domenica 18 dicembre 2011

I Love you Man

Peter e Zooey si stanno sposando, sono felici, è tutto pronto, ma c'è un problema, Peter non ha amici maschi, e con questo non può scegliere chi sarà il suo testimone di nozze, Zooey è disperata e ne parla con le sue amiche, che gli danno l'idea di frequentare i loro mariti, ma l'amicizia non si può manovrare, ben presto Peter capirà che ci vuole ben più degli interventi delle proprie amiche e dei giochi a carte o guardare le partite, dopo pochi giorno ormai Peter si è stancato di cercare l'amico, lo trova in un giovane che sta partecipando a una presentazione per vendere la casa di Lou Ferrigno il giovane si chiama Sydney Fife e Peter rimane molto colpito dalla sua personalità, che sia l'amico giusto? Come sempre succede l'amicizia nasce sempre in modo spontaneo, si ritrovano e si accorgono di avere molte cose in comune, e passano la maggioranza del tempo insieme, vanno ai concerti, alle partite, stanno a casa a suonare, insomma direi che ci siamo ha trovato l'amico ideale, e passano parecchio tempo insieme, fino a trascurare la fidanzata, Zooey, che dice che gli manca, e che non stanno insieme da un po' di tempo, le cose peggiorano quando con Sydney Peter si porta anche Zooey, l'unica soluzione? Stare un periodo separati per un esame di coscenza di entrambi, ma alla fine avranno capito tutti quanti che non è giusto rinunciare all'amore o a una amicizia, la cosa importante è stabilire i limiti di tutto, e le cose si rimetteranno apposto...
Un film divertentissimo, e che non è assolutamente volgare, ma al contrario è ironico, intelligente, acuto e racconta senza facili fronzoli l'amore e l'amicizia così come sono, senza inutili smancerie, bellissime le scene con Sydney soprattutto quando fa fare i bisogni al cane e non pulisce la strada, e soprattutto quando fa vedere all'amico il suo angolo per la masturbazione ricco di carta per non sporcare, e quando Peter racconta all'amico che Zooey non apprezza il sesso orale e poi Sydney lo dice davanti a tutti, che è la classica goccia che fa trabboccare il vaso ai due piccioncini, un film spensierato che riesce a divertire con sincerità tenendosi lontano da facili lacrimucce per raccontare l'amicizia maschile e le goliardate che spesso nascono tra amici, e soprattutto i facili commenti delle amiche della sposa, tutte brave a  parlare ma all'esame dei fatti non danno nessun aiuto, anzi sanno solo peggiorare la situazione.
Bravissimi Paul Rudd e Jason Segel, la regia di John Amburg è semplice e schietta, adatta per una commedia, ultimo consiglio personale se volete le commedie tutte lacrime e sospiri statene alla larga, ma se adorate le goliardate lontane dalle volgarità ma per farvi due sane risate è il film giusto per voi.
DA COLLEZZIONARE.




2 commenti:

  1. Questo non me lo voglio proprio perdere, e poi Paul Rudd mi piace molto!

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...