Passa ai contenuti principali

La città verrà distrutta all'alba

Un film senza dubbio minore di Romero, ma che presenta un morbo, un virus sfuggito al controllo dei laboratori il trixie, fa impazzire le persone di una tranquilla cittadina, c'è chi violenta la figlia e si suicida, chi incendia negozi, chi uccide il primo che capita, chi uccide la propria famiglia, i militari e il governo arrivano alla cittadina per calmare la situazione e la bloccano per evitare il diffondersi della malattia, il trixie non è nient'altro che un arma biologica segreta che per un errore è arrivata ai cittadini, non c'è via di scampo, persino i medici che sono in cerca di una cura rischiano la propria vita per salvarli...
Un film apocalittico, che presenta i consueti temi Romeriani, d'altronde stiamo parlando del papà degli zombie, qui invece il tema è simile anche se è diverso, ma la sostanza non cambia, autentico cult movie, soprattutto per chi ama il genere horror, misti con i consueti ingredienti che hanno fatto grande il genere soprattutto negli anni cinquanta, un film vecchio stampo, che non ha avuto molta fortuna ai botteghini, ma che merita di essere visto e riscoperto, e lasciate perdere il remake, anche se è interessante, questo è molto più lacerante e apocalittico, un autentico gioiello per tutti gli amanti del cinema di genere, di certo è uno di quei film che meritano una riscoperta, soprattutto per la visione di Romero in cui è impossibile sfuggire, tantomeno aiutare le persone colpite da questo virus, e senza dubbio è una cosa agghiacciante oltre che tanto triste, ma se da un lato il film ha le sue imperfezioni, dall'altro è una analisi interessante sul potere che hanno sia la scienza che le sue scoperte, sia come vengono usate se messe nelle mani sbagliate, e chi è a pagarne è sempre l'umanità.
Notevole l'uso della regia, e soprattutto la recitazione degli attori che sembrano davvero tanti matti, che senza controllo si danno fuoco, come il prete che si immola con la benzina, l'anziana che uccide con ferri da cucito lo sceriffo, soprattutto chi sotto banco vorrebbe "risolvere" la situazione insabbiando tutto.
DA COLLEZZIONARE.


Commenti

  1. Concordo, il remake è da dimenticare....

    RispondiElimina
  2. Questo film è interessante anche dal punto di vista sociologico, cosa sarebbe l'uomo quando è davanti a catastrofi del genere? Romero gira un film apocalittico che fa riflettere, Il remake invece fa l'opposto non fa riflettere fa sgranare gli occhi...peccato, questo è il primo film di Romero che vedo :)

    RispondiElimina
  3. un grande cult! non è certo il capolavoro di romero, ma è davvero un grande film... forse è invecchiato un po' male.
    a me il remake non è dispiaciuto del tutto. è vero che annulla qualsiasi spunto di riflessione e spunto politico, ma come intrattenimento non è niente male.

    RispondiElimina
  4. Buon film. Quoto Frank. Nemmeno a me il remake è del tutto dispiaciuto. Discreto intrattenimento horror e niente più, ma in giro c'è molto di peggio.

    RispondiElimina
  5. beh questo film ti tiene in tensione, il remake non è male ma è trascurabile perchè non ha l'effetto sorpresa che ha l'originale :)

    RispondiElimina
  6. Pur amando Romero, devo ammettere che questo mi aveva abbastanza deluso. Non è sicuramente da buttare, ma mi aspettavo qualcosa di un po' diverso, anche se ho ovviamente apprezzato tutto il discorso antimilitarista. ;)

    RispondiElimina
  7. beh considerando che è il primo che vedo di Romero non posso di certo fare i paragoni con le altre sue pellicole, che ben presto saranno presenti alla fabrica, perchè Romero mi interessa e non poco, non è male, di certo avrà fatto di meglio, ma questo lo devo scoprire visionando le pellicole precedenti :)

    RispondiElimina
  8. un gran bel film, cultissimo!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Robocop

Prima di quest'anno non avevo mai visto Robocop il primo per intero, e ne hanno fatto un remake che ancora non ho visto, spero di recuperarlo, anche se in giro dagli amici bloggers ho letto che era decisamente da perdere.
Comunquesia una sbirciatina gliela do...ma lasciamo perdere il remake e concentriamoci sul film in questione.

