Passa ai contenuti principali

Arwen al cinema del 18/01/2018

Secondo appuntamento dell'anno con la rubrica ricominciata la scorsa settimana sulle uscite cinematografiche di questa settimana, e ci sono parecchi titoli questa settimana cominciamo?



Il Vegetale
Commento: Ma la volete sapè na cosa? Io di sti filmetti sono veramente stufa, se Gennaro Nunziante col suo Checcho Zalone non hanno mai trovato posto alla fabbrica, pensate che comincio da questo? Naaaa, lo salto piacevolmente a piè pari
Aspettative: zzzzzzzz
Trailer

Ella & John The Leisur Seeker
Commento: Olè ritorna uno dei registi che più apprezzo  col suo nuovo film, girato addirittura in america, e che te lo voi perde? Assolutamente no, ed ecco a voi Ella &John, che prossimamente approderà alla fabbrica.
Aspettative: Alte, altissime.


L'Ora Più Buia
Commento: Altro film che prestissimo vedrò e al massimo entro una settimana recensirò, Gary Oldman è sempre stato uno dei miei attori preferiti, e quindi non mancherò di visionare questo film, che già dalle didascalie delle pubblicità promette bene, speriamo di azzeccarci.
Aspettative: Ovviamente Altissime


Insidious - L'ultima Chiave
Commento: Quarto capitolo della saga di Insidious, che alla fabbrica ha sempre avuto un buon riscontro, la visione quindi è quasi obbligatoria, anche per vedere come va a finire la storia, speriamo che sia uno di quegli horror capaci di tenerti incollato alla poltrona.
Aspettative: Abbastanza Alte


Poesia Senza Fine
Commento: Jodorowsky al cinema? E chi se lo perde? No dico, come autore è uno che mi ingrippa parecchio, e già dal titolo mi pare una cosa stratosferica, daje me lo guardo CB01 datte na mossa che me lo voglio guardà
Aspettative: Enormi



Un Sacchetto di Biglie
Commento: Questo film potrebbe essere carino o anche bello, un occhiata gliela do di sicuro, adesso che siamo vicini al giorno della memoria, un occasione in più per vederlo.
Aspettative: Intriganti senza ombra di dubbio


Marlina - Omicida in quattro atti
Commento: Un western con una donna cazzuta in cerca di vendetta? Questo film fa per me, speriamo di vederlo molto presto, perché sono curiosa di vedere se questa donna tira fuori le palle per farla pagare ai suoi aguzzini
Aspettative: Decisamente alte


Commenti

  1. Poesia senza fine mi attira per il nome coinvolto.
    Nunziante non sottovalutarlo: a oggi è tra i miei scrittori tv/cinema comici preferiti, lo seguo sin dai primi anni '90 e ritengo mangi ancora in testa a tutti :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Alcuni film sono molto interessanti, vorrei portare a guardare Un Sacchetto di Biglie a mia figlia più grande.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si quello sarà carino, le piacerà sicuramente :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Knockout - Resa dei conti

In un film d'azione ci vuole il coinvolgimento del pubblico, quando questo viene a mancare si sono tradite le regole fondamentali del genere.
Sappiamo tutti la capacità di Steven Soderberg, di girare film piccoli e coraggiosi, capaci anche di far riflettere; spesso ci mette anche il suo tipico tocco autoriale facendone dei grandi film spendendo pochissimo denaro.
con Knockout ha a disposizione un grandissimo budget, e un cast di attori da capogiro, ma gli manca qualcosa di fondamentale per essere davvero unico, la capacità del suo autore di fare film d'azione. Con questo genere si muove come un elefante in un negozio di cristalleria, incapace di dare una struttura forte alla storia, gigioneaggia con la macchina da presa, cercando un impatto narrativo che invece di coinvolgere lo spettatore in una storia capace di risucchiarla sullo schermo, è capace solo di fare una cosa che per un film d'azione equivale a morte certa: annoiarlo.
Soderberg cerca di fare un film forse diver…

Minority Report

Che succede quando Spielberg incontra Philip k Dick?
Un incontro che definirei di puro intrattenimento coniato da una storia che avvince dall'inizio alla fine, un incontro magico che ha dato vita a un grande film: Minority Report.
Qui il protagonista è Tom Cruise che lavora per la prima volta con Spielberg, e interpreta il ruolo di un agente precrimine, che grazie ai precog, persone che potremmo definire veggenti, hanno il modo di prevedere i futuri crimini e di evitarli.
Tutto sembra andare per il verso giusto, la precrimine ha quasi annullato gli omicidi ed è un dipartimento perfetto...ma è davvero così?
A cominciare a mettere la pulce nell'orecchio di questa organizzazione è una visione di una precog, la donna la più dotata, e prima ancora un agente dell'fbi che vuole vederci chiaro, e che crede che la precrimine non sia così infallibile, sicuramente ha delle pecche.
Quando Agatha, fa vedere a John - Cruise - l'eco di un omicidio lui ne parla con il suo capo, ma ins…

Ciclo Horror Stories - A Quiet Place

Maggio non poteva cominciare che con un horror, visto che di martedì di solito tocca al cinema horror essere protagonista con il famigerato ciclo Horror Stories, ho scelto questa volta un film particolare, in cui non ci sono spargimenti di sangue, ma solo un atmosfera inquietante che non ti molla dall'inizio alla fine.