Passa ai contenuti principali

Una Moglie


John Cassavetes, firma il ritratto di una famiglia in crisi, anzi di una moglie in crisi, una donna psicologicamente fragile, magistralmente interpretata da una Gena Rowlands in forma smagliante.
Mable, non riesce ad essere una moglie servizievole, il clima familiare la sottopone a una vita di continui silenzi e sottomissioni, la mancanza di comunicazione con il marito fa andare in tilt il suo già precario equilibrio psichico, che la porta ad uscire la sera e a portarsi sconosciuti, in casa, ad urlare senza motivo e ad aggredire la gente, il marito dopo un po' capisce che qualcosa non va e allora tenta in tutti i modi di aiutare la sua donna, fino a rinchiuderla in un ospedale psichiatrico in cui forse la situazione si risolverà...
Cassavetes disegna il ritratto di una donna e della sua solitudine nella famiglia, avvolte il riuscire a dire le parole giuste e capirsi fa meglio di qualsiasi terapia psicologica o psichiatrica, ed è proprio in questo che si concentra Cassavetes, anche se l'ultima scena che non vi dico altrimenti vi rovino la sorpresa fa intendere che lei ha finalmente accettato dopo un confronto drammatico con il marito (interpretato tra altri da Peter Falk) riescono a riformare e a ristabilire l'equilibrio alla loro famiglia e alla loro situazione, ovviamente questo avviene dopo aver capito l'importanza di sua moglie alla presenza in famiglia.
Un capolavoro, un gioiellino da collezionare da vedere e rivedere, anche per comprendersi con la persona amata e a imparare a dialogare, il che in una famiglia non fa mai male.

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.