Passa ai contenuti principali

The Greatest Showman

Ebbene si, anche oggi parlo di un film uscito nei cinema, addirittura a natale. tempo per me giusto per l'uscita di un musical, e questo è un musical che conquista, che colpisce soprattutto che fa sognare.
Certo non stiamo a certi livelli ma è un buon film in tutto e per tutto e fa il suo ruolo di divertire il pubblico e per me questo basta e avanza per la visione.

Un uomo che ha un sogno...e per realizzarlo utlizza dei freak, anche se all'inizio non viene preso in considerazione, anche se all'inizio sono in molti a osteggiarlo...ma lui continua per realizzarlo.
E così che è nato il circo, il più grande spettacolo del mondo, anche se per realizzarlo rischia di perdere la sua famiglia.
Solo il cuore grande di una moglie può capire la bellezza di un sogno e spingere il proprio uomo a mandarlo avanti.
Colorato, un po' kitch, una grande colonna sonora, e soprattutto una grande spettacolarità che mi ha sorpreso.
Non è certo un capolavoro ma che importa, il film mi ha divertita non poco e merita senza alcun dubbio una visione.
Per me la visione è stata piacevole e vi garantisco che, se anche non ci sono forti emozioni, sono i personaggi e la storia che fanno di questo film un buon prodotto per la visione anche con i vostri bambini.
Hugh Jackman qui si rivela bravo e anche una sorpresa per me, speriamo che gli danno ruoli più complessi di questo dove possa esprimere al meglio ciò che qui ha espresso accennatamente.
Per quanto mi riguarda è uno dei più bei film usciti questo natale, divertente e sincero senza però scivolare nel patetico e nel dramma anche se, un pizzico di verosimilanza ne avrebbe fatto un grande lavoro.
Chi si accontenta gode, e gode bene aggiungo io.
Ve lo consiglio.


Commenti

  1. Hugh Jackman, che trovo odioso normalmente tranne in rare circostanze, nel genere musical si trasforma e convince sempre! Ora che non ha più le responsabilità di Wolverine sulle spalle dovrebbe dare più sfogo a questa sua abilità di prendersi meno sul serio :)

    RispondiElimina
  2. Un musical "vecchia maniera", perfetto per le feste, interpretato da un bravo attore perfettamente a suo agio nel genere: magari non riscriverà la storia del musical, ma si lascia guardare con vero piacere...

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.