Passa ai contenuti principali

Il signore degli anelli - Il ritorno del re

L'epilogo, la fase finale della trilogia, un esplosione spettacolare di cinema che va aldilà di qualsiasi immaginazione, diretta da uno stellare Peter Jackson, questo è il capitolo che si porta a casa ben 11 statuette alla notte degli oscar e suppongo che è stato il più amato dai membri dell'academy.
Non c'è ombra di dubbio, il film è l'atto finale del lungo viaggio dei nostri amici Hobbitt per distruggere l'anello, la strada per Mordor è vicina, ma è continuamente contrastata sia da Gollum che tenta con tutte le sue forze di strappare l'anello a Frodo, e nella terra di mezzo c'è una battaglia senza precedenti, tutte le razze della terra di mezzo sono in battaglia per la difesa della libertà, ed eroicamente attendono il momento cruciale in cui quell'anello verrà distrutto sul monte fato dove finalmente il mondo verrà salvato per sempre.
Il terzo capitolo della saga, è il più drammatico e anche il più avventuroso, e riesce a colpire al cuore dalla prima all'ultima inquadratura, memori delle precedenti avventure anche noi spettatori aspettiamo quel momento fatidico, che arriverà, non dico come a chi ancora non ha visto il film, ma vi assicuro che quando succederà sarà come fare un tifo da stadio, con gente che si alza e urla di gioia, ma veniamo al film, che giù dall'incipt ci narra di come Smeagol ha trovato l'anello che lo ha trasformato nella creatura Gollum, ma non c'è solo lui, tutti i personaggi cambiano, cercano attraverso loro stessi delle risposte alle loro vite, c'è Arwen che la sua vita è appesa a un filo, c'è Frodo che porta il peso dell'anello e lotta con se stesso affinchè non ne subisca il fascino malefico, c'è il fido Sam che lotta con tutte le sue forze perchè Frodo compia la sua missione, e c'è la guerra, quella guerra che percorre il film nelle sue quasi quattro ore, una guerra in cui ogni creatura della terra di mezzo è chiamata a combattere per la libertà, in nome del bene, affinchè le forze maligne di Sauron finiscano per sempre, ma il più forte di tutti, il caposaldo in questa battaglia è senza dubbio Gandalf, che come un capo guida tutti nella battaglia, è il più abile spadaccino e anche il più feroce dei soldati, è lui che salva un giovane soldato dalle grinfie di un re ormai divenuto quasi pazzo per la morte del primo figlio, è anche lui che riunisce la compagnia dell'anello nello struggente finale, non parlo di Gollum, dico solo che fa una brutta fine, di più non posso perchè altrimenti svelerei  il finale e sarebbe un peccato.
La regia di Peter Jackson è impressionante, riesce a trasmettere emozioni ad ogni inquadratura, e a ogni fotogramma, non c'è nulla che è lasciato al caso.
CAPOLAVORO ASSOLUTO.


Commenti

  1. Epico! Terzo atto perfetto. Un lavoro impressionante, per le battaglie, ma anche per tantissimi particolari. Anche le musiche sono straordinarie. Completo e commovente, un vero capolavoro!
    La mia parte preferita quella con Gandalf e Pipino nel regno di Gondor. Ian McKellen grandissimo attore!

    RispondiElimina
  2. si si è terribile quando c'è il re che vuole dare fuoco a suo figlio e Gandalf lo salva ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Boomstick Awards 2017

E adesso tocca a me premiare col boomstick, innanzitutto ringrazio il sempre affezionatissimo Pietro Saba World che mi premia sempre, in ogni occasione, compreso questo boomstick awards, e anche il mitico Cassidy del magnifico blog La Bara Volante che anche lui mi ha regalato questo boomstick quest'anno, e sono a quota 5 dal 2014 ad ora.
Ecco le regole del boomstick ;)

1- I premiati sono 7, né uno di più, né uno di meno, non sono previste menzioni d'onore.
2- I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi, a mo di consolazione.
3 - I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. E' sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete.
4 - E' vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.
Per chi non rispetta le regole c'è il temuto (ma anche tentatore) bitch please award quindi occhio!


Oooh una volta terminata la presentazi…

I Compari

Ho il piacere di cominciare una speciale rassegna dedicata al regista Robert Altman di cui la settimana scorsa ho iniziato a vedere diversi film, e, per cominciare, questa sarà una settimana tutta dedicata a lui; dalla prossima settimana l'appuntamento sarà ogni weekend.
Come primo film ho scelto di recensire I Compari con Warren Beatty e Julie Christie.

Ciclo Horror Stories - Johnny Frank Garret's Last World

Non vi preoccupate, sono sempre qui, e il ciclo horror stories, non è ancora andato in vacanza, l'ultimo appuntamento è per giorno 19, per ora la rubrica va avanti.
Questo Johnny Frank Garrett's Last Word si presenta subito con il chiaro intento di dare allo spettatore un horror con le persecuzioni dello spirito di un condannato a morte...e ci riesce almeno fino a un certo punto.

Cineclassics - Tutti Insieme Appassionatamente

Non vi preoccupate, ci sono ancora oggi, e per l'occasione recensisco uno dei classici che per un motivo e un altro ho recuperato quest'anno: si tratta del bellissimo film Tutti insieme appassionatamente.

Arma Letale 4

Eh si, dopo tre capitoli strepitosi, eccocci arrivati alla quarta e ultima - finora - puntata della saga Arma Letale.
Quarto episodio che, purtroppo non ha lasciato nulla di particolarmente memorabile, anche se devo dire che pur con tutti i suoi difetti mi è piaciucchiato.
E qui i nostri stanno per diventare rispettivamente Martin papà e Roger nonno, e si portano appresso il fido Leo Getz, - mitico Joe Pesci, che come spalla dei protagonisti fa scappare sempre qualche bella risata - e addirittura il genero di Roger, quasi marito della figlia che sta a sua volta per diventare papà anche lui.