Passa ai contenuti principali

All Cheerleaders Die

Per una volta, ho voluto misurarmi con uno dei film recensiti dall'amica Bolla e da altri amici bloggers, si tratta di un horror diciamo lontano dalle preferenze della sottoscritta, che mi ha piacevolmente sorpresa.
Precisiamo che, amo l'horror, ho un intero blog dedicato a questo genere di film, in cui ci scrivo ogni tanto e che devo aggiornare perchè è parecchio tempo che non lo faccio, e come genere di film ha sempre trovato parecchio spazio qui alla fabbrica, dato che la sottoscritta è una grande appassionata di horror movies, ma andiamo al film.

L'ho appena terminato di vedere, cominciato stamattina presto, poi ho staccato per stinnacchiarmi dopo aver passato le ore piccole a guardare alcune serie tv che mi piacciono, all'inizio pensavo la solita buffonata all'americana, ragazze pon pon a metà strada tra le stronze e le puttanelle, sembra che non ci sia nulla di interessante a parte una cattiveria insita nei personaggi.
Poi il film devia a metà strada tra il fantastico e l'horror, e qui c'è la vera svolta, qui il film decolla e non si ferma più.
I due registi dimostrano di conoscere bene le regole dell'horror, e giocando sull'onda dei teen movies, infarcendoli con scene splatters appena accennate, ma la vera forza dei film è l'ingranaggio con cui è stata concepita la storia.
Qui ci troviamo un ibrido di film che toccando diversi generi e stili, come la commedia nera, l'horror, e il film generazionale, amalgamati insieme senza risultare superficiali o fuori luogo, il che ne fa un film decisamente interessante, soprattutto per quanto riguarda il genere.

Giuro che,
All'inizio stavo mandando al diavolo tutto, se non fosse stata per quella svolta geniale a metà strada tra mean girls e giovani streghe che ne fanno decisamente un horror particolarmente riuscito, anzi, molto riuscito.
Se siete amanti del genere questo film vi darà sicuramente pane per i vostri denti, fermo restando che: si tratta senza dubbio di un film curatissimo a livello di regia e sceneggiatura, spesso la recitazione non è di quella che fa gridare al miracolo ma poco importa, in questo film ciò che conta è la storia e la regia.
Lucky McKee, già visto con il bellissimo The Woman che ho recensito di recente, dirige a quattro mani con Chris Siverston, questo remake di un film uscito addirittura nel 2001, diretto ancora con Sivertson, il remake non l'ho visto, se lo becco sicuramente lo guarderò.
Mi è piaciuto, soprattutto perchè non è mai come ci si aspetta che sia, quindi procedete spediti verso la visione, anche se per le scene clou dovete aspettare oltre i venti minuti poi il film decolla, e lì c'è il vero divertimento.
In conclusione, a questo film metto un bel voto, decisamente ^_^.
Voto: 7

Commenti

  1. A me invece è stato quel suo essere ibrido a non convincere, proprio perché non si ha la predominanza di nessuna parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la forza del film sta proprio nel suo essere ibrido, questa mescolanza di generi può confondere lo ammetto, ma se si guarda con un ottica diversa fa sicuramente divertire ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.