Passa ai contenuti principali

Il postino suona sempre due volte

Ed ecco la versione più esplicita del capolavoro letterario di James M Caine tradotta sullo schermo, con due grandissimi attori, la straordinaria quanto sottovalutata Jessica Lange e Jack Nicholson protagonisti di una storia d'amore complessa incentrata da un altissima attrazione fisica.
Il postino non è il classico Noir in cui la moglie uccide il marito in complicità dell'amante per incassare il malloppo, no, la storia è molto complessa e articolata, ammetto che non ho ancora visto le versioni precedenti e perciò non farò confronti apparte la versione di Visconti Ossessione che ho visto.
Rispetto al film di Visconti, Bob Rafelson ha fatto un opera senza fronzoli, nuda e cruda, che non lascia nulla all'immaginazione ma è senza dubbio la più realistica, merito di una regia schietta e sincera e di una sceneggiatura particolarmente accattivante.
Jack Nicholson e Jessica Lange dimostrano di conoscere bene i loro personaggi, che non possono essere giudicati in modo stereotipato perchè non hanno stereotipi, sono due persone che si lasciano travolgere dalla passione ed è questo il motivo principale per cui prendono la decisione di far fuori il marito di lei.
Ma i giochi non vanno sempre come hanno voluto loro, o per lo meno come hanno previsto loro, sarà il fato a decidere il loro destino.
Un film tutto da vedere l'unico che in un certo senso è entrato nell'olimpo dei film più erotici della storia, e l'erotismo almeno per l'epoca era piuttosto spinto, non c'era più la censura da codice Hayes degli anni 40, la scena memorabile è quando Frank aggredisce Cora mentre lei sta preparando il pane, una scena lunghissima che colpisce per il suo realismo.
E' inutile dire che questa versione mi è piaciuta vero? Consigliatissimo soprattutto per conoscere un attrice che meriterebbe più attenzione come Jessica Lange, che per chi ha bazzicato da queste parti è la protagonista della serie cult American Horror Story che è stata  visionata in  questa stagione cinetelevisiva, per quanto riguarda la prima parte di stagione.
Cult assoluto Voto: 7 e 1/2



Commenti

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Riguarda & Recensisci - Planet of The Apes

Riguarda & Recensisci

Penultimo appuntamento con lo special di Tim Burton legato alla rubrica Riguarda & Recensisci, che ripesca i film visti in precedenza e non ancora recensiti alla fabbrica, tra due settimane dovrebbe cominciare quello dedicato al grandissimo Stanley Kubrick, forse addirittura spostato di Venerdì o domenica per cineclassics, dato che la rassegna dedicata a Orson Welles è ormai agli sgoccioli.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.