Passa ai contenuti principali

The Resident

Un Thriller riuscito, in cui atmosfere inquietanti, si immischiano con la normale routine di tutti i giorni, di una giovane dottoressa che decide dopo che è finito il rapporto con il suo fidanzato di cambiare casa, qui incontra il padrone di casa, all'inizio sembra affascinante, intrigante, ma poi qualcosa di inquietante accade tra di loro, quando Juliet rifiuta di intraprendere una relazione con lui Max comincia ad avere degli strani comportamenti...
Non male come film, di certo mette qualche brivido grazie all'intensa interpretazione di Jeffrey Dean Morgan che riesce a donare il tono luciferino al suo personaggio Max, bravissima come sempre Hilary Swank, che dona al suo personaggio di dottoressa sempre controllata il giusto ritmo adrenalinico di chi non si aspetta nulla e deve affrontare problemi a cui non è abituato, è un imprevisto che le accade, ma riesce comunque grazie alla sua interpretazione a donare una naturaltà che fa centro.
Il film non è certo un capolavoro, ma resta comunque un buon prodotto se amate il brivido, anche grazie alla regia di Antti Jokinen - sentiremo parlare ancora di lui? Lo spero proprio - che essendo un esordiente dimostra di saper stare dietro la macchina da presa, e non è tutto, assolutamente da antologia il cameo di Christopher Lee - che definirei da manuale e vale da solo la visione del film, d'altronde stiamo parlando di un film prodotto dalla casa cinematografica Hammer, riaperta di recente - non faccio paragoni con il romanzo da cui è tratto il film perchè si sa che i film non sono mai all'altezza, quindi questo lato lo ometto, in conclusione, un buon prodotto per animare le vostre serate se amate stare in tensione e il brivido.
DA COLLEZIONARE.


Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.