Passa ai contenuti principali

Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento

film scritto da Hayao Miyazaki è una favola per grandi e piccini che farà di tutto per stupirvi, nel mondo dell'animazione 3D che ha invaso l'industria del cinema, c'è ancora chi crede alle storie scritte col cuore e fa subito centro, la storia è quella di Arrietty, una minuscola bambina che fa parte della razza dei prendi in prestito, piccoli gnomi che vivono nascosti nelle case ma che non possono mostrarsi agli esseri umani altrimenti devono andare via, Arrietty rompe questa assurda regola quando fa amicizia con il ragazzo proprietario della casa che li ospita, è solo e non ha amici ed è anche malato, la loro sarà un avventura che li porterà a scoprire quanto c'è di più bello al mondo l'amicizia.
Lo studio Ghibli, ammetto che è il primo film che vedo scritto da Miyazaki e mi ha colpita molto, perchè in apparenza sembra un semplice cartone animato, ma che possiede la forza delle grandi storie che un tempo i bambini vedevano coi cartoni animati giapponesi, ma con una marcia in più, sa suscitare emozioni intense e riesce a colpire laddove ormai l'animazione computerizzata è pompata non fa ed è curioso che un cartone animato riesca a far palpitare il cuore, perchè questo significa tanto, innanzitutto significa che c'è ancora speranza e che il grande cinema, quello degli artisti della settima arte, vive ancora e pulsa di passione propria che lo fa andare avanti, se amate il vero cinema d'animazione non perdetevi assolutamente questo film, perchè non è un semplice cartone animato è un piccolo ma grande capolavoro che riesce a toccare laddove ormai le storie pompate dal 3D non sanno fare più, evviva il cinema tradizionale dico io eh si, poi tocca anche i temi del diverso, dell'incomprensione verso esseri di un altro mondo e del piccolo grande dono che è l'amicizia che riesce a salvare chiunque, perchè l'amicizia oltre ad essere un dono è anche una medicina per ritrovare il gusto di amare la vita e di andare avanti.
CAPOLAVORO.





Commenti

  1. Un film magico e leggero nel miglior stile del Ghibli.
    Per me è stato quasi un altro Totoro. Bellissimo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.