Passa ai contenuti principali

Machete Kills

Che c'è da dire su Machete Kills?
Mmmmmmmm, mmmmmmm, mmmmmmm, ah ecco, colpo di genio non è all'altezza dell'originale.
Eh si questo secondo capitolo poteva non essere tranquillamente girato, bastava il primo capitolo che era intrigante e ben costruito a renderlo un degno sviluppo del fake Trailer di Planet Terror.
Questo secondo capitolo è roboante fracassone, degno del classico blockbuster hollywoodiano, no, fermi tutti ma che è successo a Robert Rodriguez?
E pensare che a me piaceva tanto....peccato.
La migliore? Lady Gaga che fa la sua comparsa come abito o meglio dire mascheramento di un sanguinoso killer, ma Machete questa volta don't kills, per niente.
Ed è un peccato perchè avevo molte aspettative da questo sequel dato che il primo capitolo mi era piaciuto, questo sequel sembra la continuazione di qualcosa che secondo me non andava bene come franchise.
Questa volta non ci siamo, un secondo capitolo piuttosto deludente che non aggiunge nulla di nuovo, che Rodriguez abbia bussato alle porte di hollywood si capisce eccome giù dai primi istanti, nonostante qualche scelta azzeccata, ma è talmente poco per un film e una saga come questa.
Mel Gibson assolutamente sprecato e fuori ruolo, come quasi tutto il cast, Amber Heard, miss San Antonio e nuova fidanzata di Johnny Depp, sembra una bambolona messa lì solo per un ruolo  fine a se stesso.
Questo secondo capitolo non dice nulla di nuovo, è costruito come il classico film giocattolone di intrattenimento a differenza di Machete, dove c'era ritmo, energia e sano umorismo, questo invece sembra fatto apposta per richiamare il successo del primo capitolo, ma restando solo l'ombra.
Peccato perchè la trama non era male, e poteva senz'altro essere un film migliore, di quello che è in realtà.
Robert Rodriguez dovrebbe rifiutare film che hollywoodizzano i bravi registi, e invece anche lui ci cade nella macchina dell'industria cinematografica, ma si sa avvolte bisogna fare film per poter incassare, d'altronde il cinema non è solo settima arte, ma anche blockbuster che si consumano davanti ai popcorn, solo che avvolte bisogna anche cercare quella scintilla che rende un film interessante, anche se è un blockbuster.
Voto: 5




Commenti

  1. in parte concordo, anche a me ha sostanzialmente deluso, dopo quella figata pazzesca del primo, da questo mi aspettavo scintille e invece ci si trova davanti ad un filmetto scemotto e fatto tanto x strappare due risate, anche se cmq alla fine io un 6 glielo concedo.
    Però quella sfigata di Lady Gaga è il punto più basso della pellicola, sarà che a me sta sulle palle anche come cantante, odio quel tipo di musica li, ma anche il suo personaggio era pessimo, mentre ho trovato Mel Gibson una delle poche cose buone del film, nei panni del cattivo era fighissimo, aspetto con ansia di rivederlo, sempre cattivo nei Mercenari 3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si, a Me Mel Gibson piace molto come attore - metto da parte i suoi fanatismi cattolici però - e di certo qui mi ha delusa molto, ma ovviamente sono punti di vista ;)

      Elimina
    2. si si indubbiamente il suo modo di pensare è alquanto differente dal mio :-) però appunto si giudica l'attore e non la persona, che ammetto è discutibile, però boh mi è parso l'unico che in questo film ci credeva davvero, si vedeva che si stava divertendo come un matto XDXDXD

      Amber è veramente fidanzata di Depp nella vita vera??? Ma Amber sapevo che era lesbica

      Elimina
    3. no è bisessuale l'ha detto lei stessa cmq si è la nuova fidanzata di Depp

      Elimina
    4. ah ok, beh BEATO Johnny Depp

      Elimina
  2. Mi spiace dover ammettere che personalmente neppure il primo Machete mi aveva intrigato più di tanto.
    Non lo sarei andato a vedere, se non costretta dal lavoro che qualche volta svolgo anche per le pellicole, e diciamo che non è il mio genere.
    Quindi non posso essere obbiettiva verso il Machete number two....
    Alla prossima mia cara , bravissima amica!
    Un abbraccio domenciale!

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.