Un Anno Vissuto Pericolosamente

Anche questa settimana torna il cinema di Peter Weir, oggi abbiamo uno dei suoi migliori film Un anno Vissuto Pericolosamente, che diede l'oscar come migliore attrice non protagonista all'attrice per altro esordiente Linda Hunt, in un ruolo maschile.

Prima di cominciare...un piccolo sfogo...

Di solito uso il blog soltanto per recensire film, perchè questo è un blog che tratta principalmente di cinema, ora questa sera dovrei recensire il film d'exploitation, lo recensisco dopo questo piccolo sfogo.
Innanzitutto trovo abberrante che le stesse donne giustifichino lo stupro, la signora Selvaggia Lucarelli in primis nel suo profilo facebook, dove io ho risposto dicendo la mia, ha dei dubbi a riguardo, perfettamente d'accordo, ognuno da opinionista può dire la sua.
E questa sera anche io mi vesto da opinionista, ma non da opinionista strapagata dai media italiani per dire castronerie a riguardo, ma da semplice blogger che svolge il suo lavoro con passione giorno dopo giorno GRATUITAMENTE.
Non voglio certo popolarità ma mi rabbrividisce ciò che c'è nel suo profilo, praticamente sembra che Harvey Weinstein in confronto a Polanski sia da giustificare, non da condannare o mettere in croce, perchè se la signora Lucarelli non lo sa, sia Weinstein che Polanski sono entram…

Ciclo Horror Stories - Nerve

Uscito sull'onda del caso bufala Blue Whale, in cui si dice che porta al suicidio i ragazzini, sinceramente all'inizio ci ho creduto anche io, ma poi parlando con Miki Moz, grande amico, si è giunti alla conclusione che era una bufala, o come dice anche Frank, di combinazione casuale una Creepypasta.
Il sospetto che questo film abbia creato un caso fantomatico di gioco killer è grande, anche perchè diciamocelo, il caso è scoppiato pochi giorni dell'uscita di suddetta pellicola.
Non è certamente male, la trama e il coinvolgimento ci sono, però manca qualcosa che lo faccia diventare un buon film: è troppo costruito.
I film troppo costruiti affossano il grande potenziale per trasformarsi in filmetti da popcorn, il che per un opera cinematografica è un grave difetto
La regia a 4 mani peggiora ulteriormente le cose, non esiste un punto di vista autentico che faccia da contraltare alle azioni dei personaggi, questo i registi non lo fanno, limitandosi solo a seguire il copione e…

Visioni in diretta - Ash vs Evil Dead

Si comincia con un videomessaggio, per poi continuare con quello che sto vedendo, l'episodio comincia con il riepilogo della puntata precedente, per poi continuare con il viaggio in macchina di Ash e un ragazzo che scappano dai non morti...vediamo che succede

In questa puntata Ash è proprio come dice il titolo dell'episodio un esca, e deve confrontarsi con una mamma non morta...l'episodio 2 sta per finire, vi dico solo che mi sono divertita un mondo a guardarlo, perchè oltre ad essere splatter  ha una trama che ti cattura...puro horror al 100%

Aggiornamento 12 Ottobre
E' cominciato l'episodio 3, con una donna che ha disseppellito il padre di Kelly per sapere dove si trova Ash, questi invece cerca un esperto per eliminare l'incantesimo e vengono sentiti dalla donna che ha disseppellito suo padre.
Una poliziotta si mette sulle tracce di Ash e cerca di arrestarlo, ma Pablo le da un colpo di femore che le fa perdere i sensi, ora sono arrivata al punto che la poliz…