Passa ai contenuti principali

Lovelace

Non poteva mancare la biopic dedicata a una leggenda del porno quale lo fu stata Linda Lovelace, protagonista del film che ho anche visto Gola Profonda, il primo porno ad entrare nei salotti della gente per bene e ad uscire dalla clandestinità, ma cosa c'è dietro a quel film? Ce lo raccontano i due registi Rob Epstein  e Jeffrey Friedman, in questo film che riperquote l'incontro di Linda con il primo marito, Chuck Trainor, interpretato dal bravissimo Peter Sarsgaard, attore che ammiro soprattutto per la sua capacità di interpretare personaggi diversissimi tra loro, e farli sembrare reali e non fasulli, senza scadere in inutili macchiette o gigionate sterili.
Nel ruolo di Linda abbiamo Amanda Seyfried, che devo dire in questo ruolo è davvero brava, e riesce a calarsi molto bene nel ruolo di Linda, personaggio controverso, catturandone l'anima oltre che emozioni e paura, ed è proprio questa sua capacità di immergersi nel ruolo della Lovelace che la reputo un attrice da tenere d'occhio, e guardate che non lo dico per tutte, e se lo dico io vuol dire che è vero così.

Il film narra la storia dal punto di vista di Linda, e c'è una tensione drammatica che non lascia il film per tutta la sua durata, ed è come assistere a una discesa agli inferi, fino al divorzio da Trainor e l'inizio di una vita nuova con Larry Marchiano, suo secondo marito e padre dei suoi due figli Lindsay e Dominic.
Una storia cruda che non lascia spazio a facili sentimentalismi o lacrime, è la storia di una donna che ha fatto una scelta sbagliata, sposare un uomo che - da quanto racconta il film - l'ha costretta a fare film porno, ma nell'america moralista, che non sapeva neanche dove fosse il clitoride e che considerava il sesso orale diabolico, era "cosa giusta" - secondo i bigotti - proibire un film come Gola Profonda e fu proprio questa campagna moralizzatrice a far si che la gente si incuriosiva e lo andava a vedere, invece di proibire - facendo una pubblicità ancora maggiore per questo il film è tra i più grandi incassi della storia del cinema - potevano semplicemente non parlarne, ma i bigotti ottengono sempre un risultato opposto di quello che vorrebbero, facendo pubblicità a un film che non approvavano.
Ma questa è l'america signore e signori, il paese delle opportunità, ma anche dei conformisti e dei bigotti.
Un film come Gola Profonda, era una risposta al moralismo che imperniava l'america allora...ma apparte tutto il film pare fatto abbastanza bene, d'altronde come comprimari ci troviamo due veterani come Sharon Stone e Robert Patrick, che interpretano i genitori di Linda.
Trainor era un uomo violento che l'ha costretta a girare questi film, Linda ha raccontato tutto in un romanzo autobiografico dove raccontava le percosse subite, l'oppressione causata dalla sua insistenza, e le richieste di sesso con altri uomini, che hanno reso la donna schiava di un uomo che l'ha usata, facendo notare il lato oscuro di un mondo dove grazie alla scusa del sesso libero cominciata con la rivoluzione sessuale, in cui i costumi sono cambiati ed è cambiato anche il modo di vivere il sesso.
Fa male guardare questo film, primo perchè fa vedere Linda come una ragazza pulita, non una che ha scelto liberamente la strada del porno, senza nessuno che ti obbligasse a farlo, e questo il film lo racconta molto bene, grazie alla regia curatissima nei particolari, e a ottime interpretazioni dei suoi attori.
Nel documentario su Gola Profonda che ho, il regista del film diceva che Linda era felice di fare questo film, ma qual'è la verità? Linda nel suo libro ha scritto tutt'altro, ma se il regista dice il contrario allora mentiva l'altra motlie di Chuck quando ha detto le stesse medesime cose?
La verità forse non l'ho sapremo mai, ma dubito che se una persona scrive un libro di sana pianta si inventa tutto.
Da vedere, sia per le brillanti interpretazioni degli attori, sia per l'acuta analisi con una superba regia dei due registi.
Voto: 8



Commenti

  1. mi incuriosisce parecchio.
    il tuo 8 tondo fa ben sperare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si veditelo, e poi mi dici se ti è piaciuto :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Asia Fermati finchè sei ancora in tempo

Ciao Asia,
Chi ti scrive è solo una poveraccia che fino a poco tempo fa credeva alla tua storia.
Se ti sto scrivendo è per dirti che alla tua storia su Weinstein non ci credo più, e quello che sto scrivendo è pura libertà d'espressione me la vuoi negare? Mi vuoi fare causa? Perché perché ormai la penso diversamente da te?
Gli abusi si denunciano subito, non si aspettano tanti anni e si sta in silenzio perché si ha paura, ma paura di che? Io al posto tuo non sarei ritornata da Weinstein, se avrei subito le molestie che dici di aver subito, peggio ancora se fossi stata violentata...ma stiamo scherzando forse?
Adesso hai azionato una reazione a catena che sta mandando a puttane la vita e la carriera non solo di Weinstein - per inciso, alle storie sulla Paltrow, la Jolie ci credo benissimo perché loro non ci hanno lavorato più come credo a Rose McGowan. - che credo sia un porco che merita di finire in galera, ma anche registi come Tornatore, accusato addirittura da un ex ragazza di …

Cineclassics - Da Qui All'Eternità

CineClassics

Dramma di ambientazione militare che è entrato nella storia del cinema per la celebre scena del bacio sulla spiaggia di Burt Lancaster e Deborah Kerr.
Una storia che colpisce, e che difficilmente dimenticherete, soprattutto per la capacità di rendere l'intensità delle scene memorabili.

Celebration Days - Sam Shepard Tribute - Non Bussare alla Mia Porta

E per finire per ora, celebro il ricordo di un attore, che non si è limitato solo a recitare, spesso ha scritto e prodotto i film in cui recitava: Sam Shepard.
Per tutti, nell'ambiente di hollywood, era una specie di nuovo Harry Miller, e così ho voluto rendergli omaggio recensendo uno dei film diretti da Wim Wenders, che per altro è uno dei miei registi preferiti.

Arma Letale 2

Arma letale 2
In questa nuova puntata i nostri agenti di polizia devono proteggere un importante testimone da un supercattivo, che è a capo di un organizzazione di trafficanti di droga che darà filo da torcere ai due amici poliziotti.

Big Little Lies

Ed eccola, non è una serie tv, ma una miniserie, ideata da David E Kelley e diretta da Jean Marc Vallè, incentrata sull'amicizia di tre donne, Celeste, Jane e Madeleine, che vivono la loro vita, a Monterey, una cittadina dell'america.
Celeste deve fare i conti con un marito violento a cui inspiegabilmente perdona sempre tutto, Madeleine soffre perchè la figlia vive con l'ex marito e la sua nuova compagna, e Jane deve fare i conti con un trauma subito e la crescita di suo figlio, accusato da un altra loro conoscente di bullizzare sua figlia.
La prima miniserie che vedo, a parte altre di canale 5 che ho visto soprattutto quando ero molto piccola, alcune le ho dimenticate, altre come Disperatamente Giulia me le ricordo con affetto ancora oggi.
Big Little Lies invece è diversa, intanto ci sono due grossi calibri che rispondono ai nomi di Laura Dern - e per chi è Lynchano come me non può sottovalutare la bravura di questa eccezionale attrice - e la sempre apprezzatissima da me N…