venerdì 11 settembre 2015

Salvate il soldato Ryan

                                                          Riguarda & Recensisci

Dopo una ulteriore lunga settimana, ritorno a recensire alla fabbrica, e devo farlo più spesso dato che non è giusto trascurare il blog.
Comunque sia si ritorna con la rubrica Riguarda e recensisci che quest'oggi seleziona uno dei capolavori dello zio Steve...Salvate il soldato Ryan.

Lo dico fin da subito, non è un film per tutti, soprattutto lo sbarco ad Omaha Beach è per stomaci forti e guardate che non scherzo.
Qui Spielberg decide di mettere da parte le fiabe con cui si è fatto conoscere al grande pubblico e dirige un vero film bellico al cento per cento.
La storia è quella di un soldato che deve essere salvato e riportato a casa perchè è l'unico figlio rimasto, i suoi fratelli sono tutti morti in guerra.
Ad occuparsi della missione sarà un altro soldato, che farà di tutto affinchè quel giovane ritorni a casa dalla sua famiglia a costo da perderci pure la vita.

Un grande, grandissimo film.
Da molti considerato patriottico per via della visione della bandiera americana all'inizio film, e anche se c'è la bandiera americana non è certo questo il motivo cardine per valutare questo film che resta uno degli ultimi capolavori di questo grandissimo regista, prima che si perdesse in film pacchiani.
Spero in un suo ritorno al grande cinema perchè quando si mette a fare grandi film come questo mostra tutta la sua capacità di dirigere film.
Questo come La Lista di Shindler resta uno dei picchi più alti della sua carriera, se il precedente film lo ha consacrato, questo ne ha confermato maggiormente la consacrazione rendendo l'opera maiuscola, come una dimostrazione al pubblico di essere ossessionato dalla seconda guerra mondiale.
Se Shindler's List raccontava il dramma della Shoa, questo racconta un altro lato della seconda guerra mondiale, dal punto di vista degli americani però, con lo sbarco in normandia che ha messo fine al secondo sanguinoso conflitto mondiale.
Cos'altro dire se non capolavoro?
IMMENSO.
Voto: 9



1 commento:

  1. Spielberg e la sua versione de "I 7 samurai" peccato si perda un pò in retorica, resta un film meraviglioso ;-) Cheers!

    RispondiElimina

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...