Passa ai contenuti principali

Lovelace

Non poteva mancare la biopic dedicata a una leggenda del porno quale lo fu stata Linda Lovelace, protagonista del film che ho anche visto Gola Profonda, il primo porno ad entrare nei salotti della gente per bene e ad uscire dalla clandestinità, ma cosa c'è dietro a quel film? Ce lo raccontano i due registi Rob Epstein  e Jeffrey Friedman, in questo film che riperquote l'incontro di Linda con il primo marito, Chuck Trainor, interpretato dal bravissimo Peter Sarsgaard, attore che ammiro soprattutto per la sua capacità di interpretare personaggi diversissimi tra loro, e farli sembrare reali e non fasulli, senza scadere in inutili macchiette o gigionate sterili.
Nel ruolo di Linda abbiamo Amanda Seyfried, che devo dire in questo ruolo è davvero brava, e riesce a calarsi molto bene nel ruolo di Linda, personaggio controverso, catturandone l'anima oltre che emozioni e paura, ed è proprio questa sua capacità di immergersi nel ruolo della Lovelace che la reputo un attrice da tenere d'occhio, e guardate che non lo dico per tutte, e se lo dico io vuol dire che è vero così.

Il film narra la storia dal punto di vista di Linda, e c'è una tensione drammatica che non lascia il film per tutta la sua durata, ed è come assistere a una discesa agli inferi, fino al divorzio da Trainor e l'inizio di una vita nuova con Larry Marchiano, suo secondo marito e padre dei suoi due figli Lindsay e Dominic.
Una storia cruda che non lascia spazio a facili sentimentalismi o lacrime, è la storia di una donna che ha fatto una scelta sbagliata, sposare un uomo che - da quanto racconta il film - l'ha costretta a fare film porno, ma nell'america moralista, che non sapeva neanche dove fosse il clitoride e che considerava il sesso orale diabolico, era "cosa giusta" - secondo i bigotti - proibire un film come Gola Profonda e fu proprio questa campagna moralizzatrice a far si che la gente si incuriosiva e lo andava a vedere, invece di proibire - facendo una pubblicità ancora maggiore per questo il film è tra i più grandi incassi della storia del cinema - potevano semplicemente non parlarne, ma i bigotti ottengono sempre un risultato opposto di quello che vorrebbero, facendo pubblicità a un film che non approvavano.
Ma questa è l'america signore e signori, il paese delle opportunità, ma anche dei conformisti e dei bigotti.
Un film come Gola Profonda, era una risposta al moralismo che imperniava l'america allora...ma apparte tutto il film pare fatto abbastanza bene, d'altronde come comprimari ci troviamo due veterani come Sharon Stone e Robert Patrick, che interpretano i genitori di Linda.
Trainor era un uomo violento che l'ha costretta a girare questi film, Linda ha raccontato tutto in un romanzo autobiografico dove raccontava le percosse subite, l'oppressione causata dalla sua insistenza, e le richieste di sesso con altri uomini, che hanno reso la donna schiava di un uomo che l'ha usata, facendo notare il lato oscuro di un mondo dove grazie alla scusa del sesso libero cominciata con la rivoluzione sessuale, in cui i costumi sono cambiati ed è cambiato anche il modo di vivere il sesso.
Fa male guardare questo film, primo perchè fa vedere Linda come una ragazza pulita, non una che ha scelto liberamente la strada del porno, senza nessuno che ti obbligasse a farlo, e questo il film lo racconta molto bene, grazie alla regia curatissima nei particolari, e a ottime interpretazioni dei suoi attori.
Nel documentario su Gola Profonda che ho, il regista del film diceva che Linda era felice di fare questo film, ma qual'è la verità? Linda nel suo libro ha scritto tutt'altro, ma se il regista dice il contrario allora mentiva l'altra motlie di Chuck quando ha detto le stesse medesime cose?
La verità forse non l'ho sapremo mai, ma dubito che se una persona scrive un libro di sana pianta si inventa tutto.
Da vedere, sia per le brillanti interpretazioni degli attori, sia per l'acuta analisi con una superba regia dei due registi.
Voto: 8



Commenti

  1. mi incuriosisce parecchio.
    il tuo 8 tondo fa ben sperare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si veditelo, e poi mi dici se ti è piaciuto :)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, ho tolto la moderazione ai commenti, di pure la tua, ma con garbo ed educazione se non vuoi che lo cancello xD

Post popolari in questo blog

Tutti i Soldi del Mondo

Sinceramente,
La volete sapere una cosa? L'unico motivo per cui ho dato una chance a questo film, sono le indagini di Scotland Yard su Kevin Spacey.
Perché avevo deciso di chiudere con Ridley Scott e il suo cinema, non guardare Tutti i soldi del mondo, e scrivere un bel VAFFANCULO gigante perché secondo il mio parere, l'esclusione di Kevin Spacey, è stata ingiusta, in quanto fino a gennaio ho letto che le accuse dei suoi accusatori le hanno fatte o sui social network, o sui media.
Fermo restando che, le indagini della polizia non escludono il fatto che Spacey potrebbe e sottolineo potrebbe essere innocente dalle accuse di molestie sessuali, ma potrebbe rivelarsi anche colpevole, e allora?
Allora io penso che se un regista come Polanski, che nonostante si sia scopato una tredicenne lavora ancora, perché non dovrebbe farlo Spacey?
Bene concentriamoci sul film.
Tutti i Soldi Del Mondo, nonostante gli sforzi che ha fatto Ridley Scott, per salvare il film dallo scandalo, si rivela …

Netflix Week - Bright

Fino a qualche anno fa, ho sempre sostenuto che Will Smith fosse un bravo attore, mi stava simpatico e aumentava il mio buonumore, e per chi negli anni novanta ha visto anche i due Man in Black sa certamente di cosa sto parlando.
Col tempo invece l'ho perso di vista, avendo fatto percorsi diversi non credo di averlo seguito maggiormente negli ultimi anni, l'ultima volta che ho visto un suo film è stato in occasione della penultima pellicola di Shiamalan, da me criticatissima, e ho messo un po' da parte questo attore.

Le Avventure del Barone di Munchausen

E' il film più pazzo di Terry Gilliam, l'unico che ancora non avevo visto...
Risultato? Un viaggio nell'avventura e nella fantasia più incredibili, ma, è dico ma, è un film imperfetto, usato come esempio di come può andare storto, quando subentra la produzione nel maneggiamento di un opera cinematografica, se il regista non riesce a concludere un film.
Resta comunque l'opera imperfetta di un genio, che senza dubbio vale la pena di guardare.