Passa ai contenuti principali

Dovevi essere morta (Deadly Friend)

L'autore di Nightmare prova a collaborare con Bruce Joel Rubin, e ne esce fuori quello che dovrebbe essere un horror inquietante, ma si tratta per lo più di un opera si accattivante, ma senza mordente, che lo tramuta in un horror per famiglie, quasi un film per tutti, questo succede soprattutto perchè per la prima volta è finanziato da una major cinematografica, nonostante ciò resta comunque un film divertente, lontano da vertici di film del passato, ma che propongono il Craven's Touch solo in poche memorabili scene.
Un discreto omaggio a un classico del genere come Frankenstein, di cui il film è pieno di strizzate d'occhio e di citazioni, la trama è piuttosto semmplice ma ben articolata, che vede un giovane scenziato, che ha costruito un robot, che si porta sempre dietro, sta facendo studi sul cervello umano in particolare sul suo funzionamento, grazie al supporto di un professore di medcina, fa amicizia con una ragazzina continuamente vessata dal padre, Samantha, che morirà poco tempo dopo cadendo dalle scale durante una lite col padre, la ragazza ha subito varie lesioni cerebrali che non gli lasciano nessuna speranza di vita, ma il giovane studente decide di mettere un chip in testa per riportarla in vita, ma non è più Samantha, ora è diventata un automa senza coscienza, che si muove più per istinto che per emozione, finendo per uccidere prima il padre, che finisce carbonizzato, poi la vicina di casa che le ha tolto la palla, e rischiando di uccidere anche altre persone.
Craven in questo film pur strizzando l'occhio allo spettatore ai continui rimandi col suo cinema non rischia fino in fondo per terrorizzarlo, finendo per dirigere un opera che non sente affatto sua, appesantita da una trama piuttosto calibrata e da personaggi piuttosto stereotipati e costruiti con un finale in perfetto american style che non si addice ai film horror.
In poche parole, un horror che di horror ha ben poco, ma ha più l'aria di una commedia per famiglie che è piuttosto alla lontana da vertici come altri film che riveleranno il talento di Craven.
NON MALE...


Commenti

  1. lo ricordo come se fosse un filmone sconvolgente... ma non oso rivederlo perchè rimarrei sicuramente deluso.
    il chip nel cervello rimarrà indelebile nella mia memoria!

    RispondiElimina
  2. è vero il film non è male, ma secondo me oltre la scena splatter che fa scoppiare il cervello alla vicina di casa non c'è molto horror, solo strizzatine d'occhio XD

    RispondiElimina
  3. ricordo tiepido e confuso. Concordo con te, niente male ma non memorabile

    RispondiElimina
  4. si infatti è una pellicola che non rappresenta il tocco di Wes, in un altra pellicola come la musica del cuore era più ispirato, quel film era fatto col cuore, ma passeranno diversi anni prima di girarlo, nonostante ciò dovevi essere morta rimane una pellicola gradevole, più per ragazzi che per appassionati di horror :)

    RispondiElimina
  5. Horror per famiglie e film per tutti?!?!

    Io la scena dove la ragazza fa scoppiare la testa del padre con una pallonata e il finale con quel terrificante "BiBi" che spunta dal cadavere me li sogno di notte ancora adesso. E' vero, avro avuto 10/11 anni, ma non me li scorderò mai più XDXD

    P.S. quoto vincent, assolutamente!!!

    RispondiElimina
  6. si infatti era la vicina quella che le ha rubato la palla, ma erano altri tempi, gli horror allora si sapevano fare questo è sicuramente una pellicola minore, ma di certo non meno interessante :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.