Passa ai contenuti principali

L'amore all'improvviso - Larry Crowne

Ecco uno dei film in cui ti dici ma perchè escono al cinema? Bene Tom Hanks, dopo l'esordio con Music Graffiti torna dietro la macchina da presa con un film scritto a 4 mani con Nia Vardalos, la protagonista di il mio grosso grasso matrimonio greco, e dirige quella che dovrebbe essere una tenera commedia romantica, oltre alla  tenera commedia romantica non c'è nulla, qualche battuta comica, qualche sketch divertente, e basta, poi la storia anche se è semplice non buca lo schermo, in poche parole non fa centro al primo colpo, è la storia di un impiegato che perde il lavoro a causa della sua scarsa istruzione, e allora torna all'università, qui fa conoscenza di un gruppo di ragazzi che stanno sempre in schooter, e di una insegnante che fa da balia al marito fannullone di cui - oh che sorpresa - si innamorerà, ok avrò anche 37 anni, si sa, il tempo passa per tutti, ma non vi sembra un po' attempato un uomo a cinquant'anni che si mette a fare il ragazzino andando all'università? Ok forse il personaggio è più giovane, sarà anche simpatico e divertente, ma al film ci manca lo sprint, la scintilla che lo trasforma in un film dinamico e soprattutto in un opera da collezionare o amare, niente è il classico filmetto per famiglie, stile american way of life, in cui ogni cittadino americano può  avere un altra possibilità sia col lavoro che con l'amore, ma non credete che questo sia ben poca roba? E anche Julia Roberts, che in passato mi aveva sbalordita per aver partecipato a film straordinari come Mary Reilly o anche Erin Brokovich, qui sembra assolutamente non sentire il suo personaggio anche se in alcune scene è veramente divertente.
Basta, il film è tutto qui, è la classica commediola innoqua per famiglie di cui sinceramente non se ne sentiva la mancanza, non c'è niente di appassionante, non coinvolge, non fa palpitare il cuore nulla, in conclusione un progetto riuscito male che non aggiunge nulla di nuovo alla carriera dei due attori protagonisti.




Commenti

  1. Ma di che anno è? Non credo di averlo mai sentito!
    Io, invece, sono in attesa di vedere "Extremely Loud & Incredibly Close" con Tom Hanks e Sandra Bullock (la mia attrice preferita).

    RispondiElimina
  2. il film è del 2011 è uscito il mese scorso ^^

    RispondiElimina
  3. un film che a me ha infastidito proprio..
    tom hanks, dacci un taglio! :)

    RispondiElimina
  4. si troppo americano come film Hanks ha fatto di meglio ^^

    RispondiElimina
  5. concordo, un film davvero inutile!
    90 minuti che non riavrò mai più!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.