Passa ai contenuti principali

Bad Girls - Bound - Torbido Inganno

Bad girls, la rassegna organizzata nel forum FICA dalla sottoscritta comincia proprio oggi con un noir a tinte forti.
Protagoniste sono due bad girls, basta un gioco di sguardi e si accende la passione tra Violet e Corky.
Violet è la ragazza di un delinquente di mezza tacca  che lavora per la mafia, Corky è stata per un periodo in prigione, e ora lavora come idraulico sbarcando il lunario.

Tutte e due organizzano un piano perfetto per fregare il busineess insieme e fregare a Casear i soldi che deve riciclare per il boss con il quale lavora.
Tutto sembra svolgersi con la perfezione del ticchettio di un orologio, ma sembra che Casear abbia scoperto i loschi piani delle due, che nel frattempo sono diventate amanti, scatenando un bagno di sangue come fosse la caduta delle pedine del domino, per non far capire al boss che i soldi sono spariti, Caesar si mette ad uccidere tutti coloro che dovrebbero ottenere i soldi, fino a quando un piccolo errore rischia di far andare letteralmente a puttane il piano.

Prima di esplodere con Matrix i fratelli Watchowsky hanno esordito con questo noir, che con il tempo è diventato un piccolo oggetto di culto, abbastanza riuscito e intelligente, in cui le due protagoniste con lucida cattiveria, innamorate l'una dell'altra, mettono insieme un piano perfetto, per fregare l'uomo di una delle due, Violet e vivere per sempre felici e contenti.
Riconosco che nella storia ci sono parecchie forzature, la mafia ha occhi di falco dappertutto e tentacoli che vanno dovunque, quanto pensate che le avrebbero scoperte? Nella realtà le avrebbero ammazzate tutte e due per riprendersi i soldi, ma in Bound questo non succede, vuoi perchè i fratelli hanno voluto fare un film pruriginoso, e forse femminista lesbo chic?
Chissà, fattostà che nonostante i difetti scorre via facilmente e riesce a catturare lo spettatore, creando e modificando il prototipo della tipica dark lady, non più solo bastarda, ma anche capace di amare.
Un atteggiamento piuttosto insolito per film del genere che raramente viene messo in luce.
Comunquesia e nonostante tutto Bound è una goduria e una gioia per gli occhi intrigante e seducente che ogni tanto fa piacere riguardare.
Per quanto riguarda le due attrici bravissime, da sottolineare Gina Gershon risorta dal disastro di Showgirl ha scelto un personaggio di lesbica più furba di un avvoltoio, mentre Jennifer Tilly sembra invece un oca giuliva, ma sotto sotto ha degli artigli più affilati di un rasoio, con una coppia così è impossibile riuscirsi a salvarsi la pelle.
In conclusione, un film non propriamente perfetto che si fa vedere bene, nonostante i difetti.
Voto: 6 e 1/2





Commenti

  1. Visto all'epoca e presto dimenticato, una cosettina pruriginosa buona per chi in quegli anni si era appassionato con Basic Instinct e Sliver.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe in linea di massima hai ragione, ma per me rappresenta un piccolo guilty pleasure, ma neanche tanto guilty ;)

      Elimina
  2. sono d'accordo, un film certo non perfetto, ma dotato di un suo fascino.
    anche per me è da 6 e mezzo.

    e grandissima gina gershon!

    RispondiElimina
  3. Un filmaccio un pò inutile, ma le scene tra loro due turbarono non poco la mia adolescenza. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe, Ford, non siamo mai daccordo noi due...non lo trovo così brutto sinceramente parlando, ma nemmeno un capolavoro, piaciucchia questo SI :D

      Elimina
  4. Ricordo che all'epoca ero innamorato di Gina Gershon... lo andai a vedere al cinema solo per quello. Oggi, sinceramente, non ci spenderei gli otto euro del biglietto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OTTO EURO??? Caspita così caro è il cinema, non glieli spenderei neanche io xD ma non solo per questa pellicola, per NESSUNA!!!

      Elimina
  5. Mai visto, sinceramente. Bella recensione comunque

    RispondiElimina
  6. Il tema del "noi ultimi arrivati freghiamo la mafia, che tanto si sa, è una robetta facile!" va sempre fortissimo come base per questo genere di film ^^

    RispondiElimina
  7. Davvero è un film di culto? Pazzesco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ti sorprende? Oggi autori come Lucio Fulci sono considerati di culto, all'epoca in cui giravano film erano considerati registi di serie b, tanto per fare un esempio, il cinema insegna che una pellicola è un opera a se stante, oggi magari è massacrata, un giorno verrà riconosciuta e riscoperta :)

      Elimina
  8. Io sono un ignorante catastrofico in materia di Bad Girls. Ma in un modo o nell'altro tenterò di recuperarli ;)

    RispondiElimina
  9. All'epoca ero troppo naive per vederlo, adesso lo guarderei più con affetto per le dive che furono (se la Tilly ormai è sparita dalla circolazione, la Gershon ancora fa qualche film) che per l'aspetto pruriginoso. Ormai si è visto di tutto e di più che non scandalizza! ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.