mercoledì 2 settembre 2015

Incompresa

Ok, ora qualcuno voglia spiegarmi perchè Asia Argento ha scelto di girare questo film?
Sinceramente parlando ho apprezzato di più il suo secondo lungometraggio, decisamente più toccante e coinvolgente.
Questo sembra partire su una falsariga che cerca in tutti i modi di coinvolgere lo spettatore sulla triste vicenda della piccola protagonista, sbagliando binario però.
Nulla di eccezionale per carità, la solita storia lacrimevole della bambina sballottata tra padre e madre che non la capiscono e non la considerano...ma a che pro dirigere oggi nel terzo millennio questo film?
Siamo ormai cresciuti, abbiamo visto e rivisto pere decisamente più emozionanti, che arrivavano persino dalla Nouvelle Vague.
Qui Asia Argento sbaglia per il motivo che non sa che strada prendere, è indecisa su cosa fare per raccontare questa storia, se coinvolgere lo spettatore, che si trova nei panni della piccola protagonista non per riconoscersi, ma per capire ciò che Asia Argento vuole raccontare.
E non parliamo anche di Charlotte Gainsbourg, decisamente fuori parte, Gabriel Garko come attore non mi è mai piaciuto, quindi che posso dire?
Film non del tutto riuscito che non è capace di raccontare una storia e farla sentire al pubblico, peccato un occasione mancata, e pensare che c'erano infinite potenzialità per raccontare una storia del genere.
Voto: 5


3 commenti:

  1. Voglio bene ad Asia, malgrado tutto mi è simpatica... Ma deve smetterla di fare film ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  2. Io non sono risciuto a vederlo neanche tutto, talmente mi annoiava!

    RispondiElimina
  3. Che stranamente questo mi incuriosisce... anche se l'accoppiata Gainsbourg/Garko mi fa venire i bugoli in pancia...

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...