Passa ai contenuti principali

Assassinio sull'Orient Express

Eh si, quest'anno ce la sto mettendo tutta per recensire film usciti da poco al cinema, e cominciamo la prima settimana dell'anno nuovo alla grande, ecco a voi l'ultimo film diretto da Kenneth Branagh, regista che ultimamente ho messo da parte, ma che mi piace da matti, e che seguo si può dire sin dai primi anni novanta.

Kenneth Branagh non si cimenta col giallo e il thriller da questa pellicola, prima aveva diretto un film che mi è piaciuto da morire e che considero uno dei suoi migliori, spero di poterne parlare prima o poi alla fabbrica: L'altro Delitto.
Con Assassinio sull'Orient Express ritorna a quel genere e alle atmosfere misteriose cimentandosi con Agatha Christie e uno dei suoi romanzi, precedentemente portati sullo schermo da Sydney Lumet, che spero di poter recuperare un giorno di questi.
L'impressione che mi sono fatta è di un film astuto, furbo, che vuole dare al pubblico ciò che il pubblico chiede, ma allo stesso tempo esprimere tutta l'esperienza che Branagh ha raccolto negli anni.
Non è un brutto film, preciso a sottolineare, ma neanche un capolavoro, ma questo ha poca importanza perché Branagh sa il fatto suo, e lo dimostra con una regia capace e sapiente, ma fin troppo equilibrata, e qui scatta qualche difettuccio, che con una regia più audace e trasgressiva, ne sarebbe uscito non un buon film, quale è, ma un capolavoro.
Ora mi direte, ma è un film per chi si accontenta gode?
Non precisamente, quello che sostengo è che se avesse diretto il film in maniera più personale, dandoci di suo, ne sarebbe uscito un capolavoro.
Ma va bene anche così, in fondo è capace di tenere incollato alla poltrona lo spettatore, e questo basta e avanza.
Infondo è un film che bene o male si fa volere bene, anche se sinceramente io mi aspettavo di più, soprattutto dopo aver visto il film citato prima.
Il cast stellare comunque da la ciliegina sulla torta, del primo film che ho visto quest'anno, risaltando con la recitazione un film ben costruito, e questa capacità ben pochi registi ce l'hanno.
In conclusione, è un film interessante, capace di fare il suo lavoro, ma se fosse stato curato in maniera personale come ho detto pocanzi, ne sarebbe uscito non un buon film, ma un capolavoro.
Questo ovviamente è solo il mio parere...voi che ne pensate?



Commenti

  1. Film che non ho visto e che sinceramente non mi ispira tanto considerata la storia trita e ritrita, passami il termine, però con un cast del genere sicuramente ne vale la pena vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si certamente, comunque ti consiglio la visione di uno dei migliori film di Kenneth Branagh, L'altro Delitto, quello è un giallo coi fiocchi ^_^

      Elimina
  2. Non sono un gran conoscitore dei racconti di Agatha Christie, ma devo dire che il film mi piaciuto.
    Ora parlando di fare un "Agatha Christie Universe". Sono curioso di vedere cosa ne uscirà fuori.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.