Passa ai contenuti principali

Don Juan De Marco - Maestro D'amore

Ci sono alcuni film, in apparenza tanto irreali da sembrare fiabe, ma che dentro di se, posseggono la forza di conquistare il pubblico e di restare impresso.
Uno di questi film è senza dubbio Don Juan De Marco con Johnny Depp, che recita con un mostro sacro del cinema Marlon Brando.
Si avete capito bene, il più grande attore recita con l'allievo migliore che hollywood potesse scegliere e le schermaglie tra i due sono in assoluto la cosa migliore del film.
Anni fa avevo visto uno speciale che diceva che questo film era brutto...si brutto, allora chi dice questo non capisce niente di romanticismo, proprio come accade al primo psichiatra che dovrebbe curare il nostro Don Juan, ma che lo stesso ragazzo gli balla davanti.
Vabbè si sa che alcune persone non apprezzano le romanticherie, forse io che sono femmina riesco a guardare in là, come fa il più grande psichiatra del mondo, Jack Mickler che riesce a capire da subito il ragazzo, meglio del primo.

E grazie a Mickler che conosciamo la vera storia di Don Juan, lui che all'inizio del film voleva togliersi la vita per amore della sua Dona Ana, che lo aveva rifiutato non appena aveva saputo delle donne che erano state con lui, sarà vero o no che è Don Juan? Il film non ce lo dice, ma ci fa capire che dietro le favole c'è sempre uno squarcio di verità, e attraverso la storia nasce anche l'amicizia tra Mickler e Don Juan e questi sarà per lui una medicina che gli farà tornare la voglia di vivere e riscoprire l'amore per sua moglie, niente male non è vero? E questo sarebbe un brutto film? Avanti commentate, abbiate anche il coraggio di dirlo, io non vi censurerò un film mentre lo si guarda fa provare mille emozioni e sensazioni diverse e del tutto comprensibili, a me questo film mi ha fatta sognare, perchè se è vero che un opera deve essere il quanto più vicino alla realtà, è anche vero che ogni tanto lasciarsi trasportare dalle emozioni non è affatto una scusa per fuoriuscire dalla realtà, almeno in parte, ma qualcosa che fa in modo di sognare, d'altronde il cinema non è forse la fabbrica dei sogni? E allora sognamo no?

Alla produzione c'è quel geniaccio di Francis Ford Coppola, e alla regia per la sua opera prima abbiamo lo sceneggiatore Jeremy Leven, autore di script di film di successo, come Dottor Creator, specialista in miracoli tra altri film, qui ci propone una sua rilettura del Don Juan di lord Byron e lo fa con una storia intrisa di buoni sentimenti, che può sembrare facile, ma che in realtà racchiude la forza vitale che ci appartiene a tutti, l'amore.
E l'amore è difficile, fa soffrire, e uccide, ma quando la fiamma vitale è ancora viva, raramente finisce nel dimenticatoio, la si può mettere da parte, la si può trascurare, ma non si può nascondere.
E quella fiamma ancora viva divampa grazie ai racconti di un giovane appassionato malato di una forma di romanticismo di cui è assolutamente incurabile e quel che peggio, altamente contaggioso....
E questo è un brutto film eh?
Voto: 7


Commenti

  1. Arwen ma quali critiche?! Questo film si può solo lodare all'infinito! Io l'adoro. Come Mickler, anche lo spettatore viene convinto da Don Juan a osservare la realtà in maniera diversa!
    Ti metto il link al mio post
    http://valemoviesmaniac.blogspot.it/2012/10/don-juan-de-marco-maestro-damore-johnny.html

    P.S. Da quando hai cambiato il layout mi acceco a leggere il tuo blog - non è che puoi ingrandire il carattere?

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Masters of Sex - Stagione 1

Si, dovevo recensirla ieri, ma purtroppo non ho avuto tempo, perchè dovevo visionare diversi film che recensirò in questi giorni.
Andiamo al punto: su cosa si basa Masters of Sex?
Nulla di pruriginoso ve lo assicuro io, la serie tv è basata sulle ricerche del dottor William Masters, le cui scoperte nei suoi esperimenti hanno rivoluzionato il mondo della medicina.
La serie è ambientata verso la fine degli anni cinquanta, e le scoperte innovative del dottor Masters, che studia in maniera meticolosa i comportamenti sessuali degli esseri umani mi hanno a dir poco conquistata.
Peccato che è composta solamente da quattro stagioni, comunque per me ha un potenziale pazzesco, che include anche qualcosa di unico e originale nel panorama televisivo recente, e ci vogliono serie tv come queste al giorno d'oggi, e sono anche piuttosto interessanti.
Dobbiamo dire però che la ricerca compiuta dal dottor Masters, è realmente accaduta, e il telefilm si basa sulla biografia di Thomas Maier sullo sc…