'unico modo per ritrovare se stessi è riuscire ad essere tolleranti, perchè la vita è un viaggio dentro se stessi, per scoprirsi giorno dopo giorno, e nessuno meglio di noi stessi possiamo ritrovare la strada che ci identifica.
DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE


Commenti

  1. Come dicevamo dalle mie parti, un'opera leggera e ben narrata, che seppur non raggiungendo chissà quali vette riesce ad arrivare al cuore dello spettatore.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Gruppo whattsapp della fabbrica dei sogni? E perchè no?

L'idea mi è venuta parlando con un amico fan di twin peaks, in cui aspetto di entrare nel gruppo whattsapp...mi sono chiesta sarebbe carino incontrare su whattsapp tutti gli amici blogger, Ford, il Cannibale, Miki Moz, Bollicina, Kelvin, Lisa Costa e via dicendo se siete daccordo inviatemi o una email, all'indirizzo lafabricadeisogni@gmail.com, oppure un mex su faccialibro, sarebbe una cosa grandiosa chattare con tutti gli amici e farci anche quattro risate in proposito, se ci state fate un fischio che vi aggiungo ok?

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…

Spiderman Homecoming

Ecco il terzo capitolo del reboot di Spiderman...lo devo dire non è male, e questa terza parte mi è piaciuta particolarmente, per un solo motivo: Michael Keaton.
Perché? Perchè simpaticamente ha voluto fare il verso ai cosidetti supereroi - lui che ha interpretato il per me mitico Batman Burtoniano - e interpreta il cattivo, ovvero l'antagonista dell'uomo ragno.
Ed è pure padre della sua ragazza...

Visioni in diretta - Tanto per cominciare...Glow

Nasce la nuova rubrica della fabbrica dei sogni, sulle visioni in diretta, ovvero mentre guardo un film, una serie tv, commenterò il tutto in diretta nel blog...
E questa cosa amici è una novità nella blogosfera, e nasce proprio alla fabbrica dei sogni, quindi è un innovazione, che senza dubbio non è roba da poco, spero di fare quotidianamente grandi cose in proposito.
Intanto sto guardando Glow prima stagione episodio 4, tra poco comincio l'episodio 5.
Allora Glow è una serie tv carinissima di netflix, e la prima stagione ha fatto parlare molto bene in giro tra i siti e blog, il quarto episodio mi sta piacendo molto, specie la parte della ragazza che si confronta col padre wrestler, e soprattutto sul mondo maschilista che ci sta dietro.
Persino il regista si è beccato un ceffone...poveraccio!!!
Comnque ora proseguo con la visione, ci vediamo dopo con la fine dell'episodio 4 e l'inizio dell'episodio 5...ovviamente aggiornerò il post con gli ultimi commenti...a dopo am…